Regali di Natale: balocchi per grandi…

Foto "Phantom/GoPro Camera Quadcopter Drone" by Kevin Baird - flickr
Foto “Phantom/GoPro Camera Quadcopter Drone” by Kevin Baird – flickr

Leggevo su una rivista che i regali più ambiti dagli adulti per questo Natale sono i droni e le action cam: due oggetti accomunati dalla caratteristica di fare foto e riprese video da angolazioni particolari. A parte il fatto che alcuni modelli hanno obiettivi e telecamerine di scarsa qualità (pochi fotogrammi al secondo, risoluzione bassa e assenza di stabilizzatore) ho qualche dubbio che mi è sorto dopo aver visto alcuni video fatti, sia con l’uno che con l’altra. Il primo video che vedi  è bello, il secondo grazioso… dal terzo in poi diventano tutti uguali e banalmente noiosi, tranne forse che per l’autore e regista degli stessi. Nella maggioranza dei casi, si tratta immagini di affascinanti ma che perdono di interesse, semplicemente perchè non raccontano una storia…

E pensare che in molti casi, …per vedere il mondo da un’altra prospettiva spesso sarebbe più utile ed efficace un bel libro!

Bye bye Ebola!

In un periodo come questo credo che ci sia tanto bisogno di buone notizie. Purtroppo, mentre i media ci inondano a tutte le ore di quelle cattive, quelle buone vanno cercate col lanternino… Ad esempio, quanti sanno che lo scorso 7 Novembre Ebola è stata dichiarata completamente debellata in Sierra Leone? Io l’ho scoperto alcuni giorni fa da questo breve comunicato di Gino Strada su Facebook…

Giorno di festa in Sierra Leone: oggi il Paese é stato ufficialmente dichiarato “Ebola free”, questa epidemia è finita. EMERGENCY ha contribuito in modo determinante a questo risultato. Grazie a tutti coloro che lo hanno reso possibile, assumendosi responsabilità e rischi in un lavoro massacrante durato più di un anno.

Comunicato del 7/11/2015 tratto dalla pagina Facebook di Gino Strada.

E siccome in questi casi è giusto festeggiare, godetevi questo bel video fatto dalla BBC  e dalla Smac, un consorzio di associazioni di volontariato inglesi e della Sierra Leone. Commuove e fa bene al cuore… e non è poco, soprattutto di questi tempi!

Love has no labels…

Un’amica mi ha segnalato questo video statunitense, prodotto per lo scorso San Valentino e dedicato all’amore, contro ogni pregiudizio (che spesso abbiamo  anche inconsciamente). Guardatelo: è bellissimo!

Prima di ogni altra cosa siamo tutti umani.
E’ il momento di abbracciare la diversità.
Mettiamo da parte le etichette in nome dell’amore.

traduzione dal sito  che ha prodotto il video (http://lovehasnolabels.com)

Solidarietà internazionale alle donne delle pulizie greche (Firmate la petizione).

Foto tratta dal sito
Foto tratta dal sito comune-info.net

595 addette alle pulizie greche, licenziate in tronco dai dal Ministero delle Finanze, stanno da più di un anno sfiancando la Troika e la BCE con una resistenza quotidiana fatta di manifestazioni spettacolari e talvolta ironiche davanti ai ministeri e in vari luoghi pubblici della Grecia. Sono quotidianamente ignorate dalla sinistra e dai sindacati, umiliate dai media per la loro estrazione sociale e soprattutto vengono prese continuamente a randellate dalla polizia greca. Nonostante tutto ciò loro non mollano e più di una volta, col loro muro umano intorno ai ministeri e ai palazzi del potere,  sono riuscite a far fuggire dalle  porte di servizio e a gambe levate i membri della troika con le loro guardie del corpo…

Insomma, con canti, balli e azioni curiose (per Pasqua hanno sfilato tutte con in testa una corona di spine) in un anno sono diventate un simbolo di tutti i movimenti di resistenza dal basso contro l’austerità e la distruzione dello stato sociale imposte dalla classe politica europea. Più le autorità tentano di azzittirle con la violenza e più  le notizie delle loro gesta si espandono a livello europeo.

Siccome il prossimo 23 Settembre in Grecia verrà emessa una sentenza per il reintegro di queste 595 lavoratrici, è stata indetta proprio in questi giorni una settimana di solidarietà internazionale a queste donne che, difendendo il loro lavoro, lottano contro la troika anche per tutti gli altri lavoratori europei.

Queste lavoratrici piene di dignità chiedono a tutti di firmare la loro petizione: questo è il testo in Italiano (sulla pagina della firma c’è il testo in Greco, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Italiano, Portoghese e Turco)

NON ASPETTATEVI CHE CI PIEGHEREMO!

Siamo 595 donne addette alle pulizie dipendenti del Ministero delle Finanze e dal 17 settembre 2013 siamo disoccupate. Il governo ci ha licenziato e ha deciso di affidare il nostro lavoro in appalto a imprese private, senza il minimo vantaggio economico per lo Stato. Il nostro salario era compreso tra i 300 e i 600 euro al mese. Noi non siamo numeri, siamo persone.

Non abbiamo abbassato la testa. Dopo il 17 settembre siamo state in strada ogni giorno, lottando per il nostro posto di lavoro e per le nostre vite.

Il governo ha cercato in tutti i modi di reprimere la nostra giusta lotta. Le immagini che mostrano le forze speciali di polizia (i Mat) picchiare donne indifese di 50-60 anni hanno fatto il giro del mondo. Molte di noi sono state ricoverate in ospedale per le conseguenze delle barbare e ingiustificabili aggressioni della polizia nei nostri confronti.

Abbiamo scelto di difendere la nostra dignità. Dieci mesi di lotte, dieci mesi di povertà e difficoltà! Ma continuiamo a lottare. Continuiamo la nostra battaglia. Rivendichiamo l’ovvio, il diritto alla vita. Un’onda di solidarietà si sta diffondendo nella società. Lavoratori e lavoratrici, licenziati/e, disoccupati/e, studenti, pensionati/e, artisti/e ci hanno manifestato il loro sostegno in ogni modo.

La Giustizia greca ci ha dato ragione, e ciò nonstante il governo rifiuta di rispettare e applicare le sue decisioni. Si vendica contro di noi perché abbiamo scelto di vivere in dignità.

La solidarietà è l’arma dei popoli. Chiediamo a tutti/e voi di esprimere la vostra solidarietà alla lotta per la vita e la dignità che stiamo conducendo. Vi chiediamo di sottoscrivere il testo di sostegno e di aiutarci nella raccolta delle firme per forzare il governo greco ad applicare la sentenza del tribunale – che non comporta alcun costo per il bilancio dello Stato.

TUTTI E TUTTE INSIEME POSSIAMO FERMARE QUESTE POLITICHE BARBARE.

testo della petizione delle 595 lavoratici greche da Change.org

Firmate qui la petizione delle 595 donne delle pulizie

 

Per approfondire:

 

Un bellissimo video di Solidarietà alle 595 donne fatto in Francia da  Art – Resistance – Media

Cambiare il modo di fare la spesa per cambiare il mondo…

Più volte in passato questo blog ha fatto articoli dedicati al Commercio Equo e Solidale (qui, qui e qui) esprimendo sia il concetto etico e di giustizia che sta dietro a questi prodotti, sia la qualità e la bontà degli stessi (su questo argomento ci tornerò in futuro, parlandovi di alcuni prodotti che ho scoperto e che uso quotidianamente).

Con queste brevi frasi vi presento due spot video, a cura di Fairtrade Italia, che spiegano meglio di tante parole e  in modo simpatico e divertente le ragioni del commercio equo e solidale.

Buona visione!

Emergenza alluvione in Burkina Faso: alcuni video.

Ieri l’altro ho pubblicato un post dedicato all’alluvione che i primi di Settembre ha colpito Ouagadougou la capitale del Burkina Faso (a questo link potete leggere il post con le testimonianze di alcuni volontari in loco). Ritorno sull’argomento perchè ho trovato su You Tube alcuni video che testimoniano la gravità del disastro e che vorrei mostrarvi.

Ricordo che il Movimento Shalom, attraverso il proprio centro Laafi Roogo a Ouagadougou, sta cercando di aiutare più persone possibili distribuendo  riso e altri generi di prima necessità che vengono acquistati e messi a disposizione dei senzatetto.

Chiunque intenda aiutare la popolazione colpita dall’alluvione può rivolgersi alla sede del Movimento Shalom Via Carducci, 4  56028 San Miniato (Pi) oppure nelle sezioni locali del Movimento o direttamente facendo un bollettino postale sul ccp 11858560 intestato a Movimento Shalom Onlus via Carducci, 4 56028 San Miniato specificando nella causale EMERGENZA BURKINA.

p.s. Ringrazio il blog loc.cerreta 33 che segue la situazione in Burkina ed ha raccolto i video.

Scaricare e salvare lo streaming con VLC 0.9.9

Foto ! by Ced - Flickr
Foto "!" by Ced' - Flickr

In questo mio vecchio post “Come scaricare e salvare i file in streaming della Rai (e anche di Runners e altre tv on line)” scrivevo come salvare in locale lo streaming usando le versioni di VLC della serie 0.8.x.

Dall’uscita delle nuove versioni di VLC (serie 0.9.x) il programma è cambiato molto e in molti mi hanno chiesto come scaricare lo streaming con queste nuove releases. Fino alle versioni 0.9.4 non ero riuscito a venirne a capo, mentre finalmente sono riuscito a risolvere la questione con le versioni 0.9.8 e 0.9.9. In effetti la procedura è molto semplice ma allo stesso modo è completamente diversa da quella prevista per le versioni precedenti.

Vi metto il riepilogo di cosa va fatto…

Ingredienti

Procedimento

Fase 1 Recupero dell’indirizzo di streaming (identico alle versioni precedenti)

La prima cosa da fare è recuperare l’indirizzo in cui si trova lo streaming. In primo luogo si raggiunge la pagina dove viene trasmesso il filmato e poi si va ad osservare il sorgente della pagina (in firefox “Visualizza – sorgente pagina” in Internet Explorer “Visualizza HTML”)
Nel sorgente della pagina si cerca la parola EMBED e successivamente la riga che inizia con SRC=
Si copia quindi tutto l’indirizzo a cui punta il sorgente e si ottiene qualcosa simile a “/mpASX/0,1067333,sottosezione%253D%2526path%253Dmms%253A
%252F%252Fstreaming%255Erai%255Eit%252Fraitre%252Freport%252F1
80508_report%255Ewmv%2526sezione%253Dautopromo,00.html

Questo non è altro che un URL relativo e perciò lo incolliamo nella barra degli indirizzi di Firefox o Internet Explorer e lo facciamo precedere dalla stringa “http://rai.it/” In pratica avremo nel browser una stringa del tipo:

http://www.rai.it/mpASX/0,1067333,sottosezione%253D%2526path%25
3Dmms%253A%252F%252Fstreaming%255Erai%255Eit%252Fraitre%252Freport
%252F180508_report%255Ewmv%2526sezione%253Dautopromo,00.html

Il risultato molto probabilmente sarà una pagina bianca con la scritta “RAI”. A questo punto basta andare a vedere di nuovo il sorgente di questa pagina (sempre usando “Visualizza – sorgente pagina” o “Visualizza HTML”) per scoprire il reale link del flusso di rete che sarà un link di tipo mms (esempio mms://streaming.rai.it/raitre/report/180508_report.wmv) Facendo un copia di questa stringa avremo recuperato l’indirizzo del nostro file di streaming.

Fase 2 Salvataggio del file su disco fisso (Nuovo)

Per questa fase usiamo il programma VLC. Lanciamo il programma VLC e poi andiamo ad aprire il menu “Media – Converti Salva”.  Nella finestra che ci appare  clicchiamo sull’etichetta “Rete” (non fatevi ingannare dal fatto che la finestra si apra sull’etichetta “File” perchè ancora non è il momento di salvare).

Nella finestra “Rete”, alla casella “Protocollo” selezionate il Protocollo del vostro filmato (esempio MMS) e incollate l’indirizzo che avete reperito nella Fase 1 nella casella “indirizzo” e premete il pulsante “Carica/Salva“.

Dopo aver premuto il pulsante si aprirà la finestra “Uscita sorgente” dove  dovete vistare la casellina “File” e immettere il nome e il percorso del file da salvare, nella casella “Nome File“, avendo cura di usare l’estensione del link che avete messo nella finestra precedente (ad esempio wmv se il file che scaricate si chiama 180508_report.wmv). Selezionate la stessa estensione fra le varie opzioni di Incapsulamento più in basso nella stessa finestra e cliccate poi sul pulsante “Save “.

A questo punto le finestre si chiuderanno e rimarrà aperto il programma VLC. Premendo il pulsante “Play” inizerà la registrazione dello streaming che avete impostato precedentemente…. et voilà il gioco è fatto…

P.s. Nella maschera “Uscita sorgente” potete anche smanettare e fare un po’ di prove sulle conversioni fra i vari formati audio/video…

Salvare lo streaming usando Real Player v.11

real player

***

Uno dei post più letti su questo blog è quello dello scorso Maggio, intitolato “Come scaricare e salvare i file in streaming della Rai (e anche di Runners e altre tv on line)”, in cui spiegavo come salvare su disco fisso lo streaming di vari siti televisivi on line, usando la versione 0.8.6d di VLC. Da allora VLC è uscito in nuove versioni (adesso dovremo essere alla  0.9.8a) e salvare lo streaming è diventato, almeno per me, molto più difficile perchè le istruzioni per le versioni 0.8.xx non sono utilizzabili per la serie 0.9.XX

Nelle settimane scorse ho scoperto che la versione 11 di Real Player offre una funzione che permette la registrazione e lo  scaricamento dello streaming che si trova in rete: basta attivare questa funzione confermando l’apposita richiesta che appare durante l’installazione del software.

A questo punto tutte le volte che su Internet si accederà alla visione di un filmato, apparirà nell’angolo destro del filmato, per circa 7 secondi,  un pulsante con scritto “Scarica questo video”.  Cliccando sul pulsante partirà, in un’altra finestra, la registrazione del filmato che sarà salvato, per default, nella cartella C:\Documents and Settings\Nome utente\Documenti\Video\Download di RealPlayer\. Da questa finestra sarà possibile fermare, riavviare o annullare la registrazione che, se non fate niente continuerà anche se chiudete la pagina del browser dove avete trovato il filmato.

Un’altra caratteristica è che il software di registrazione è indipendente dal lettore Real Player e questo consente il salvataggio al volo, direttamente dal browser internet, anche se il lettore  è chiuso.

Ho fatto alcune prove e devo dire che non è tutto oro quel che luccica, ma comunque si tratta di un tool da provare e da studiare. Per prima cosa ho provato a scaricare il consueto filmato della trasmissione “Podismo e Atletica” dal sito www.runners.it, poi sono passato ad un Video  su “You Tube” e alla fine allo streaming di alcuni siti della Rai (tra cui Rai sport). Con Runners e con You Tube è stato un successo:  ho scaricato i video in tempi veloci e con la stessa qualità video del filmato in rete, mentre con la Rai ci sono stati diversi problemi…

Veniamo ai problemi più comuni:

  • con la Rai è stato difficile catturare lo streaming ed in alcuni casi, anche quando la registrazione è partita, essa si è interrotta dopo alcuni minuti con diversi messaggi d’errore.
  • Di solito RealPlayer cerca di scaricare il formato video originale e in questo caso sembra non avere problemi ne’ di errori e neanche di qualità video.  Altre volte (esempio con i siti Rai) non ci riesce e perciò deve convertire lo streaming  nel formato proprietario Real Player, perdendo un po’ di qualità nel video. In questo caso bisogna agire sui parametri  di configurazione del registratore per conservare una qualità accettabile e fare in modo che il software riesca a scaricare il filmato senza errori.
  • A volte può capitare che  il pulsante per lo scaricamento non appaia sopra ad un video… si tratta di un filmato che Real Player ha riconosciuto come protetto da DRM e che perciò non sarà salvabile sul disco fisso.

Le mie prove sono state poche e limitate, ma in ogni caso credo che il registratore di Real Player sia uno strumento da provare e testare.

*** foto by unpodimondo

Come scaricare e salvare i file in streaming della Rai (e anche di Runners e altre tv on line)

runners.tv

foto da filmato tratto dalla tv di Runners.it

Per lavoro mi è stato chiesto di scaricare da internet un filmato da un sito della Rai e di salvarlo su un file (per una persona che non aveva internet). A prima vista la cosa sembrava abbastanza complessa, ma poi cercando e ricercando, sono riuscito a fare questa operazione. Metto qui la “ricetta” in modo da condividerla con voi e soprattutto come mio promemoria personale per ritrovarla nel caso ne avessi bisogno in futuro.

Ingredienti

  • Un browser (Firefox o Internet Explorer): consigliato Firefox
  • il visualizzatore di video VLC

Procedimento

Fase 1 Recupero dell’indirizzo di streaming

La prima cosa da fare è recuperare l’indirizzo in cui si trova lo streaming. In primo luogo si raggiunge la pagina dove viene trasmesso il filmato e poi si va ad osservare il sorgente della pagina (in firefox “Visualizza – sorgente pagina” in Internet Explorer “Visualizza HTML”)
Nel sorgente della pagina si cerca la parola EMBED e successivamente la riga che inizia con SRC=
Si copia quindi tutto l’indirizzo a cui punta il sorgente e si ottiene qualcosa simile a “/mpASX/0,1067333,sottosezione%253D%2526path%253Dmms%253A
%252F%252Fstreaming%255Erai%255Eit%252Fraitre%252Freport%252F1
80508_report%255Ewmv%2526sezione%253Dautopromo,00.html

Questo non è altro che un URL relativo e perciò lo incolliamo nella barra degli indirizzi di Firefox o Internet Explorer e lo facciamo precedere dalla stringa “http://rai.it/” In pratica avremo nel browser una stringa del tipo:

http://www.rai.it/mpASX/0,1067333,sottosezione%253D%2526path%25
3Dmms%253A%252F%252Fstreaming%255Erai%255Eit%252Fraitre%252Freport
%252F180508_report%255Ewmv%2526sezione%253Dautopromo,00.html

Il risultato molto probabilmente sarà una pagina bianca con la scritta “RAI”. A questo punto basta andare a vedere di nuovo il sorgente di questa pagina (sempre usando “Visualizza – sorgente pagina” o “Visualizza HTML”) per scoprire il reale link del flusso di rete che sarà un link di tipo mms (esempio mms://streaming.rai.it/raitre/report/180508_report.wmv) Facendo un copia di questa stringa avremo recuperato l’indirizzo del nostro file di streaming.

Fase 2 Salvataggio del file su disco fisso

Per questa fase usiamo il programma VLC. Lanciamo il programma VLC e poi andiamo ad aprire Il menu “File – Apri flusso di rete” . A questo punto incolliamo l’indirizzo che abbiamo faticosamente trovato nella casella”HTTP/HTTPS/FTP/MMS” . Mettiamo un visto nella casellina in basso “Trasmetti/salva” e clicchiamo sul bottone “Impostazioni

Nella nuova maschera, selezioniamo la casellina “File” e col bottone “Sfoglia” indichiamo dove salvare il file. Mettiamo poi un visto alla casella “Registra l’entrata” e infine scegliamo il metodo di incapsulazione RAW

Una volta confermate queste scelte con l’ok partirà il VLC che invece di mandare l’output allo schermo lo invierà al file sul nostro disco fisso.

Conclusioni

Per lavoro l’ho usato solo sul sito della Rai, ma una volta tornato a casa l’ho sperimentato anche su altri siti tra cui quelli della Runners.tv, per cui adesso mi registro tutte le puntate delle nostre gare (anzi per Runners tv è molto più facile, rispetto ai filmati RAI).

Aggiornamento del 4 Maggio 2009

Per scaricare i filmati con le ultime versioni di VLC leggete questo post (Scaricare e salvare lo streaming con VLC 0.9.9). Per scaricare con Real Player leggete quest’altro post (Salvare lo streaming usando Real Player v.11)