Rientro alla base….

E così ieri sera siamo tornati alla base… Purtroppo sono finite le ferie, quelle estive che poi da alcuni anni, per motivi scolastici, familiari e lavorativi,  sono le uniche che facciamo in tutto l’anno. Quando avrò aiutato la moglie a disfare i bagagli, scaricato le foto dalle cartine e riordinato un po’ le idee tornerò con dei post più esaurienti… Per ora sappiate che sono rientrato a casa…

Siete curiosi e volete comunque sapere dove siamo stati? Eccovi accontentati subito…

  • 9 giorni al mare a Senigallia in concomitanza col Summer Jamboree… anzi, soprattutto per il Summer Jamboree!
  • Una settimana a Vienna tra musei, chiese, mostre,  castelli, mercati, shopping in occasione del 150° anniversario della nascita di Klimt, con un fuori programma che abbiamo scoperto a fine Luglio mentre preparavamo la vacanza…

Per quale evento ricorderemo soprattutto le ferie del 2012?  Sicuramente per questo….

Foto "Lady Gaga- the born this way ball tour - Wien Samstag 18.08.2012" by unpodimondo - flickr
Foto “Lady Gaga- the born this way ball tour – Wien Samstag 18.08.2012” by unpodimondo – flickr
Annunci

Domani, 1° Maggio boicottate i negozi aperti e …stendetevi su un prato!!!

secondo la questura... #2
foto "secondo la questura... #2" by RICCIO "il colore del ricordo inganna" flickr

Domani è il primo maggio e la festa dei lavoratori è da sempre una ricorrenza laica molto sentita. Fino ad ora le persone che lavoravano erano  poche, soprattutto quelle dedicate ai servizi essenziali di emergenza (forze dell’ordine, ospedali, vigili del fuoco, etc…), mentre gli altri lavoratori facevano festa…

In questi giorni invece sindaci, media e commercianti (dai bottegai alle multinazionali), in nome del Dio Profitto e con scarso (se non nullo) rispetto per i lavoratori, chiedono e si battono per l’apertura dei negozi anche il primo di Maggio.  Questi moderni “sacerdoti” della religione del Pil e dei consumi sfrenati, con la scusa della crisi, vogliono sminuire e distruggere il significato della festa del lavoro, facendola diventare la festa dello shopping e del consumo ad oltranza, mettendo in secondo piano i problemi degli operai, dei precari, dei lavoratori in mobilità e così via…

I sindacati, la Chiesa cattolica e anche qualche raro politico si sono opposti a queste manovre (vedi questi articoli di Repubblica, La Stampa, Il Piccolo, Firenze on Line, Di tasca nostra) ma credo che la risposta più incisiva a questa situazione debbano darla i lavoratori che il Primo Maggio saranno in festa… Boicottate i negozi aperti e non rinchiudetevi in quelle cattedrali dello spreco che sono i centri commerciali. Almeno per un giorno potete rinunciare allo shopping  e al meccanismo del nasci-produci-compra-crepa?

Se anche Dio il settimo giorno si è riposato non potete farlo anche voi, per una volta? Non sapete cosa fare? Organizzate un picnic in campagna, una gita in bicicletta, una partita di pallone, una grigliata, oppure… stendetevi su un prato ad osservare le nuvole!

Le giovani generazioni fanno ben sperare…

***

Ieri mia figlia è andata in centro a fare un po’ di shopping con un’amica e quando è tornata ha estratto dalla borsa i suoi acquisti. Cosa avranno comprato due adolescenti in un giro in centro?

Brevi considerazioni personali sui tre acquisti…

  • Gli occhiali sono la cosa più inutile. Non avete problemi di vista e vi comprate degli occhiali con le lenti bianche? Avrei capito maggiormente degli occhiali da sole. Devo comunque convenire che ballare in una gara di Hip Hop con gli occhialoni alla Arisa ha un suo fascino, completa il look da strada e magari potrebbe anche far alzare di qualche punto la valutazione dei giudici… Quindi Ok per gli occhiali!
  • Il romanzo non sarà un capolavoro della narrativa, ma due adolescenti che passano parte del loro pomeriggio cercando libri fra gli scaffali della Feltrinelli, piuttosto che  sbracandosi in un fast food, è già una nota di cui si può esser fieri.
  • La kefiah è stata la sorpresa delle sorprese… mi sarei aspettato qualche accessorio fighetto e modaiolo e invece la borsa dello shopping conteneva la cara e vecchia kefiah…

Che dire? Che nonostante gli X-Factor, gli Amici della De Filippi e le altre idiozie  televisive… le nuove generazioni lasciano ben sperare!!!

*** foto Arabian Ladybug by Awesomest1 – flickr