Come è andata a finire… la festa de “Il Kantiere”.

Nel precedente post vi ho segnalato la festa che si è tenuta Venerdì scorso presso il centro culturale il Kantiere di Firenze. E’ stata la prima volta che il Gruppo d’Acquisto Solidale di cui faccio parte (Mondogas) è, come dire… uscito allo scoperto. Da più di tre anni  le nostre 15 famiglie fanno la loro spesa alternativa, biologica, biodinamica, a km zero, equa e solidale: così semplicemente, senza tanti fronzoli. Con la festa di Venerdì scorso abbiamo fatto vedere chi siamo, cosa facciamo e soprattutto abbiamo fatto assaggiare a tutti  un po’ delle cose buone che mettiamo sulle nostre tavole ogni giorno. Abbiamo allestito il nostro banchino all’esterno de il Kantiere, insieme alle molte altre associazioni che erano presenti… Mi sarebbe piaciuto visitare più approfonditamente anche gli altri banchini ma il successo del nostro è stato tale che sono stato quasi sempre occupato…

IL FOTORACCONTO (… per i blogger curiosi io ero il fotografo e quindi non appaio mai nelle foto)

Il banchino in fase di allestimento: tovaglia tradizionale a quadrettoni di Eleonora e insegna tecnologica del Leo… Il succo del G.A.S.: internet e le nuove tecnologie come mezzo per comprare prodotti di una volta….

Foto "Festa Kantiere/Mondogas 2012" by unpodimondo - flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012” by unpodimondo – flickr

In primo piano i frolloni al farro e al cioccolato del nostro amico e fornitore Daniele Scapigliati (qui un post dedicato ai biscotti e qui un altro) e più indietro le gallette e la crema spalmabile comprati all’ultimo momento da Stefania alla bottega del commercio equo e solidale… Potevamo lasciare i bambini senza crema alla nocciola?

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Appunto, inziamo a spalmare…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

I nostri volantini di presentazione insieme al parmigiano biodinamico che il nostro Felice ha tirato fuori dalla sua dispensa per sacrificarlo sul nostro banchino con i mieli biologici dei  nostri fornitori Sabrina e Emiliano. Oltre ai classici millefiori e acacia abbiamo unito in matrimonio il Parmigiano con i mielini aromatizzati al peperoncino, alla lavanda e allo zafferano…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

E da bere? Chianti, Vin Santo di Caratello  e per i bimbi succo di mela… (tutto sempre biologico…)

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

La merenda è una lotta fra dolce e salato: da una parte gallette di riso integrali con crema di nocciole, entrambe del commercio equo e solidale, dall’altra pane semintegrale ai cinque cereali con olio biologico dell’Impruneta… A fine serata la tradizione del pane con l’olio straccerà la crema di nocciole…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Cominciano ad arrivare i primi visitatori…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Degustiamo tutti insieme … di qua e di là dal banchino…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Si assaggia, si mangia e si racconta cos’è un Gruppo d’Acquisto Solidale: un gruppo di famiglie che si riunisce insieme per fare una spesa alternativa… Lo spieghiamo soprattutto a chi ci scambia per produttori o venditori e vorrebbe comprare tutto quello che abbiamo sul banchino…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Giovani gasiste* mangiano… e crescono!!!

*dicesi gasista persona che fa parte di un G.a.s.

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Il Parmigiano va a ruba….

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

… soprattutto se accompagnato da un buon chianti…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Si illustra il contenuto del nostro volantino… Nel frattempo termina il pane ai cinque cereali semintegrale… Ci viene in aiuto il ristorantino de il Kantiere che ci offre un sacco di pane bianco… per continuare a preparare il pane con l’olio e con la crema di nocciole…

Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr
Foto “Festa Kantiere/Mondogas 2012″ by unpodimondo – flickr

Ed in effetti spalmiamo e vinelliamo fino a notte fonda…

https://i0.wp.com/farm9.staticflickr.com/8147/7490016966_ae8212fbd7.jpg
http://farm9.staticflickr.com/8147/7490016966_ae8212fbd7.jpg

Ringraziamenti:

  • Al Kantiere che ha organizzato la festa e che ci ospita da oltre 3 anni.
  • Ai nostri  fornitori che ci hanno regalato alcuni dei prodotti che erano sul banchino (Scapigliati, Le Montanine, Sabrina Accioli).
  • A tutti i gasisti di Mondogas che hanno partecipato alla festa: a chi ha allestito il banchino, a chi ha comprato e portato i vari prodotti, spesso togliendoli dalla propria dispensa, a chi ha fatto i volantini e l’insegna, a chi ha distribuito sorrisi e informazioni e infine ai gasisti che erano in ferie ma che ci hanno sostenuto anche da lontano… con idee e suggerimenti!
  • Alle altre associazioni che erano presenti alla festa insieme a noi (Coopi, Informatici senza frontiere, Piccoli passi, Equobì-Bottegotto, Compagnia delle arti di Romena, Cepiss e sicuramente diversi altri che ho dimenticato)

Help: Cercasi idee… per una campagna di Pace!

Hmmm! Idea
foto "Hmmm! Idea" by Xurxo Martínez - flickr

Cari lettori, questo blog e il Movimento Shalom hanno bisogno di voi e soprattutto delle vostre idee!!!

Nei giorni scorsi ho avuto uno scambio di e-mail con Simona, la referente del Movimento Shalom per la campagna “Mele per la Pace” (da quanto vi ho stressato sul blog, ormai sapete tutto sulle Mele della Pace) e ci siamo chiesti con cosa potrebbero essere sostituite le Mele in una futura campagna di Shalom! Insomma, vi chiediamo di spremervi le meningi per trovare un frutto, un alimento o un altro oggetto che possa diventare il protagonista di una campagna  “…per la Pace!”. Non è un concorso, non c’è in palio nessun premio se non l’eventuale onore e la gloria di poter dire:  «E’ stata una mia idea… le rotelline nella mia testa hanno partorito questa magnifica idea di Pace che aiuterà i più poveri nel mondo!»

Per orientare le vostre menti vi metto alcune informazioni:

Vantaggi e problemi avuti con le mele

Le Mele, che da anni accompagnano la campagna di Shalom,  hanno una serie di vantaggi che sono i seguenti:

  • Le mele a Shalom costano pochissimo (talvolta vengono regalate o vendute a prezzi bassissimi) e perciò hanno il vantaggio di non costare molto a chi le compra e di conseguenza di fare tanta beneficenza spendendo poco. Ad esempio nell’ultima campagna con 5€ si compravano 2 kg di mele e il ricavato andava quasi tutto in beneficenza (qui il resoconto finale).
  • Le mele sono un frutto comune che, più o meno, tutti mangiano: dai bambini agli anziani chi  non mangia le mele? Durante la vendita  si capiva da lontano che quelli che  ci dicevano di essere allergici alle mele  stavano solo inventando una scusa per non comprarle…

Gli svantaggi delle mele invece sono i seguenti:

  • Le mele sono un frutto deperibile che non si può conservare a lungo e perciò la Campagna di Shalom deve essere obbligatoriamente fatta nel periodo seguente alla raccolta (Ottobre-Novembre) perchè Shalom non può permettersi di pagare le spese per conservare le Mele nelle celle frigo. Purtroppo le somme per pagare l’affitto delle celle frigo verrebbero detratte dalla quota che va in beneficenza ed è sicuramente preferibile mandare quei soldini in Africa, piuttosto che usarli per tenere le mele “…al fresco”.
  • Come conseguenza del punto precedente la Campagna delle Mele della Pace arriva proprio nel momento di massima produzione delle mele e si sovrappone alle campagne dei supermercati che offrono ai propri soci e clienti lo stesso tipo di mele in offerta speciale… L’ultima volta, noi volontari che vendevamo i sacchetti di mele per la Pace, ci “scontravamo” (amichevolmente s’intende) con l’offerta delle cassette di mele per i soci Coop  che sinceramente ci hanno fatto una certa… come dire… “concorrenza”…

Criteri guida per  le vostre idee:

Vi metto alcuni criteri per stimolare la vostra fantasia:

  • L’oggetto della campagna potrebbe non essere necessariamente un frutto o un alimento: date perciò sfogo alla vostra fantasia…
  • L’oggetto dovrebbe essere qualcosa di uso comune che mangiano o usano tutti, in modo da raggiungere il massimo possibile di potenziali benefattori (quindi niente frutti esotici o prodotti di nicchia…)
  • L’oggetto dovrebbe costare pochino in modo da consentire a chi lo compra di spendere una cifra ragionevole (mediamente tra i 5 e 10€) lasciando un buon margine per la beneficenza: quindi niente ostriche o champagne!
  • L’oggetto dovrebbe non essere deperibile per consentire a Shalom di non avere spese e problemi di stoccaggio  in celle frigo e allo stesso tempo possa consentire di programmare la data della Campagna su un periodo  temporale più ampio di quello delle mele…
  • Infine sarebbe preferibile che questo oggetto-frutto-alimento non fosse già sfruttato da altre associazioni per non creare confusione con altre campagne simili, in modo da legare questo oggetto al nome del Movimento Shalom (ma in fondo questo è sicuramente il punto meno importante).

Potete postare le vostre idee fra i commenti di questo articolo oppure scriverle contattando il blog (cliccando in alto sull’etichetta contatti). Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno aiutarci con qualche fantastica idea…

Le mie idee

Il primo a cimentarsi nell’impresa sono io… Queste sono le mie idee, voi potete smontarmele subito!

Frutta. Per la frutta pensavo alle Noci. Si conservano bene e non necessitano di celle frigo. Sono di uso abbastanza comune e ultimamente sono state riscoperte in veste salutistica: il loro uso quotidiano aiuta a combattere il colesterolo e infatti molti dietologi consigliano di mangiare 3 o 4 noci al giorno. Le noci si possono usare molto bene anche in cucina: dai dolci alle insalate. Una campagna basata su un sacchettino di noci da mezzo kg, magari fatta un po’ prima di Natale , secondo voi, potrebbe andare?

Altri alimenti non deperibili. Ho pensato a cinque diversi tipi di alimenti, tutti convincenti ma con uno in particolare che secondo me è proprio l’ideale. Queste le mie proposte: un vasetto di miele da 1/2 kg, oppure una bottiglina da 1/2 lt di olio, un sacchettino di legumi secchi oppure della cioccolata (magari personalizzata e fatta in collaborazione con qualche produttore del circuito del commercio equo e solidale). Ma secondo me l’alimento ideale è un altro ed ha le seguenti caratteristiche: lo mangiano proprio tutti, non è deperibile, non ha problemi di stoccaggio e di scadenza,  è  economico e si chiama … pastasciutta!!!

Oggetti non alimentari. Visto che la maggior parte delle iniziative delle campagne di Shalom sono a favore dell’infanzia e della costruzione di scuole, perchè non fare una campagna, magari ad inizio Settembre, vendendo dei quadernoni con le immagini dei bellissimi bambini adottati da Shalom? L’intento sarebbe duplice: si vendono i quadernoni per la Pace per finanziare i progetti di Shalom e allo stesso tempo, creando delle copertine con  una grafica accattivante, si fa passare ai bambini e ai ragazzi un messaggio educativo di pace e fratellanza. Che ne dite?

Queste sono le mie idee: adesso il blog aspetta le vostre: aiutateci!!!!

Da Firenze all’Abruzzo tanti aiuti che partiranno domani…

***

Mi ero ripromesso di parlare degli aiuti che dalla Toscana partono per l’Abruzzo ma, grazie a Dio la generosità è grande e le iniziative sono tantissime, perciò non è umanamente possibile elencarle tutte. Vi segnalo perciò due delle più urgenti, perchè domani pomeriggio partiranno i furgoni e perciò non c’è tempo da perdere…

Firenze Rugby 1931

La squadra di Rugby Firenze 1931, gemellata con la squadra dell’Aquila Rugby, ha adottato il Centro Sfollati dello Stadio Acquasanta – L’Aquila – dove tutta la società de L’Aquila Rugby sta prestando soccorso agli sfollati. Dalla settimana scorsa hanno già inviato diversi carichi  di materiale (ci ha lavorato anche la mia amica Denise). Potete seguire via via le varie esigenze e la cronaca delle precedenti missioni  in questa pagina del loro sito. Ecco cosa servirebbe per domani:

Internet Point:
Stiamo cercando di allestire un Internet Point alla Tendopoli dell’Aquasanta per collegare al Web e poter leggere la solidarietà del mondo a chi sta in una tenda. Se qualcuno conosce privati o aziende che possono donare PC usati ma in buone condizioni per potersi collegare al Web li faccia portare martedì mattina dalle ore 9.30 alle ore 12.30 al Padovani, viale Paoli, 21 Firenze. Il furgone parte alle 13.00!!!

Alimenti:
Servono olio e vino in confezioni da 1 litro, non grandi per utilizzare nelle mense della tendopoli. Formaggi e Salumi sottovuoto.
Orario di apertura della raccolta Martedi dalle ore 9.30 alle ore 12.30 Il furgone partirà alle ore 13.00 …. !

tratto dal sito del firenze Rugby 1931

Misericordia di Firenze.

La Misericordia di Firenze sta assistendo il campo ITALTEL 2 dove sono ospitate 300 persone e raccolgono il materiale da inviare al campo presso la sede di Via del Sansovino 172. Potete seguire l’evoluzione della raccolta  in questa pagina web. Ho parlato mezz’ora fa con un addetto che mi ha confermato l’invio di un carico per domani pomeriggio. Mi ha anche detto che faranno altri invii durante la settimana e che il materiale richiesto sarà sempre lo stesso, pertanto se non ce la fate a portare qualcosa domani mattina potete portarlo anche nei prossimi giorni e sarà ben accetto. Ecco cosa serve:

Nel primo pomeriggio di martedì 14 aprile p.v. un nuovo convoglio della Misericordia di Firenze partirà per raggiungere il campo ITALTEL 2, nel quale i nostri fratelli stanno assistendo 104 nuclei familiari (circa 300 persone). Chiunque potrà offrire il proprio contributo portando quanto di seguito indicato al punto di raccolta di via del Sansovino, 172 (o presso le altre sezioni della Misericordia: Piazza Duomo – Viale dei Mille 32 – Via Faentina 324). Di seguito è riportata la lista dei generi di prima necessità che sono stati richiesti dai fratelli che stanno operando nelle zone terremotate: consigliamo i benefattori di attenersi a quanto indicato nella lista onde evitare inutili sprechi. Che Dio Ve ne renda merito!

LISTA DEI GENERI DI PRIMA NECESSITÀ RICHIESTI DAI FRATELLI DELLA PROTEZIONE CIVILE

LENZUOLA
FEDERE
MERENDINE
PELATI
BISCOTTI
OLIO OLIVA
CAFFÈ
SUCCHI FRUTTA BRIK
ALIMENTI IN SCATOLA
SECONDI IN SCATOLA
PIATTI ETC IN PLASTICA
PRODOTTI PULIZIA CUCINA
PRODOTTI PULIZIA BAGNI
SALVIETTE UMIDIFICATE
SAPONETTE
CARTA IGIENICA
PETTINI
SPAZZOLE
SACCHI NETTEZZA
ROTOLI CARTA PER ASCIUGARE MANI

tratto dal sito della Misericordia di Firenze

*** foto TERREMOTO: L’AQUILA; ONNA CANCELLATA, PAESAGGIO SPETTRALE by αnnα