Urgente: S.o.s. Occhiali!

Foto

Foto “Gafas nuevas” by srgpicker – flickr

Buonasera amici,

sono a chiedervi un favore che consiste in un piccolo passaparola! Sono stato contattato da un negozio di ottica di Venezia che ha raccolto un certo numero di occhiali e di montature usate da regalare in beneficenza! Mi scrivono che l’associazione che, fino all’anno scorso, li raccoglieva per inviarli alle missioni non li ritira più e loro non sanno a chi consegnarli. Conoscete qualcuno di fidato che raccoglie gli occhiali solidali e che garantisce per l’effettiva consegna alle persone bisognose? Pensando che quando vado a letto metto gli occhiali sul comodino mi sono venuti in mente i terremotati del centro Italia: sicuramente qualcuno li avrà persi nella notte del sisma…

Questo blog si era occupato di occhiali solidali nel 2009 (qui) ma ormai è passato tanto di quel tempo che le notizie sono troppo vecchie… Se qualcuno avesse dei consigli più recenti per inviare questi occhiali a chi ne ha necessità, lo scriva nei commenti e io girerò tutte le indicazioni al negozio di  Ottica di Venezia!

Grazie del passaparola!

Marco

Annunci

L’appello di Alex Zanotelli per i due referendum sull’acqua.

La bellezza dell’iniziativa dei referendum sull’acqua pubblica e più in generale delle attività legate al tema dell’acqua come bene comune, è che fin dalla raccolta delle firme per il referendum ma ancora prima per la proposta di legge popolare in Toscana, si è trattato di argomenti nati e cresciuti da comitati di gente comune. Persone  come me e come voi,  magari di estrazioni culturali, politiche e religiose diversissime,   si sono riunite sotto il tema comune dell’acqua e senza il sostegno dei partiti e delle istituzioni si sono impegnate in prima persona per raccogliere le firme e portare alle urne milioni di italiani sul tema dell’acqua. Certi partiti prima hanno ignorato i comitati, li hanno  combattuti e alla fine, rendendosi conto della portata dell’iniziativa, si  sono accodati verso il Si ai quesiti  referendari…

Personalmente se dovessi scegliere una voce e un volto che rappresenti tutta questa bellissima galassia di migliaia di persone, comitati e gruppi che si stanno spendendo per l’acqua bene comune, sceglierei sicuramente il missionario comboniano Alex Zanotelli che da anni si batte su queste tematiche. Perchè? Perchè è un uomo mite, semplice e che ad una prima impressione sembra fragile: invece basta sentirlo parlare per capire  tutta la determinazione e   la forza che ha dentro di sé.

Vi lascio perciò con l’appello di Alex Zanotelli a favore  del SI ai due referendum sull’acqua pubblica. Perchè se le persone semplici, miti uniscono le loro forze e la loro determinazione, come ha scritto qualcuno su Internet, “…alle multinazionali dell’acqua e del nucleare gli possiamo fare un quorum così…”

Andate a votare, portate con voi nonni, vicini, parenti e amici,  per raggiungere il quorum e…. votate 4 SI!

foto "4 SI per dire NO!" by Jekyll283 - flickr

foto "4 SI per dire NO!" by Jekyll283 - flickr

La casa di Babbo Natale… da Firenze per l’America Latina

Father Christmas // Santa Claus // Père Noël

Foto "Father Christmas // Santa Claus // Père Noël" by Stéfan flickr

Dopo il successo di oggi pomeriggio, Domani, Sabato 19 e Domenica 20 Dicembre la Limonaia di Villa Vogel (in via delle Torri 23 a Firenze), ospiterà la “Casa di Babbo Natale” dove tutti i bambini da 3 a 10 anni potranno passare insieme il pomeriggio con lettura di storie, giochi, marionette, laboratori e potranno fare merenda insieme a Babbo Natale! Il ricavato sarà devoluto alla Pia Società di S. Gaetano per le Missioni in America Latina.

Raccolta di occhiali usati per il Terzo Mondo

Foto Petites lunettes by hellgy - flickr

Foto "Petites lunettes" by hellgy - flickr

Ormai sono una parte di me: appena scendo giù dal letto inforco gli occhiali e me li tolgo la sera, prima di andare a dormire. Semplicemente non potrei vivere senza i miei occhiali. Eppure in molte parti del mondo un paio di occhiali sono un lusso che tante persone non possono permettersi. Nelle scorse settimane ho scoperto due iniziative molto interessanti che, allo stesso modo, raccolgono occhiali usati che una volta ripuliti e riparati, vengono spediti in Asia ed Africa a tante persone che non potrebbero, in nessun altro modo, procurarsi un paio di occhiali da vista o da sole.

La prima iniziativa di questo tipo è fatta dal Lions e tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.raccoltaocchiali.org. Di solito viene fatta una giornata di raccolta annuale ad Aprile, ma ci sono anche decine di punti di raccolta permanenti (presso negozi di ottica) che ritirano, in appositi contenitori gli occhiali, che poi saranno spediti  al centro di raccolta nazionale che si occupa di pulirli, ripararli e catalogarli. A questo link si trovano i punti di raccolta permanenti di tutta Italia. In Toscana ci sono punti di raccolta a Firenze, Pisa,  Livorno, Lucca e Pistoia.

Un’iniziativa analoga è organizzata dai Padri Dehoniani della Scuola Missionaria di Padova che raccolgono gli occhiali da inviare in Congo, ma gli ottici che aderiscono a questa iniziativa sono solamente in Veneto e nel Nord Italia. In compenso sul sito dei padri Dehoniani c’è molto materialie interessante sulla raccolta. Vi segnalo ad esempio:

Se penso agli occhiali vecchi che io e  miei familiari abbiamo accumulato nella vita e che giacciono inutilizzati in fondo a qualche cassetto, penso proprio che dobbiamo fare presto questo semplice gesto di donarli e forse faremo felice più di una persona…