Guardare gratis le olimpiadi in tv e in rete

Foto "London 2012 Olympics Tourch" by AslanMedia - flickr
Foto “London 2012 Olympics Tourch” by AslanMedia – flickr

Premessa: questo post è in progress, quindi se vi interessa l’argomento tornate qui più volte, perchè verrà aggiornato continuamente…

La Rai e Sky… una vergogna tutta italiana.

Sono iniziate le olimpiadi di Londra 2012 ma sugli schermi tv italiani, se non siete abbonati a Sky, vedrete ben poche cose. Come riporta questo articolo de “La Stampa”, Sky proporrà duemila ore su 13 canali, Eurosport 420 ore mentre la Rai proporrà solamente la miseria di 200 ore su Rai2 (non cercate le olimpiadi sui canali di Raisport perchè non le troverete).

Se andate a consultare questa pagina di Wikipedia, dove  troverete tutti i broadcaster delle Olimpiadi di Londra 2012, scoprirete che Sky si è aggiudicata le Olimpiadi solo in 3 nazioni in tutto il mondo: le isole Fiji, la Nuova Zelanda e l’Italia. In tutte le nazioni europee, perfino nella Grecia e nella Spagna martoriate dalla crisi, i giochi olimpici sono trasmessi gratuitamente dalle televisioni pubbliche. Non saprei dire se un comportamento simile della Rai sia il frutto dell’incapace malagestione della dirigenza della tv di Stato, delle manovre della concorrenza tv, del conflitto di interessi di un ex-presidente del Consiglio, oppure di un mix di tutte queste cause… Insomma i telespettatori italiani sono quelli che in Europa vedranno meno olimpiadi…

Come vedere i giochi sulle tv in chiaro via satellite

Se non vi spaventano le telecronache in altre lingue e se avete un impianto di ricezione satellite almeno dual feed (o ancora meglio con un impianto di antenna motorizzata) potete vedere le olimpiadi gratis e legalmente, sui canali sottostanti…

Questa parte dell’articolo è in progress… tornate spesso e vedrete allungarsi la lista…

Satellite Hotbird 13.0° Est

  • Arryadia – Marocco – arabo
  • ZDF – Germania –  tedesco
  • Saudi Sport 1 – Arabia – arabo
  • Saudi Sport 2 – Arabia – arabo
  • Tunisia Tv1 – Tunisia – arabo
  • Bahrain International – Bahrain – arabo

Satellite Astra 19.2° Est

  • Eurosport deutschland – Germania – tedesco
  • ARD – Germania – tedesco
  • ZDF – Germania –  tedesco

Satellite Atlantic Bird 3 – 5.0° West

  • France 2 – Francia –  Francese
  • France 3 – Francia – Francese

Come vedere i giochi in streaming on line.

Ho fatto alcune prove per vedere on line i giochi in streaming: a parte alcuni canali che trasmettono in chiaro le gare in differita dei giorni precedenti, in orari notturni o la mattina presto (tv albanese o tv rumena), il resto delle trasmissioni non è  disponibile per l’Italia.

In realtà esistono delle modalità per vedere i giochi in streaming live (magari non sono troppo legali): ad esempio con qualche smanettamento è possibile nascondersi dietro un proxy anonimo o un proxy dello stato estero di cui si vuole vedere la tv (chi vuole può trovare molte informazioni in rete…). Allo stesso modo potete consultare i link di streaming sul sito del “cartellino rosso” che ormai conoscete tutti e che potete trovare qui.

In ogni caso la situazione è fluida e magari ne prossimi giorni può scapparci qualche nuova informazione… D’altra parte anche il post è in progress…

Buona visione!

Chi volesse aggiungere nuovi canali può farlo con un commento….

Annunci

Ci mancava solo questa: pagare per pregare!!!

Pope Benedict XVI
foto "Pope Benedict XVI" by Sergey Gabdurakhmanov - flickr
  • 10 sterline (11,98 €) per la data di Londra del 18 Settembre ad Hyde Park – biglietti disponibili 130.000.
  • 25 sterline (29,96€) per la data di Birmingham del 19 Settembre a Cofton Park – biglietti disponibili 70.000.

Quelli che avete letto qui sopra non sono i prezzi dei biglietti per l’ultima tournée inglese di qualche gruppo rock. No, sono i prezzi dei biglietti che i fedeli dovranno pagare per assistere ad una messa e ad una veglia di preghiera durante il viaggio di Benedetto XVI in Inghilterra, il prossimo mese di Settembre.

Ci mancava solo questa… Un fedele che vuole pregare e ascoltare le parole del vicario di Gesù Cristo è costretto a pagare un biglietto, come se andasse ad un concerto rock… E che prezzi! Il tariffario prevede 10 sterline per una veglia di preghiera a Londra e 25 per una messa (comprensiva di beatificazione) a Birmingham mentre, come sempre, i  “vip” entreranno gratis! Al contrario in Scozia, sempre nello stesso viaggio, le cerimonie saranno gratuite.

Leggete cosa scrive il Sole 24 Ore:

Per assistere a due degli eventi previsti durante la visita di Benedetto XVI in Gran Bretagna, in programma dal 16 al 19 settembre prossimi, i fedeli per la prima volta dovranno pagare un «biglietto»: […] la veglia di preghiera a Hyde Park, a Londra, il 18 settembre e la cerimonia di beatificazione del cardinale John Henry Newman che avrà luogò a Birmingham, nel Cofton Park, domenica 19. Per la prima – riporta oggi anche la stampa britannica – saranno messi a disposizione 130.000 biglietti mentre per la messa di beatificazione ce ne saranno 70.000. Il biglietto costerà 25 sterline per Birmingham (pari a 30 euro) e 10 sterline per Londra (12 euro).

Il Catholic Herald online spiega che anche i mille preti che concelebreranno a Birmingham dovranno pagare, mentre saranno esentati i duemila “vip” che assisteranno all’evento. Nessuna tariffa d’ingresso è stata imposta invece ai fedeli scozzesi che assisteranno alla messa di Benedetto XVI al Bellahouston Park, presso Glasgow, in programma il 16 settembre.[…]

Il costo del biglietto dà diritto a un «kit del pellegrino»[…] un “pass” del pellegrino, che includerà un Cd sul viaggio, tutto il materiale sanitario e di sicurezza, una travelcard, il libro di preghiera ‘Magnificat’ e un pacchetto commemorativo. […]

tratto dall’articolo “Per vedere il Papa i fedeli britannici pagheranno il biglietto” pubblicato il 30.07.2010  sul sito del Sole 24 ore on line.

Con profondo rammarico vi dico che come credente sono rimasto veramente disgustato e preferisco astenermi da qualsiasi commento. Vi lascio solo con una frase tratta dai Vangeli

Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato».

tratto dal Vangelo di Giovanni cap.2 versetti 13-16

p.s. Mi resta una sola domanda: ma il costo del biglietto è comprensivo di diritti di prevendita o questi vanno pagati a parte?

Complimenti a Rio de Janeiro per i Giochi Olimpici del 2016!

foto 2016 Olympic Games in Rio de Janeiro!!! by SantaRosa OLD SKOOL - flickr
foto "2016 Olympic Games in Rio de Janeiro!!!" by SantaRosa OLD SKOOL - flickr

Forse su questo blog non l’ho mai detto, ma da ormai quasi 20 anni sono uno dei più importanti collezionisti di gadgets olimpici italiani (in particolar modo pins olimpiche) e perciò seguo i giochi con particolare interesse ed emozione! Nonostante tutte le critiche che si possono muovere al Comitato Olimpico internazionale e alle multinazionali che sponsorizzano i giochi, volenti o nolenti, le Olimpiadi rimangono l’unico evento planetario che raduna in pace e fratellanza i rappresentanti di tutti i paesi del mondo.  Basti pensare ai paesi belligeranti, come Usa e Iraq che solo alle Olimpiadi si incontrano su un campo sportivo anziché su un campo di battaglia…

E’ con questo spirito che ieri pomeriggio ho seguito on line lo streaming della sessione del Cio in cui si sceglieva la città che ospiterà i giochi estivi del 2016. Con altri amici collezionisti di tutto il mondo abbiamo fatto anche un piccolo gioco per indovinare chi avrebbe vinto ed io sono stato il primo che ha ipotizzato la vincita di Rio de Janeiro. Molti propendevano per Chicago (la maggior parte era statunitense), pochi propendevano per Tokyo e dopo la mia previsione e le mie argomentazioni, alcuni altri mi hanno seguito scegliendo Rio de Janeiro…

Le città in lizza erano 4: Madrid, Chicago, Tokyo e Rio de Janeiro. Secondo le previsioni dei collezionisti olimpici le due finaliste dovevano essere Chicago e Rio, ma quando abbiamo visto che Chicago è uscita alla prima votazione è stato chiaro che per Rio la strada era ormai tutta in discesa…

Madrid era scontato che non sarebbe stata scelta perché le Olimpiadi del 2012 si terranno a Londra ed è dal 1952 che i giochi estivi non si tengono consecutivamente per due volte nello stesso continente: l’ultima volta fu Londra 1948 e Helsinki 1952 ma si trattava di un periodo particolare, nel dopoguerra della II° Guerra mondiale. Per ragioni simili anche Tokyo non aveva molte chance: Pechino 2008 era troppo vicina per riportare i giochi olimpici in Asia un’altra volta.

I continenti in cui le olimpiadi estive mancavano da più tempo erano le Americhe (gli ultimi giochi sono stati quelli di Atlanta 1996), con la differenza che gli Stati Uniti hanno avuto, nel secolo scorso, ben 4 edizioni dei Giochi (Saint Louis 1904, Los Angeles 1932 e 1984 e Atlanta 1996), mentre tutta l’America Latina non ha mai avuto un’edizione dei giochi. Anzi, ad essere precisi, se togliamo le due edizioni Australiane (Melbourne 1956 e Sydney 2000) è tutto l’emisfero sud del Mondo che fino ad ieri non aveva mai ospitato nessuna edizione dei Giochi Olimpici (ne’ invernali e ne’ estivi). Al di là di queste considerazioni va anche ricordato che Rio de Janeiro nel 2007 ha ospitato un’eccellente edizione dei giochi Panamericani e perciò erano conosciute anche le capacità organizzative dei Brasiliani.

In ogni caso la vittoria di Rio de Janeiro non è solo la vittoria del Brasile, ma di tutta l’America Meridionale e del Sud del Mondo. Congratulazioni a Rio de Janeiro!

p.s. Fra tutti i continenti manca all’appello soltanto l’Africa che ieri non aveva città candidate e che ancora non ha mai ospitato i Giochi Olimpici. Ci auguriamo che il 2020 possa essere la volta del continente nero: per ora attendiamo i campionati del mondo di calcio che il prossimo anno si terranno in Sud Africa!