Love has no labels…

Un’amica mi ha segnalato questo video statunitense, prodotto per lo scorso San Valentino e dedicato all’amore, contro ogni pregiudizio (che spesso abbiamo  anche inconsciamente). Guardatelo: è bellissimo!

Prima di ogni altra cosa siamo tutti umani.
E’ il momento di abbracciare la diversità.
Mettiamo da parte le etichette in nome dell’amore.

traduzione dal sito  che ha prodotto il video (http://lovehasnolabels.com)

Annunci

C’è un Marziano in Vaticano?

Foto
Foto “Su Santidad Papa Francisco” by arkhangellohim – flickr

A quasi un anno e mezzo dall’elezione di Papa Francesco continuo a pensare che c’è stato qualcosa che è andato storto… Da allora mi domando se i cardinali non sapevano chi era quello che hanno scelto come capo supremo della Chiesa Cattolica, oppure se lo Spirito Santo ci ha davvero messo lo zampino e ha fatto  scegliere loro una personalità che è avanti anni luce rispetto a tutto il clero… Nel dubbio, noto una differenza abissale tra quanto detto e scritto da Papa Francesco e quanto praticato dai suoi ministri, come potete leggere da queste 3 notizie pubblicate sulla stampa nell’ultimo mese…

Accoglienza dei migranti.

Lo scorso 10 Settembre 2013 il Santo Padre visitò il Centro Astalli, un centro di accoglienza per rifugiati dei Gesuiti. Nel suo discorso pronunciò queste frasi:

[…] Il Signore chiama a vivere con più coraggio e generosità l’accoglienza nelle comunità, nelle case, nei conventi vuoti. Carissimi religiosi e religiose, i conventi vuoti non servono alla Chiesa per trasformarli in alberghi e guadagnare i soldi. I conventi vuoti non sono vostri, sono per la carne di Cristo che sono i rifugiati. Il Signore chiama a vivere con più coraggio e generosità l’accoglienza nelle comunità, nelle case, nei conventi vuoti. […]

tratto dal discorso pronunciato da Papa Francesco al Centro Astalli del 10/09/2013

A nove mesi dal discorso del papa l’Ansa è andata a verificare quanti posti per i rifugiati sono stati creati nei conventi vuoti di Roma. La notizia, riportata a suo tempo solo da Rainews e dall’edizione Romana di Repubblica, parla di soli 7 posti in due conventi: 2 posti per rifugiati politici presso la sede provinciale delle suore di San Giuseppe di Chambery e 5 posti per donne rifugiate e il figlio di una di loro presso le suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret. In compenso, secondo questo articolo di Repubblica,  a Roma e provincia ci sarebbero almeno 200 conventi con 15.000 posti letto con caratteristiche simili ad alberghi o bed and breakfast. Ho scoperto che esiste persino un portale in stile “trivago”, che raccoglie le prenotazioni per i conventi che accolgono turisti e pellegrini, logicamente tutti paganti: www.istituti-religiosi.org  (in questa pagina trovate tutti i conventi di roma mentre qui invece trovate un articolo di un portale di turismo sull’accoglienza dalle suore)

Giudizio sui gay.

Nella conferenza stampa fatta dal papa in aereo durante il ritorno dalle Giornate mondiali della Gioventù in Brasile, il Papa disse:

[..] Se una persona è gay e cerca il Signore e ha buona volontà, ma chi sono io per giudicarla? Il Catechismo della Chiesa Cattolica spiega in modo tanto bello questo, ma dice – aspetta un po’, come si dice… – e dice: “non si devono emarginare queste persone per questo, devono essere integrate in società”. Il problema non è avere questa tendenza, no, dobbiamo essere fratelli […]

dalla conferenza stampa di Papa Francesco sull’aereo di ritorno dalle Giornate mondiai della Gioventù in Brasile del 28/07/ 2013.

Leggiamo invece sulla stampa in questi giorni del mancato rinnovo del contratto di lavoro per una maestra che lavorava con ottimi risultati nell’istituto cattolico parificato Sacro Cuore di Trento a causa della sua probabile omosessualità. Le cronache raccontano di un umiliante colloquio fra la madre superiora, direttrice della scuola, e la maestra sospettata di essere lesbica nel quale la suora avrebbe legato il rinnovo del contratto ad una smentita della propria supposta omosessalità e alla volontà della maestra di porvi rimedio. Allo stato attuale credo che la maestra sia senza lavoro e ciò configurerebbe un licenziamento causato da una grave discriminazione sessuale. Per approfondire: da Huffington Post e da Il fatto quotidiano.

Accoglienza dei disabili.

L’ultima notizia di questi giorni riguarda un ragazzino disabile che è stato rifiutato dal centro estivo di una Parrocchia romana. Eppure il Santo Padre nel suo discorso ai disabili ad Assisi aveva affermato:

[…] Noi siamo fra le piaghe di Gesù, ha detto lei, signora. Ha anche detto che queste piaghe hanno bisogno di essere ascoltate, di essere riconosciute. E mi viene in mente quando il Signore Gesù andava in cammino con quei due discepoli tristi. Il Signore Gesù, alla fine, ha fatto vedere le sue piaghe e loro hanno riconosciuto Lui. […] E qui è Gesù nascosto in questi ragazzi, in questi bambini, in queste persone. Sull’altare adoriamo la Carne di Gesù; in loro troviamo le piaghe di Gesù. Gesù nascosto nell’Eucaristia e Gesù nascosto in queste piaghe. Hanno bisogno di essere ascoltate! Forse non tanto sui giornali, come notizie; quello è un ascolto che dura uno, due, tre giorni, poi viene un altro, un altro… Devono essere ascoltate da quelli che si dicono cristiani. Il cristiano adora Gesù, il cristiano cerca Gesù, il cristiano sa riconoscere le piaghe di Gesù. E oggi, tutti noi, qui, abbiamo la necessità di dire: “Queste piaghe devono essere ascoltate!”.[…]

discorso del Santo Padre durante l’incontro con i bambini disabili e ammalati dell’Istituto Serafico di Assisi del 4/10/2013

Il ragazzino in questione si chiama Christian, ha la sindrome di Down e lo scorso anno, grazie ad una petizione firmata da 30.000 persone su Change.org ottenne la cittadinanza italiana. Quest’anno è stato rifiutato dal centro estivo della Parrocchia di Piazza Capecelatro a Roma. Dopo questa porta chiusa in faccia la madre battagliera di Christian ha lanciato una nuova petizione indirizzata a Papa Francesco chiedendo che con i fondi dell’8 x 1000 della Chiesa Cattolica si possa inserire del personale specializzato  che consenta anche ai ragazzini disabili di frequentare i centri estivi parrocchiali.

Se volete firmare la petizione potete andare a questo link

Come concludere? Che spesso fra il dire (del papa) e il fare (dei suoi ministri) c’è di mezzo il mare… O forse c’è un marziano in Vaticano?

Dieci Onlus per me, posson bastare….

Foto
Foto “Peace. Love. Respect.” by head.WEST – flickr

Tempo di dichiarazione dei redditi e quindi di scelta dell’Associazione Onlus a cui devolvere il nostro 5 per mille. Come ho scritto in un analogo post di alcuni anni fa:

…l’Associazione a cui ognuno devolve il proprio 5 per mille è un po’ come la fidanzata… Ognuno  ha nel cuore la sua e per lui è la più bella del mondo!

Partendo da questa considerazione mi sono chiesto… perchè non parafrasare il brano di Mogol e Battisti “Dieci ragazze” e fare un elenco delle dieci Associazioni che ritengo più meritevoli per ricevere il 5 per mille?

Per ognuna trovate il codice fiscale da segnare sul 730, il link alla loro pagina del 5 per mille e una breve frase sul perchè secondo me se lo meritano.

1) Movimento Shalom – C.F. 91003210506

Perchè a casa mia abbiamo due adozioni a distanza e io stresso la Chiara tutte le settimane. Perchè i progetti nel Sud del Mondo sono fatti con la popolazione locale e creano veri posti di lavoro e posti a scuola, invece di calare dall’alto assistenzialismo e beneficenza.

2) Emergency – C.F. 97147110155

Perchè Emergency è forse l’unico motivo per cui ancora vale la pena dirsi orgogliosi di essere italiani.  Perchè costruisce ospedali d’eccellenza nei paesi martoriati dalle guerre, quelle che il nostro Stato e i media di regime continuano a chiamare “missioni di pace”. Perchè voglio che la rivista “E-il mensile” torni nelle edicole.

3) Ospedale Pediatrico Meyer – C.F. 94080470480

Perchè è una delle eccellenze della Pediatria italiana. Perchè l’ospedale è così bello che non sembra nemmeno un ospedale. Perchè al suo interno viene svolta tantissima ricerca scientifica dedicata alle malattie infantili soprattutto a quelle genetiche e ai tumori. Perchè i clown del Meyer sono divertentissimi.

 4) Mani Tese – C.F. 02343800153

Perchè tramite il riuso, il riciclo e la vendita di tanti oggetti che altrimenti sarebbero finiti in discarica promuovono progetti di giustizia e di cooperazione allo sviluppo nel Sud del Mondo. Perchè nei loro mercatini trovo un sacco di cose per le mie collezioni a prezzi imbattibili e contemporaneamente faccio del bene. Perchè mi piace la loro lotta a favore della Sovranità Alimentare.

5) Greenpeace – C.F. 97046630584

Perchè le loro azioni a favore dell’ambiente e del pianeta sono altamente spettacolari ma allo stesso tempo sempre non violente. Perchè il clima e l’ambiente non possono aspettare!

6) Trisomia 21 Firenze – C.F. 94020840487

Perchè si occupa dell’integrazione e dell’autonomia delle persone Down. Perchè Antonella è il presidente di Onlus più vulcanico che io abbia mai conosciuto. Perchè il loro blog è uno dei più simpatici e divertenti della blogosfera (qui potete leggerlo).

7) Associazione Tumori Toscana – C.F. 94076680480

Perchè purtroppo li ho visti all’opera nelle cure domiciliari ai malati di tumore, quando lo scorso anno venivano dal figlio di un mio vicino di casa.

8) Emmaus Italia – C.F. 92040030485

Perchè, come Mani Tese, anche loro riciclano e riusano gli “scarti” della società consumista. Perchè con i proventi dei loro mercatini  finanziano azioni a favore delle persone più svantaggiate, sia in Italia che nel resto del mondo. Perchè la loro azione si ispira a quella di una delle più grandi figure europee dello scorso secolo: l’Abbé Pierre! Perchè è un piacere frugare fra le loro cianfrusaglie per trovare oggetti per le mie collezioni…

9)  Libera – C.F. 97116440583

Perchè se vogliamo che l’economia italiana si riprenda dobbiamo sconfiggere la criminalità organizzata e la corruzione. Perchè la loro pasta biologica è ottima… e pure le arance!

10) Regalami un sorriso – C.F. 92076170486

Perchè sono un gruppo di podisti e di fotografi che corrono e/o scattano foto e contemporaneamente fanno della solidarietà. Perchè lo scorso anno hanno donato decine di defibrillatori a associazioni, enti, gruppi sportivi delle provincie di Prato, Firenze e Pistoia, curando anche la formazione del personale.

Avrei molte altre associazioni da segnalare ma purtroppo, proprio come con la fidanzata, anche nel 730 vige la monogamia e quindi bisogna segnare una sola onlus… Che peccato non devolvere qualcosa a tutti…

Una cosa a cui non avevano pensato quei gran geni della Apple…

Dici Apple e pensi a quei gran geni di Cupertino, pensi al compianto Steve Jobs che molti considerano un guru quasi fosse una via di mezzo fra un Leonardo Da Vinci e una sorta di santo laico della tecnologia. Dici Apple e pensi a tutti quei gioiellini elettronici che cominciano per “I”…

Eppure tutti questi gran geni non hanno mai pensato a rendere gli IPHONE accessibili ai non vedenti. C’è voluto un ingegnere informatico fiorentino ipovedente, Claudio Guida, ad inventare la BraillePad, ovvero una app che trasforma la tastiera virtuale sullo schermo touchscreen dell’Iphone in una vera dattilobraille. Come ha dichiarato in varie interviste, fino alla versione 2 Claudio Guida ha fatto tutto da solo, poi ha avuto il supporto del gruppo ‘universal access’ di google che raccoglie la comunità di non vedenti e ipovedenti che usano i prodotti della Apple.

Come dire?  …Chi fa da sé fa per tre! …E chissà se a Cupertino se ne saranno accorti…

Foto
Foto “Braille Alphabet abcdefghi” by lambdachialpha – flickr
Foto
Foto “Braille Alphabet jklmnopqr” by lambdachialpha – flickr
Foto
Foto “Braille Alphabet stuvwxyz” by lambdachialpha – flickr

A Cerreto Guidi la festa dei giovani del Movimento Shalom con Simona Atzori.

Martedì 4 Settembre 2012 a Cerreto Guidi (Fi) il Movimento Shalom, a conclusione dei campi estivi 2012, organizza la Festa dei Giovani con il seguente programma.

Per maggiori info tel 0571-400462 shalom@movimento-shalom.og

Il video di un’esibizione di Simona Atzori con la compagnia del Pescara Dance Festival.

Oggi pomeriggio, l’inaugurazione del Social-Kiosko.

Foto "Via Lungo le Mura di Santa Rosa" - by rfzappala - flickr
Foto “Via Lungo le Mura di Santa Rosa” – by rfzappala – flickr

Si lo so che avevo detto che a causa di problemi di adsl non avrei postato per un po’… ma come fai a non fare un post quando un’amica ti gira una mail con la preghiera di fare il passaparola?

Oggi, Lunedì 16 Luglio alle ore 18.30, presso il CIRCOLO LA RONDINELLA in via Lungo Le mura di Santa Rosa 02 a Firenze (ovvero nello storico Torrino di Santa Rosa, posto sul Lungarno in San Frediano) la Cooperativa Sociale Liberamente vi invita all’inaugurazione del

SOCIAL – KIOSKO

dove potrete trovare

FRULLATI
FRAPPE’
FRUTTA FRESCA
SPIEDINI DI FRUTTA

Liberamente è una cooperativa sociale di tipo B che nasce a Firenze nel 2010 grazie alla volontà di un gruppo di persone che da tanti anni lavorano nell’ambito dell’assistenza e dell’integrazione socio-economica di soggetti con disabilità di tipo psichiatrico. Da alcuni anni la cooperativa gestisce anche un negozio chiamato Cambio Spesa  in Via Giovanni da Montorsoli 7 a Firenze, nel quartiere 4 zona Isolotto, dove vengono venduti alla cittadinanza prodotti biologici e a km zero con consegna a domicilio.

Un frappè del Social Kiosko contiene al suo interno…

  • Promozione umana ed integrazione sociale di cittadini in difficoltà che nel lavoro riprogettano spazi di vita autonoma.
  • Un nuovo valore alla frutta invenduta del Mercato Ortofrutticolo di Novoli che viene ”rivisitata”….
  • La costruzione di un futuro più sostenibile che dia valore ai frutti della nostra terra e del nostro lavoro.

Natale Solidale: le golosità di Trisomia 21… e una bella lotteria!

Il Natale è anche tempo di tavolate, brindisi e tante dolcezze da condividere golosamente con amici e parenti… Quindi cosa c’è di meglio che regalare e regalarsi ottimi dolci, squisiti vini e golose cioccolate? Farlo attraverso una donazione a Trisomia 21 di Firenze, per sostenere le attività a favore dell’autonomia e dell’integrazione delle persone con sindrome di Down.

Voi fate una donazione a Trisomia 21 e in cambio vi verranno regalate le  golosità che vedete in queste foto… Ad esempio con una donazione di 5€ vi verrà offerta la mitica cioccolata equa e solidale a forma di busta da lettere… Con 7€ sarete sommersi di dolcezza grazie ad uno squisito vasetto di miele e così via… Più sarete generosi e più Trisomia 21 vi ricambierà con pacchi e pacchettini!

E se qualcuno è a dieta a Trisomia 21 hanno pensato anche a lui e vi ricambieranno con dei bellissimi libri: il coloratissimo “Pri-pri e Pe-pe, le strambe avventure di Primavera e Pedro” se il destinatario del dono è un bimbo, oppure il commuovente “Chi lo legge questo libro? Persone e sindrome di Down” se il destinatario è un adulto.

Ma dove potete prendere tutte queste golosità? Naturalmente a Firenze in Viale Alessandro Volta n.16 nella palazzina di Trisomia 21 dove potrete anche vedere con i vostri occhi tutti i progetti che l’Associazione porta avanti  per l’integrazione e l’autonomia delle persone con sindrome di Down.

Oppure vi sentite fortunati come Gastone Paperone o come il mio amico Simone? Beh in quel caso Trisomia 21 ha in serbo per voi una fantastica lotteria con un sacco di bei premi… Con un biglietto da soli 3€ potete portarvi a casa un buono da spendere in un’agenzia di viaggi del valore di 1.400€  o un bel televisore, un cellulare, un ipod, un lettore dvd e tanti buoni per assistere a concerti, per cene, massaggi, trattamenti estetici e così via.

L’elenco completo dei premi della lotteria lo trovate seguendo questo link mentre vi anticipo che l’estrazione verrà effettuata il 16 Dicembre nell’ambito della festa “Vinellando e Birreggiando” il cui programma potete leggere in anteprima a questo link.

Natale solidale
Natale solidale

p.s. tutte le foto, tranne il logo “Natale Solidale”, sono tratte dal sito di Trisomia 21