Firenze allagata e… Matteo da Bruno Vespa.

 Foto "Firenze allagata, si teme per la piena del Mugnone" tratta dal sito de "Il sole24 ore"
Foto “Firenze allagata, si teme per la piena del Mugnone” tratta dal sito de “Il sole24 ore”

A Firenze ieri è piovuto (a dire il vero sta piovendo anche adesso). E’ bastato un acquazzone iniziato alle 14.00 e durato più o meno 4 ore per fare allagare larghe zone della città, mandare il traffico in tilt, riempire d’acqua diversi sottopassi, far saltare la corrente  e far salire ai piani alti gli abitanti della zona intorno al fiume Mugnone e di tutta l’area Statuto-Puccini. Logicamente, mentre Firenze era sott’acqua, il nostro beneamato sindaco si trovava a Roma a registrare la sua bella puntata di Porta a Porta. Solo dopocena, al suo ritorno in città, quando il livello del torrente Mugnone era già abbassato di un paio di metri e il peggio era passato, Matteo Renzi ha pensato bene di riunire l’unità di crisi e, come è riportato dalla stampa, si è lamentato del fatto che la Regione Toscana gli avesse mandato le  previsioni meteo sbagliate.

Ora, se il sindaco avesse visto la diretta di RTV38 dalla zona sott’acqua avrebbe notato che l’allagamento, come testimoniato da svariati cittadini e dalla giornalista della tv, era dovuto alle caditoie intasate che non ricevevano l’acqua perchè da giorni, forse da settimane, non venivano rimosse le  foglie cadute dagli alberi…

Eh, si sa… in autunno le foglie hanno la pessima abitudine di cadere ed  è anche facile che piova… Ma purtroppo rimuovere le foglie dalle caditoie non fa salire le percentuali nei sondaggi come andare in tv un giorno si e l’altro pure…

E a questi, domenica prossima, volete dare in mano il futuro dell’Italia? Povera Patria!

Link

Foto ripresa daFacebook e pubblicata sul sito de "La Repubblica"
Foto ripresa daFacebook e pubblicata sul sito de “La Repubblica”

Annunci

Stramontelupo 2010…

.
foto “.” by optische_taeuschung – flickr

Lo avevo scritto lo scorso anno (qui il post): la Stramontelupo è una gara bellissima e valeva la pena ritornarci. Detto e fatto: domenica scorsa ho preso la FI-PI-LI e sono andato a Montelupo Fiorentino per ripetere questa bella esperienza. Dopo aver parcheggiato scopro qualcosa di inatteso: oltre al sole che illumina tutto il paese siamo accolti da un venticello freddo che, come si dice dalle mie parti, ci fa “bubbolare tutti” e che ci ricorda che ormai l’estate va archiviata fra i ricordi.

Quello che però non è mancato è stato il calore e l’accoglienza degli organizzatori che ci hanno riservato delle piacevoli sorprese a cominciare dal pacco gara: un bell’ombrello grande, che vale molto più dei 3 euro dell’iscrizione alla corsa. Pur rischiando di apparire monotono e ripetitivo devo dire che sono sempre di più stufo dei “soliti” pacchi gara con alimenti di pessima qualità (tortellini ripieni di pangrattato e glutammato monosodico, vino da tavola di dubbia provenienza e merendine con i grassi idrogenati).

Il percorso, identico allo scorso anno,  è stato di  14 km con una bella salitona nel bosco tra il  2° e il 4° km, passando da 47 mt. a 197 mt. slm. Poi è stato tutto un saliscendi tra le belle colline toscane fino al rientro in paese percorrendo  gli ultimi 3km, sulla pista ciclabile che ci riportava  nel centro storico. Durante la corsa il vento si è placato, i raggi del sole hanno iniziato a scaldare un po’ i podisti e hanno illuminato i panorami circostanti.  In previsione della mia prima maratona non ho corso la gara a tutto fiato come nel 2009, ma ho fatto un allenamento cercando di mantenere il ritmo gara che vorrei fare in maratona (tra i 5 e 10 e i 5 e 15 al km). Se da un lato vedevo tanti che mi sorpassavano ed ero tentato di accelerare per riprenderli, dall’altro mi sono goduto maggiormente la natura e i paesaggi che abbiamo attraversato.

Da rinnovare i doverosi complimenti agli organizzatori dei “Montelupo Runners”: percorso ben frecciato, incroci presidiati alla perfezione, due ristori in gara ed un ristoro finale pantagruelico con tanto di torte fatte in casa, una più buona dell’altra… A fine gara avete per caso notato uno che, nonostante la dieta, si è abbuffato di torta di mele e di una certa crostata con una squisita marmellata, credo di zucca? Ebbene si, lo confesso… quello ero io!

A questo link alla classifica della gara.

p.s.  Domenica prossima farò il mio primo lunghissimo di circa 30 km e poi solo gare in pianura e lunghissimi fino quasi alla maratona… Ho già nostalgia di un po’ di salite…

StraMontelupo 2009

Foto Montelupo Fiorentino by ★ Tex ★ - flickr
Foto "Montelupo Fiorentino" by ★ Tex ★ - flickr

Ieri, per la prima volta, ho corso la gara podistica “Stramontelupo”, gara di 14 km che si tiene nel Comune di Montelupo Fiorentino. Manifestazione sportiva ottimamente organizzata dagli amici del “Montelupo Runners”, con un percorso ben presidiato e frecciato, con la bellezza di 3 ristori su 14 km, un pacco gara decisamente onesto e dignitoso, visti i 3€ di iscrizione e per concludere un ristoro finale che molte altre gare si sognano… dai panini con la mortadella fino alle torte (di cui alcune anche fatte in casa), passando per vari tipi di frutta e gli indispensabili tè e acqua.

Il percorso, inizialmente su strada e  in pianura, al 2°km si impennava improvvisamente e nel giro di soli 2 km passava da 47 mt. slm fino a 197 mt. slm e attraversando il bosco, ci conduceva in collina. Da qui una discesa, prima leggera e poi decisamente più tecnica e con diversi tornanti ci riportava sul fondovalle, dove gli ultimi 3km, percorsi su una pista ciclabile ci conducevano al traguardo, nel centro storico di Montelupo.

E’ stata una corsa bellissima, su strade e sentieri lontani dal traffico e in un ambiente stupendo fatto di boschi, vigne e colline. Purtroppo la nebbia non ci ha permesso di gustare pienamente il paesaggio all’orizzonte ma ci ha  ricordato, insieme al profumo di mosto che ad un certo punto risaliva da una cantina, le bellezze che anche la stagione autunnale ci riserva.

Stramontelupo: sicuramente una gara da ripetere anche il prossimo anno!

Qui la classifica (dal sito Runners.it)

Il trovarobe d’autunno… Mercatino solidale a Firenze

foto Burkina-Faso by Guillaume Colin - flickr
foto "Burkina-Faso" by Guillaume Colin - flickr

Dopo il successo dell’edizione del 7 giugno scorso, il Gruppo di Firenze del Movimento Shalom ripropone, domani 10 ottobre, dalle ore 11 alle ore 20 presso la SMS di Rifredi, via Vittorio Emanuele II, 303


“Il Trovarobe…d’autunno”

mercatino solidale di oggetti usati e non.


I fondi raccolti nel Mercatino saranno destinati alle persone che lavorano alla Cava di Pissy a Ouagadougou. La cava è un girone infernale dove bambini donne e adulti estraggono la pietra e la trasformano in pietrisco con mezzi rudimentali e in totale assenza di sicurezza. L’aria è irrespirabile per le esalazioni dei copertoni che vengono bruciati per fare staccare i grossi pezzi di pietra tramite il calore. Purtroppo per gli abitanti di Ouagadougou la cava è l’ultima scelta per sopravvivere, prima di andare a chiedere l’elemosina.

I fondi raccolti saranno destinati alle seguenti attività:

  • adozioni a distanza, per togliere i bambini dalla cava e mandarli a scuola.
  • formazione di alcune persone per interventi di pronto soccorso nella cava.
  • acquisto di attrezzi per migliorare le condizioni di lavoro nella cava.