Tutti nello stesso piatto – Tour Toscana 2015

Locandina dal sito dei Gas fiorentini.
Locandina dal sito dei Gas fiorentini.

I Gruppi d’Acquisto Solidale Fiorentini presentano la rassegna cinematografica “Tutti nello stesso piatto – Toscana Tour 2015” che si terrà dal  6 all’8 Marzo 2015 presso il Cinema Odeon di Firenze. Si tratta di una rassegna di Documentari, Film e Corti di animazione incentrati sul cibo, su come gli alimenti che portiamo in tavola vengono prodotti, sulla strada che devono fare prima di arrivare nelle nostre cucine e sull’impatto che hanno a livello ambientale e sociale… La rassegna fiorentina è in collaborazione con l’omonimo festival internazionale che si tiene a Trento e perciò ha come sottotitolo “Tour Toscana 2015“. Tra una proiezione e l’altra interverranno associazioni impegnate nel diritto al cibo, nella sovranità alimentare, al consumo critico e piccoli produttori locali bio, fornitori dei g.a.s.

Prima di mettere il programma vorrei segnalare alcune note per chi vorrebbe vedere i documentari, ma non potrà partecipare alle proiezioni a Firenze.

  • Alcuni di questi film sono reperibili anche online… cercate in rete che magari li trovate. Altri invece vengono proposti occasionalmente da canali culturali come Rai5, Arté, La Effe…
  • Gli organizzatori dei G.A.S. Fiorentini hanno a disposizione alcuni di questi film per proiezioni in circoli, scuole, parrocchie, etc… Chi volesse organizzare una proiezione può contattare gli organizzatori per maggiori informazioni.

PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

Venerdì 6 Marzo 2015
ORE 16.00: Aspettando la rassegna
Ingresso speciale a 3€ per gruppi scolastici (min. 8 studenti).
Per prenotare scrivere a: info.tnsptoscana@gmail.com

Film: Lucciole per lanterne
, Regia di Stefano e Mario Martone
Oggi sulla Patagonia cilena incombe il progetto” HidroAysén”, che prevede la costruzione di cinque grandi dighe sui fiumi Pascua e Baker, nella regione di Aysèn. Ciò provocherebbe dissesti ambientali immensi. Muovendosi tra passato e presente, il documentario ricostruisce questi avvenimenti attraverso le lotte di donne che provano a resistere al gigante idroelettrico che sta per calpestare la loro terra, imponendo un’idea di progresso che a loro non appartiene. Un documentario toccante che ben evidenzia lo sfruttamento capitalistico predatorio operato dalle multinazionali in Cile promosse dal precedente governo di Pinochet e che tuttora sussistono.

Film: Toscana mezzadra
, Regia di Massimo Bani
Con formidabile capacità oratoria, Pietro Pinti, recentemente scomparso, Ivo e Luigina descrivono la schiavitù della vita sotto il padrone, le lotte per l’emancipazione, l’abbandono della campagna, la speranza di un ritorno. Sono ricordi e ferite brucianti di una generazione che ha vissuto l’era del tardo feudalesimo terriero. Una testimonianza di una cultura per secoli granitica e di colpo frantumata dalle brame ipnotiche del progresso.

Dopo la visione: Cortometraggio ”Mangiasano 
AgriKulturae Naturalmente: i mercati G.A.S. nell’area fiorentina”

Ore 18.30: Aperitivo – Tutto nello stesso piatto
Aperitivo a cura de “Il pranzo di Babette – Biocatering”
 – Area predisposta al primo piano – Costo 5 Euro

Ore 20.00: Inaugurazione
Apertura della Rassegna – Tutti Nello Stesso Piatto Tour
 Toscana – Edizione 2015. I gruppi G.A.S. Fiorentini danno il
 benvenuto e presentano la rassegna.

Ore 20.30: proiezione 1
Film: L’incubo di Darwin, 
Regia di Hubert Sauper
Durante gli anni Sessanta, nel cuore dell’Africa, nel Lago Vittoria, fu introdotta artificialmente – per un semplice esperimento scientifico – una nuova specie di pesce. Il risultato fu che la Perchia del Nilo in breve tempo provocò l’estinzione di quasi tutte le specie ittiche locali. Oggi enormi cargo ex sovietici atterrano ogni giorno nella zona per caricare il pescato quotidiano e scaricare le loro merci dirette al sud… Sono fucili Kalashnikov e munizioni per le innumerevoli guerre dimenticate che si combattono nel cuore oscuro del continente africano.

Ore 22.30 proiezione 2
Prima della visione: Associazione Shadilly caffè El Bosque

Film: Shady Chocolate, 
Regia di Miki Mistrati
Molte le interviste rivolte ad aziende come la Nestlé, la Rainforest Alliance e la UTZ Certified, sino ad arrivare ai vertici dell’International Cocoa Initiative (di cui sono membri, tra gli altri, la Nestlé e la Ferrero) smascherano molte delle iniziative che queste realtà si vantano di sostenere contro lo sfruttamento dei minori nelle piantagioni di cacao della Costa d’Avorio. Un bellissimo film di denuncia che rappresenta il seguito di “The dark side of chocolate” e che purtroppo è l’ultimo film di Miki Mistrati che ci ha lasciato 2 anni fa.

Film: Up in Smoke, 
Regia di Adam Wakeling
“Up in Smoke” segue il lavoro dello scienziato britannico Mike Hands, che negli ultimi 25 anni ha lavorato alla messa a punto di una tecnica di produzione agricola sostenibile che vada a sostituire l’agricoltura “slash and burn” (“taglia e brucia”) utilizzata nelle foreste pluviali della zona equatoriale. Sono tre i personaggi principali: i due contadini dell’Honduras Faustino e Aladino e lo stesso Mike Hands, che cerca supporto nei politici più influenti per inserire la sua tecnica tra gli argomento di discussione nel Summit di Copenaghen 2009.

Sabato 7 Marzo 2015
Ore 15.30: premiazione concorso ‘Filiera Corti’ 
abbinato alla rassegna – ingresso libero

Ore 16.30: proiezione 3
Prima della visione: Associazione Libera Toscana,

dopo la visione: cooperativa IRIS BIO

A seguire: Cortometraggio ”Mangiasano 
AgriKulturae Naturalmente: i mercati G.A.S. nell’area fiorentina”

Film: GMO – OGM
, Regia di Jeremy Seifert
Negli Stati Uniti stanno partecipando al più grande esperimento mai condotto sugli esseri umani: consumano OGM senza esserne al corrente. I rischi e gli effetti per la nostra salute e l’ambiente sono in gran parte sconosciuti: sempre più studi vengono condotti in tutto il mondo e forniscono solo ulteriori motivi di preoccupazione. Il docufilm racconta la storia della scoperta degli OGM in relazione a tre bambini e al mondo che li circonda. Abbiamo ancora tempo per guarire il pianeta, nutrire il mondo, e vivere in modo sostenibile, ma dobbiamo iniziare ora!

Ore 20.30 proiezione 4 (Anteprima nazionale)
Prima della visione: introdurranno Paola Negri e Adriano Cattanei di IBFAN Italia e dopo la visione dibattito con gli ospiti strairdinari: Patti Rundall e Mike Brady di Baby Milk Action

Film: Tigers, 
Regia di Danis Tanovic
E’ la storia di Ayan è giovane, sposato da poco, i suoi affari non sono molto fiorenti. Ayan è bravo e tenta la fortuna con la multinazionale Lasta. Ma quando scopre gli effetti collaterali del latte in polvere che sta commerciando, il giovane sfida il sistema e i poteri che ci sono dietro. Un dramma, purtroppo ispirato a una storia vera, dal regista Premio Oscar Danis Tanovic, presentato al Festival di Toronto 2014.

Ore 22.30 proiezione 5
Prima della visione: Associazione Genuino Clandestino

Film: Resistenza Naturale, 
Regia di Jonathan Nossiter
il regista di “Mondovino” incontra viticoltori che non si sono piegati alla standardizzazione e hanno uno stretto legame con la terra che coltivano. Alla denuncia unisce l’informazione associandole poi con la scoperta di persone vere che hanno progetti e realizzazioni precise e non sono simbolici combattenti contro i mulini a vento. Non è sempre vero che il rispetto regole e le normative sia un sinonimo di qualità. Un bellissimo film dal sapore e dal gusto di speranza.

Domenica 8 Marzo 2015
Ore 16.00 proiezione 6
Prima della visione: Azienda Floriddia di Peccioli, Associazione “La Leggera” Val di Sieve. Proiezione del cortometraggio: L’equilibrio del matto

Film: La Cosecha
, Regia di Roberto Romano
Un toccante e meraviglioso film sul lavoro minorile nei civilissimi Stati Uniti d’America attraverso la durissima vita di ragazzini nelle fattorie e nei campi quasi in schiavitù. Questo film ci dà la possibilità di entrarare in contatto con questi bambini e ragazzi che sacrificano la loro infanzia per nutrire l’America e, cosa assai più importante per loro, per nutrire le loro famiglie e loro stessi. Candidato all’Academy Award WAR/DANCE. Prodotto da Eva Longoria.

Dopo la visione: Presentazione “Terra Bene Comune

Ore 18.00 proiezione 7
Prima della visione: Azienda EsageRAEE di Bagno a Ripoli

Film: Solar Mama, 
Regia di Mona Eldaief e Jehane Noujaim
Rafea è la seconda moglie di un Beduino che vive in uno dei villaggi più poveri della Giordania. Viene selezionata per frequentare il Barefoot College in India che offre alle donne la possibilità di diventare ingegneri solari, senza bisogno di saper leggere, scrivere o capire l’inglese. Con questi studi lei sarà in grado di portare energia elettrica al suo villaggio. Quando tornerà come prima ingegnere solare femminile, sarà capace di ispirare altre donne del villaggio per unirsi a lei e cambiare vita? Il film unisce il tema della donna e della sostenibilità.

Prima della visione: Gruppo scuole SIP e Lo faccio Bene Cinefest presentano il corto di animazione ‘ E se l’api fusse lavativa?’, 
Associazione Terra libera tutti di Reggello

Film: Daughters of Nigeria, 
Regia di Ilse Van Lamoen
E’ un ritratto intimo di tre donne comuni nel Delta del Niger, che devono riuscire a far quadrare il bilancio contro ogni previsione. Come le loro storie personali raccontano, comincia ad essere chiaro che l’inquinamento ambientale non è l’unica violazione dei diritti umani che colpisce la loro vita. Il film si concentra sulla forza e la resilienza delle tre eroine di tutti i giorni che superano il disagio e danno ai loro figli la speranza di un futuro.

Ore 20.30: proiezione 8
Film: In grazia di Dio
, Regia di Edoardo Winspeare
Finis Terrae, Leuca, il confine. Una famiglia che sta per perdere tutto. Quattro donne diverse tra loro, ma legate in modo indissolubile alla natura e ai luoghi che amano più di qualsiasi altra cosa: la loro casa, la terra a cui appartengono. La crisi economica sembra distruggere tutto, compresi i legami, ma loro non ci stanno. C’è un modo per contrastare tutto ciò: bisogna guardare davvero a ciò che si possiede. I beni dei quali, a volte, il mondo si dimentica. Un bellissimo film di passione e di speranza.

Ingresso singolo (1)
Biglietto intero € 6,00 – Ridotto € 5,00, per studenti,
persone al di sopra dei 65 anni. Riduzione anche per coloro che si presenteranno alla cassa con una copia della rivista Terra Nuova
Abbonamenti (Non nominativi)
•    Biglietto giornaliero del sabato e domenica € 12,00
•    Abbonamento Rassegna € 25,00

1) L‘ingresso singolo include una delle 8 proiezioni da uno a due docu-film, in lingua originale con sottotitoli in italiano, per una durata complessiva di circa 1 ora e 30 minuti di visione.

Il Flusso di conoscenza tra consumatore e cibo, il mostrare, il documentare, il raccontare il processo di produzione che sta dietro quello che mettiamo nel nostro piatto è, oggi più che mai, un Atto Culturale.

La rassegna “Tutti Nello Stesso Piatto Tour Toscana” si svolgerà presso lo storico e prestigioso Cinema Odeon di Firenze, Piazza Strozzi, 50123 Firenze
Contatti: Tel +39 055 295051 – www.odeonfirenze.com

Appuntamenti di Carnevale per Shalom.

Vi segnalo due appuntamenti di Carnevale a favore del Movimento Shalom per il progetto  “Casa di Giacomo” in Togo.

Montelupo (Fi) Villa Salingrosso “CARNEVALE … ogni buon gesto vale!”  – Sabato 5 marzo dalle ore  20.00 alle 23.00

Cena e festa di beneficenza con lo show del comico livornese Leonardo Fiaschi direttamente da Radio 101 e Colorado Café! E per i bambini: animatori, pentolaccia e tanta musica!

Costo della serata Adulti: 25 euro con cena servita al tavolo – Bambini: riduzioni per fasce di età – E’ necessaria la prenotazione allo 0571-400462 oppure via mail  a shalom@movimento-shalom.org

Un video del comico Leonardo Fiaschi

 

 

Bassa – Cerreto Guidi (Fi) – Salutando il Carnevale Domenica 13 marzo dalle 15.00 alle 18.00 c/o il  Campo Sportivo.

Festa in Maschera per Grandi e Piccini con animazione, giochi  e una grande merenda per tutti. Ingresso 5 €

Il progetto “Casa di Giacomo” in Togo

Il progetto consiste nella creazione di un Centro di formazione, alfabetizzazione e  difesa dei diritti umani situato nei pressi di Lomè in Togo. Gli obiettivi principali del centro sono l’alfabetizzazione di giovani e adulti, la formazione professionale e l’avvio di  attività lavorative nel settore alimentare e dell’accoglienza e la creazione di un  luogo dedicato alla difesa dei diritti primari: alimentazione, cure mediche, diritti umani.

Una volta a regime il centro sarà composto da una serie di aule e laboratori per l’alfabetizzazione, un panificio-pizzeria e un ostello-foresteria. Dopo un’adeguata formazione il centro sarà gestito da personale locale facente parte della sezione Shalom del Togo e nell’arco di 3 anni il centro dovrà raggiungere una auto-sostenibilità sia a livello di risorse economiche che umane, come avviene con tutti i progetti del Movimento Shalom.

Maggiori informazioni sul progetto “Casa di Giacomo” a questo link.

Un film: Toy Story 3 – 3D (2010)

Toy Story 3
foto Toy Story 3 - by Wolf Gang - flickr

Complice una giornata di metà Agosto  flagellata da un temporale che non consentiva attività all’aperto (leggasi andare al mare), con la mia famiglia ci siamo rifugiati in una multisala per vedere questo film della Disney Pixar.

Non ci aspettavamo niente di particolare ed invece siamo rimasti molto sorpresi da questo terzo capitolo della saga di Toy Story, tanto che forse è il migliore dei 3 film dedicati ad Andy e ai suoi giocattoli.

In breve la trama: Andy è cresciuto e sta per andare al college…  I suoi giocattoli stanno per essere messi in soffitta ma una serie di scambi ed equivoci li portano verso l’asilo Sunnyside. Quello che inizialmente sembra un paradiso si rivela un vero incubo per i giocattoli di Andy: bambini pestiferi di giorno e un lager dominato da perfidi giocattoli di notte. L’unico modo per sfuggire dall’asilo Sunnyside è una fuga, una grande fuga, programmata sul tipo delle classiche evasioni cinematografiche  (quelle in cui attori in carne ed ossa fuggono da prigioni o campi di concentramento). Pericoli, rocambolesche avventure e tante risate accompagnano questa fuga verso… il lieto fine. Alcune situazioni sono particolarmente divertenti e da sole valgono la visione del film:  in primo luogo il rapporto e le avventure fra Barbie e Ken  e poi  anche Buzz Lightyear in versione amante latino.

Film bellissimo e divertente con però due piccoli nei

  • il 3D è deludente lascia alquanto a desiderare: a parte una certa profondità delle scene, non ci sono effetti che valgano la pena di pagare il sovrapprezzo e di indossare gli occhialetti.
  • Il cartone animato che precede la visione del film è grazioso ma assolutamente inutile e non troppo divertente. Starebbe bene tra gli extra nella versione in DVD ma obbligarne la visione in sala, in attesa del film, mi sembra un po’ troppo…

Manifestati! A Roma la festa di Mani Tese!!!!

Locandina Manifestati!
Locandina "Manifestati!" dal sito di Mani Tese

Dal 1° al 5 Settembre prossimi a Roma c/o la Città dell’Altra Economia (ex mattatoio del Testaccio in Largo Dino Frisullo) si terrà Manifestati! la festa della cooperazione internazionale, del volontariato e della solidarietà promossa da Mani Tese.

I volontari di Mani Tese provenienti da Roma e da tutta Italia, insieme ad altre associazioni del terzo settore, a produttori biologici e ad altri gruppi della galassia delle economie solidali organizzano 5 giorni di festa incentrati su questi eventi:

  • Mercatini dell’usato
  • Artigianato dal Sud del mondo
  • Ricicl-arte
  • Sfilata vintage
  • Consumo responsabile
  • Concerti
  • Animazione e laboratori per bambini
  • Mostre fotografiche
  • Incontri su cooperazione ed economie solidali

Si segnalano i seguenti concerti:

Le iniziative sono tutte ad ingresso gratuito. Maggiori info sulla festa a questo link

Un film: Il castello errante di Howl (2004)

Scenes from Howl's Moving Castle
foto "Scenes from Howl's Moving Castle" by 7_70 - flickr

Bellissimo, da vedere assolutamente, punto e a capo.

Mi verrebbe da scrivere solo questa riga per presentare questo splendido film di animazione del regista giapponese Hayao Miyazaki, ispirato dall’omonimo romanzo di Diana Wynne Jones (che presto mi piacerebbe leggere).

Da che parte iniziare? Innanzitutto dall’animazione, dai colori e dalla cura dei particolari che rendono queste immagini come un caleidoscopico sogno ad occhi aperti! Bellissima anche l’ambientazione in questo strano paese che ricorda, con molta fantasia, le atmosfere ottocentesche del centro Europa.

Infine passiamo alla storia che è una favola e che come tutte le favole può essere “letta” su vari livelli, dai più semplici ai più impegnativi… Sophie è una ragazzina che lavora nella cappelleria di famiglia e che dopo aver incontrato Howl viene colpita da un incantesimo fattole da una strega invidiosa e viene trasformata in un’anziana novantenne. Questa “nonnina” intraprende allora un viaggio alla ricerca del mago Howl e del suo castello errante dove spera che possa essere sciolto il suo incantesimo… Da qui inizia un’avventura fatta di maghi, streghe, spiriti, incantesimi, guerre, maledizioni e intrighi… ma che  nel suo svolgersi parla soprattutto di bellezza, amicizia, amore, non violenza e  di altri nobili sentimenti…

Secondo voi  è troppo esagerato parlare di poesia, parlando di un film di animazione?