Un curioso aneddoto sui tempi che stiamo vivendo…

Dal momento che questo post pubblicato nell’altro mio blog è più di costume e di cronaca che di arti marziali e pratiche orientali lo ribloggo anche qui…

lascimmiabianca

Foto Foto “Kathy & taiji sword form” by kosmoseleevike – flickr

Nella vita di tutti i giorni quanto siamo influenzati dal terrorismo e dalle notizie violente che ci propinano giornali e tv? Vi racconto un curioso aneddoto di cui  sono stato involontario (e ingenuo) protagonista e che mi ha fatto riflettere sul clima in cui viviamo…

Una decina di giorni fa dovevo partecipare alla festa dello sport del mio quartiere che si teneva per un intero fine settimana in un parco cittadino. Non avendo ancora una spada da taijiquan di mia proprietà me ne sono fatta prestare una dalla mia società sportiva e, siccome l’80% delle spade che abbiamo in  palestra non ha fodero, non mi è passato per l’anticamera del cervello di cercarne uno… In fondo non era nemmeno necessario, visto che le nostre spade non sono per niente affilate e hanno la  punta flessibile.

Così ho scorrazzato quattro o…

View original post 183 altre parole

Un altro oggetto misterioso.

Ribloggo questo articolo dall’altro mio blog… penso che possa interessare anche i lettori di queste pagine…. Grazie

lascimmiabianca

Foto "La mia Neti lota" by lascimmiabiaca.wordpress.com Foto “La mia Neti lota” by lascimmiabiaca.wordpress.com

Oggi vi presento un altro oggetto misterioso. La prima volta che l’ho fatta vedere a casa mi è stato detto che poteva essere una lampada di Aladino oppure una piccola teiera (ma giusto da mezza tazza di the…). In realtà è un oggetto usato nella medicina ayurvedica che si chiama neti lota (neti pot in inglese) e serve per la pratica dello jala neti, ovvero per il lavaggio delle cavità nasali.

In pratica si riempie la lota di acqua tiepida (più o meno alla temperatura del corpo umano) nella quale si è sciolto del sale marino integrale. Le indicazioni sono di un cucchiaino raso di sale ogni 500 ml, per cui per una lota come quella nella foto si usa mezzo cucchiaino scarso. Il sale integrale può essere marino oppure anche di miniera (tipo sale rosa dell’Himalaya) con l’avvertenza di…

View original post 342 altre parole

Michael Phelps, la coppettazione e la stampa italiana.

Rebloggo dall’altro mio blog…

lascimmiabianca

Foto Foto “Natação – Michael Phelps /EUA” by Ministerio do Esporte Brasil – Flickr

Se state seguendo le olimpiadi vi sarà capitato di leggere o sentire più di un commento sul campione Michael Phelps e sull’uso della tecnica della coppettazione, testimoniata dalle macchie circolari sulle spalle con cui si è presentato alle gare. In questo post non tratterò l’uso della coppettazione, per due motivi: primo perchè non ho le competenze tecniche e sanitarie per parlarne con cognizione di causa e secondo perchè, essendo chiusa per ferie la palestra che frequento, non posso chiedere notizie di prima mano al medico naturopata che lì pratica la coppettazione, il tuina e altre metodiche della medicina tradizionale cinese.

Invece di copiare-incollare quello che scrive wikipedia sulla coppettazione, mi limiterò a raccontare come la stampa italiana ha narrato questa storia basandomi su una serie di articoli letti in questi giorni sui siti di Repubblica, Corriere…

View original post 406 altre parole

Perchè il blog si chiama “la scimmia bianca”?

Ribloggo… dall’altro mio blog…

lascimmiabianca

Foto Foto “The Monkey King (Sun Wukong)” by Brian Walworth – flickr

Quando è maturata l’idea del blog uno dei primi problemi è stato quello di trovargli un nome che fosse semplice e interessante. Cercavo un nome che riunisse le due principali pratiche che seguo e così ho cercato qualcosa che fosse presente sia nel Daoyin Yangsheng Gong che nel Taijiquan. Dovete sapere che in entrambe le attività ci sono degli esercizi (chiamati “Forme”) composti da un certo numero di movimenti (da un minimo di 8 a oltre 100) ognuno dei quali prende il nome da elementi della natura e della mitologia cinese. Ci sono movimenti ispirati agli animali (draghi, tigri, scimmie, fenici, serpenti, rinoceronti, galli, etc…), a fenomeni atmosferici (nuvole, mare, pioggia, vento, luna, sole…), a personaggi mitici (guerrieri, giganti, imperatori, armi…) e perfino ad elementi architettonici de templi cinesi (travi, colonne, etc…).

Alla fine la scelta è finita sul…

View original post 201 altre parole

Benvenuti!

Eccovi svelato il mistero della scimmia bianca… E’ nato un nuovo blog…

lascimmiabianca

Foto "Yin Yang Door" by zeevveez - flickr Foto “Yin Yang Door” by zeevveez – flickr

Benvenuti in questo nuovo blog, http://lascimmiabianca.wordpress.com!

Chi mi conosce sa che sono la persona che, dal 2008, cura il blog unpodimondo.wordpress.com e forse ha già letto che da un paio di  anni pratico Daoyin Yangsheng Gong e Taijiquan. Queste attività, iniziate per caso, mi sono state così utili che oltre alla pratica, ho cominciato ad avvicinarmi e a studiare un po’ della teoria che ci gira intorno: dalla medicina tradizionale cinese, alle culture orientali, alla meditazione e più in generale a quelle pratiche per il benessere personale che vanno sotto il nome di medicine olistiche .

In poco tempo mi sono ritrovato con una moleskine e varie chiavette USB piene di appunti raccolti ad incontri e seminari che volevo condividere in rete perchè magari potrebbero essere utili anche ad altre persone. All’inizio pensavo di farlo nell’altro blog poi, dopo averci riflettuto…

View original post 153 altre parole

Buon ferragosto!

Cari amici, con questo brevissimo post vorrei augurare a tutti un buon ferragosto. Come potete intuire dallo scarno post anch’io sono in ferie e mi sono un po’ allontanato dal blog. Se non trovate nemmeno una foto allegata al post è perché sto scrivendo da un tablet e sono piuttosto imbranato. Buone vacanze a tutti… ci risentiremo appena tornerò a casa e metterò di nuovo le mani sulla tastiera del pc!

Buon Natale!

Foto
Foto “oO” by ~Coquí – flickr

Carissimi/e amici e amiche del blog,  auguro a tutti voi di passare un Sereno Natale insieme alle persone che più amate!

Nel giorno in cui ricordiamo la nascita di un bambino di duemila anni fa auguro che tutta l’Umanità pensi e lavori per il futuro avendo come scopo la felicità e il benessere di tutti i bambini, perchè un mondo a misura di bambino sarebbe sicuramente un mondo migliore anche per gli adulti!

*** Buon Natale! ***

Chi semina vento raccoglie tempesta.

Foto
Foto “Donbass Arena” by Ilya Dobrioglo – flickr

90 minuti più i tempi supplementari non furono sufficienti a stabilire chi sarebbe andato in finale… Ci vollero i rigori: Xabi Alonso si fece parare il primo, poi Iniesta, Piqué, Ramos e Fàbregas portarono la Spagna in finale contro l’Italia e rimandarono a casa i Portoghesi che sbagliarono 2 rigori con Moutinho e Bruno Alves. Sembra passato tanto tempo e invece era la prima semifinale degli europei di calcio che si giocava il 27 Giugno del 2012 alla Donbass Arena, lo stadio della città Ucraina di Donetsk. Come racconta Rainews, tre giorni fa parte della facciata  nord-ovest della Donbass Arena è stata distrutta dalle bombe della guerra civile che si sta combattendo nell’Est dell’Ucraina, fortunatamente senza provocare vittime. In un’estate tragica di guerra può sembrare un fatto piccolo e insignificante eppure a me ha fatto venire in mente Sarajevo che nel 1984 ospitò i giochi olimpici invernali e che 10 anni dopo fu sconvolta dalla guerra dei Balcani: lo stadio olimpico diventò un cimitero di guerra, la pista del bob una trincea.

Quest’estate ha dimostrato di nuovo che la storia non ci insegna mai niente: l’Ucraina, l’Iraq, la Siria, Gaza, Israele, la Libia stanno a testimoniare che con le bombe e con i raid aerei non si risolve mai nulla. Trenta o venti anni fa noi occidentali abbiamo armato una fazione, oggi magari armiamo la fazione opposta e intanto da decenni uccidiamo innocenti, facciamo il deserto e condanniamo generazioni di profughi alla disperazione di non avere un futuro degno di essere vissuto. Abbiamo fatto fuori Gheddafi e Saddam Hussein eppure in Iraq e Libia la popolazione sta peggio di prima. Ci ostiniamo a voler esportare la pace e la democrazia con le armi, quando in tanti ormai ci hanno insegnato che la pace e la democrazia si esportano sradicando la povertà, portando scuole, ospedali e progetti di sviluppo.

Ha ragione Papa Francesco, siamo nella Terza Guerra Mondiale: quella in cui quei 4 miliardi di persone che vivono con meno di 2 dollari al giorno verranno da noi ricchi a chiederci il conto. Se noi paesi occidentali non capiamo che seminando vento siamo perennemente destinati a raccogliere tempesta, continueremo a fomentare il terrorismo disperato di chi non ha niente da perdere e i droni forse non basteranno a salvarci.

In merito vi invito a leggere due interessanti articoli pubblicati sul Fatto Quotidiano:

Suocere e cani.

Foto
Foto “Stamp” by Steve Bowbrick – flickr

Mia suocera ha 85 anni, vive da sola, gode di ottima salute e non sta mai ferma: mentre eravamo in ferie ha preparato oltre un centinaio di barattoli di pomarola e pelati per tutta la famiglia e, non contenta, ha dato una mano alla vicina di casa con i suoi pomodori e pentoloni. Adesso che siamo tornati dalle ferie l’abbiamo accompagnata al paesello natio sull’Appennino per una settimana a casa di un cugino e noi abbiamo portato a casa nostra Billa, la canina della nonna.

Sarebbe tutto bello se non fosse che suocera e cane, pur abitando a 1 km da casa nostra vivono in un altro fuso orario… La nonnina è abituata da una vita ad andare a letto alle 21.00 e ad alzarsi alle 5 di mattina e purtroppo il cane ha lo stesso orario. Così stamani alle 4.45 la bestiola è venuta in camera da letto e ha cominciato a scodinzolare e fare le feste. «Billa vai a cuccia! E’ presto!, Billa dormi, Billa non rompere!». Tutto inutile… il cane era sveglio come non mai… Mia moglie invece dormiva e rigirandosi nel letto ha sentenziato: «Secondo me deve fare i bisogni. Portala fuori!». E così alle 5.15 nel giardino sottocasa c’era un guinzaglio con da un capo una canina vispa e scodinzolante e dall’altro uno zombie morto di sonno. Immaginate la faccia esterrefatta dell’unica persona che ho incontrato alle 5.30: la barista che andava ad aprire la Casa del Popolo di fronte a casa mia.

Sono risalito mi sono buttato sul divano, poi ho fatto una doccia e sono andato al lavoro. Quando sono tornato a mangiare in pausa pranzo la delinquente a quattro zampe dormiva sotto la tavola… «Eh no, bellina… Sveglia! Te tu devi dormire di notte e star sveglia di giorno! E se qualcuno ti fa dormire di giorno domattina ti porta fuori lui/lei alle 5.15!». La scodinzolante mi ha guardato con gli occhi dolci, si è riaddormentata e io sono tornato al lavoro…

«Ora che sono le 19.00, pubblico questo post,  ti porto fuori e ti faccio fare una passeggiatina di almeno sei o sette km. Vediamo se ti stanchi un po’ e domattina mi svegli ad un’ora più decente…»

Aggiornamento del 23/08/2014

Come preannunciato nel post, ieri prima di cena abbiamo fatto una bella passeggiata in campagna di 6,5 km e in occasione dell’ultimo bisognino delle 22.00 un’altra passeggiatina di 20 minuti… Morale della favola, stamani la canina è venuta a svegliarmi alle 6.15…
E’ stato un bel successo! E’ sempre presto ma non sono le 4.45!!!! Brava Billa!