Grazie a Dora e Rebecca per il Tag perchè è nato il blog.

tagContinuo nella rincorsa per mettermi in pari con i tag ricevuti negli ultimi mesi. Ringrazio quindi Dora e Rebecca che in questi due post (qui Dora, qui Rebecca) mi hanno nominato per questo tag…

Regole:

  • Nominare l’ideatrice del Tag Carla
  • Ringraziare chi nomina ed utilizzare il logo
  • Nominare 15 blog (non se stessi o chi vi ha nominati, lasciando spazio agli altri) ed avvertirli.
  • Scrivere un post per mostrare il premio.
  • Raccontare, brevemente, com’è nato il proprio blog e dare dei consigli a chi si cimenta da poco.

Nomine:

  1. Lamine sovrapposte.
  2. Windows Live Space di Tiziana
  3. Passo in India
  4. Ines’ blog
  5. Nel giardino segreto
  6. Dolce e salto senza glutine
  7. Tuttolandia
  8. Marisa Cossu
  9. Amore Platonico
  10. Giusymar
  11. Lucia 250
  12. Libero di fare il futuro
  13. Pigra aspirante Runner
  14. Toxnetlab’s blog
  15. Dove gira il sole.

Come per tutti gli altri premi non vorrei disturbare nessuno con le notifiche… Visto che siamo tutti follower a vicenda  il post stesso vale come notifica.

Perchè è nato il blog…

Il blog è nato ad Aprile del 2008 dopo un periodo tra i più sconvolgenti della mia vita familiare… In pochi mesi un improvviso fatto tragico, che ci aveva totalmente presi alla sprovvista, si è risolto positivamente …molto più di quanto immaginavamo! Una straordinaria e fortunata coincidenza di eventi che a raccontarla ancor oggi, per chi crede assomiglia molto ad un miracolo, mentre per gli altri è semplicemente una “gran botta di culo…” (magari qualche volta la racconterò in dettaglio ma non in un tag).

Al termine di questo periodo molto travagliato mi sentivo in dovere di usare il mio tempo libero per ricambiare quanto di bello avevo ricevuto. La prima idea era quella di fare del volontariato ma purtroppo le sedi delle associazioni a cui ero (e sono ancora) legato, Emergency e il Movimento Shalom, erano lontane da casa mia… Così mi venne l’idea di creare un blog per promuovere e  fare un po’ di solidarietà dalla scrivania di casa…

A molti anni di distanza non sono sicuro di esser riuscito nello scopo originario… magari da allora il blog ha preso tutta un’altra strada, ma sono contento che sia ancora qui.

Consiglio per i nuovi blogger…

Siamo pieni di tv, giornali e siti web che scrivono bugie per soldi o per secondi fini, quindi l’unico consiglio che posso dare ai blogger è uno solo: SIATE VOI STESSI. Se sarete voi stessi e sarete sinceri, i lettori se ne accorgeranno e vi seguiranno! Non andate a caccia di followers… quelli arriveranno col tempo e se siete sinceri, state sicuri che non andranno più via!

Grazie a Lamine sovrapposte e a Dora per il premio Dardos.

premiodardosConcludo le nomine ricevute ultimamente, ringraziando i rispettivi blogger,  per il Premio Dardos che ho ricevuto da Lamine sovrapposte e da Almeno Tu

Questo Premio  venne assegnato per la prima volta nel 2008 dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade a 15 blog da lui selezionati. Da allora questo premio si sta diffondendo in tutto il mondo e rappresenta un riconoscimento ad ogni blogger per il suo impegno a trasmettere valori culturali, etici, letterari e personali.

Regole:

  • mostrare l’immagine del premio
  • ringraziare chi ti ha nominato
  • nominare 15 bloggers
  • avvisarli tramite messaggio

Blogger:

  1. Pupazzovi
  2. Territori del ‘900
  3. Enrico Garrou
  4. Con i libri in paradiso
  5. My life di Rebecca
  6. Desideri by Marcella
  7. Accanto al camino
  8. Giomag59
  9. Mosto selvatico
  10. Saldi mentali
  11. La dimora del pensiero di Carla
  12. Fotogrammi e Pentagrammi
  13. Mi piacerebbe aprire un blog
  14. Libera…mente
  15. Patrizia photo

Come per tutti gli altri premi non vorrei disturbare nessuno con le notifiche… Il post stesso vale come notifica… Grazie a tutti!

Grazie ad Andrea del Blog “Viaggio in direzione ostinata e contraria” per il Dragon’s Loyalty Award e per il Fm Tech Award.

Questo post giunge molto tardivo e un po’ triste in quanto il blog che lo scorso Novembre mi ha dato questi due premi nel frattempo è stato chiuso. Il blog si chiamava Viaggio in direzione ostinata e contraria ed era tenuto da Andrea. E’ stato un bel blog che mi ha fatto ricredere su Genova: una città che ho visitato più volte ma che in realtà non mi ha mai entusiasmato. Raccontata da Andrea, che a Genova ci vive, mi è sembrata molto più bella e umana di quel groviglio di viadotti autostradali con le case intorno che appare al turista occasionale che di solito arriva per visitare l’Acquario e il porto…

Andrea, se mi leggi e se ti va… per favore riapri il blog!

dragons-loyalty-awardThe Dragon’s Loyalty Award.

Il primo premio è il The Dragon’s Loyalty Award che Andrea mi ha lasciato fra i commenti all’interno di un post di un altro blog (qui il link). Se Andrea non me l’avesse a suo tempo comunicato per mail non lo avrei mai trovato…

Veniamo ai compiti del premio…

  1. Sono il padre orgoglioso di una ragazza di 22 anni (solo che a lei dovrei dirglielo più spesso) e il marito di una santa donna che mi sopporta da un bel po’ di anni…
  2. Da giovane sono stato un musicista amatoriale che ha avuto l’occasione di suonare con alcuni grandi della musica. Sono contento, dopo aver smesso del tutto, di aver passato questa passione alla figlia…
  3. Se potessi, mi piacerebbe andare a vivere in un paesetto di campagna… Possibilmente tra i Pirenei e il Mediterraneo, a metà strada tra mare e montagna…
  4. Per forza di cose non posso essere goloso: se mangio un po’ di più del necessario va tutto in grasso e per motivi di salute, non posso permettermelo… Però ogni tanto … stravizio!
  5. Prima o poi devo decidermi a fare seriamente del decluttering: ho iniziato, ma vado così a rilento che finiranno di farlo i miei pronipoti… Decluttering si, ma senza buttare niente nel cassonetto: regalare o riciclare tutto perchè l’ambiente va rispettato! E in ogni caso salverei tutta la mia collezione di pins… frutto di 25 anni di raccolte e scambi con un sacco di amici sparsi per il mondo….
  6. Come sapete cammino, corro e faccio daoyin e taijiquan. Mi piacerebbe diventare insegnante di Daoyin ma per ora mi accontento di migliorare un po’ per volta… E dopo aver corso tanto mi piacerebbe andare piano e magari …fare il cammino di Santiago.
  7. Odio le ingiustizie, soprattutto quelle economiche per cui ci sono persone e multinazionali ricchissime che privano milioni di esseri umani del minimo per vivere. Mi piacerebbe un mondo con più fratellanza e meno finanza…
  • Nominare 15 blog a cui dare il premio:
  1. Lamine sovrapposte
  2. Windows Live Space di Tiziana
  3. Cronache rosa
  4. Nel giardino Segreto di Silvia
  5. Giusymar di Giusy
  6. Almeno tu di Dora
  7. Suprasaturalanx di Gabericci
  8. Fotogrammi e Pentagrammi di Piero
  9. Pigra … aspirante runner
  10. Opinionista per caso 2 di Violeta
  11. Chi ha paura di Virginia Wolf?
  12. Ilperdilibri di Gianni.
  13. Ravanello rosa di Nonnatuttua
  14. La disoccupazione ingegna.
  15. Ginnastica naturale

Fmtech Award Very Nice Blog

fmtechavnbQuesto premio l’ho ricevuto direttamente sul blog di Andrea. Il link, che avevo salvato nella bozza del post, sarebbe questo ma essendo stato chiuso il blog non è più raggiungibile…

Per correttezza e gratitudine continuo comunque il premio che consiste, oltre al consueto logo e ai consueti ringraziamenti, nel nominare 10 blog che ci piacciono particolarmente dandone le motivazioni. Questi a loro volta potranno continuare la catena oppure no. Dal momento che ho già ricevuto questo premio da Dora metto altri 10 blog diversi da quelli a cui ho già girato  precedentemente il premio.

  1. Accanto al camino: Finalmente è tornato! Dopo averlo cancellato e averci lasciati tristi… la mitica Libera è tornata col suo bellissimo blog di ricette, con tante storie intorno! E’ cambiato l’indirizzo ma rimane la passione e la simpatia!
  2. Patrizia Mezzogori Photography: per le sue bellissime fotografie… soprattutto quelle degli animali!
  3. Libera…mente di Paolo Popof: per i racconti e le foto delle sue escursioni e soprattutto per i suoi post sull’attualità, sempre interessanti  e mai banali che spesso sono un bello stimolo alla riflessione.
  4. Aida Millecento: l’Italia vista dalla Calabria… con la colonna sonora e lo spirito di Rino Gaetano…
  5. Giomag59: Si può parlare di temi anche difficili con ironia e leggerezza? Si può sorridere dell’attualità con garbo ed educazione? Un blog da cui apprendere come scrivere bene e sorridere alla vita….
  6. Passo in India. Un bellissimo blog che racconta l’India, i suoi abitanti, le sue culture le sue religioni.
  7. Pinocchio non c’è più: per i suoi bellissimi racconti dalla costa labronica…
  8. My life di Rebecca Antolini: un bel blog che seguo da anni del quale mi piace l’attenzione ai nativi americani.
  9. Ammennicoli di pensiero: un blog seriamente divertente… oppure divertentemente serio. In ogni caso da leggere, anche nella sua appendice sui “discutibili”
  10. Praticare qi gong: tanti articoli sul qigong e medicina tradizionale cinese…

Come nei casi precedenti il post vale anche come notifica… non vorrei importunarvi tutti con messaggi o e-mail, magari non graditi. E se non volete  continuare l’award va benissimo lo stesso…

p.s. Ci tengo a ribardirlo che, almeno per me, questi tag non sono classifiche o premi, ma semplicemente un passaparola grazioso per segnalare dei blog che meritano di essere letti. E, visto che siete in tantissimi, chi non ho segnalato oggi verrà segnalato in futuro…

Saluti a tutti!

Vi devo un post di scuse!

Foto " My sorry face" by Jan Truter - Flickr

Foto ” My sorry face” by Jan Truter – Flickr

Prima di continuare con i prossimi articoli mi sento in dovere di fare un post di scuse perchè ho la sensazione che ultimamente il blog non mantenga per niente quello che promette… Quindi:

  • Mi scuso con Andrea, Dora, Rebecca per non aver continuato i tag award che mi avevano assegnato nel 2015.  Non ho dimenticato gli award, ho intenzione di continuarli, ma in effetti mi vergogno di questo ritardo di oltre due mesi. Triple scuse con Andrea che nel frattempo ha chiuso il suo bel blog… Mi prendo un briciolo di colpa per questa sua chiusura.
  • Mi scuso con quei lettori che, anche in questo caso dallo scorso Novembre, si aspettano i nuovi post su come ho sconfitto l’ipertensione senza farmaci… Giuro che arriveranno.
  • Mi scuso di non riuscire a contraccambiare tutte le vostre visite e i vostri commenti. Siete davvero in tanti e non ce la faccio a leggervi tutti i giorni… Per questo a volte sono assente per settimane e poi faccio delle scorpacciate dei vostri blog, leggendo e commentando mesi interi di post con estremo ritardo.
  • Mi scuso perchè ho un sacco di bozze incomplete che stanno prendendo la muffa e che invece per qualcuno potrebbero essere interessanti…
  • Mi scuso con Gaberricci al quale, da tempo dovrei spedire un manuale che giace inutilizzato nella mia libreria: mandami in privato il tuo indirizzo …
  • Infine mi scuso per queste scuse lamentose, che non sono le prime e temo che non saranno nemmeno le ultime. Purtroppo anche nel blog tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare e a volte mi sembra di essere su un guscio di noce in balia delle correnti…
  • Lo so che il blog è un passatempo e nessuno mi obbliga a scrivere\leggere tutto con puntualità, ma il vostro affetto di amici meriterebbe un maggiore rispetto da parte mia e di ciò un po’ me ne vergogno…

La guerra non è la risposta… ma per fortuna ci sono altre risposte!

Foto "Tribute to Paris" by Chris Willis - flickr

Foto “Tribute to Paris” by Chris Willis – flickr

E’ difficile scrivere sugli attentati di Parigi, soprattutto da quando si è aperto in tv e sui giornali il circo degli opinionisti, di alcuni dei quali sinceramente ne avremmo fatto a meno: tanto per fare alcuni esempi D’Alema, Gasparri, Belpietro e perfino la D’Urso.

L’unico che mi è parso sincero è stato Papa Francesco quando, intervistato telefonicamente da Tv2000 Sabato mattina, non ha fatto che ripetere più volte la  frase: «Non è umano». Non credo ci sia altro da aggiungere se non che sono ancora troppe le cose che «Non sono umane»… Non sono umani i terroristi che si fanno saltare in aria e uccidono tanti innocenti e non sono umani i droni americani che bombardano un ospedale di Medici senza Frontiere. Non è umano uccidere i bambini in Ucraina e nemmeno in Siria perchè le bombe non sono mai giuste. Non sono umane le guerre e guerriglie sparse per il mondo: dalla Somalia alla Cecenia, dalla Nigeria all’Iraq, dal Pakistan al Sudan.  Insomma, non francesizzerò la mia foto su Facebook se non mi metteranno a disposizione anche le bandierine degli altri popoli che nel mondo sono sotto le bombe!

Mi sono chiesto più volte cosa fare in questi momenti. E’ inutile dire che tutto sarà come prima, perchè non è vero. Quante persone fino a pochi giorni fa sono state all’Expo? Ci ritornerebbero oggi se fosse ancora aperto? Mia figlia venti giorni fa è andata al Forum di Assago a vedere gli European Mtv Award. Se li rifacessero oggi non so se ce la manderei: forse si, ma poi non ci dormirei la notte… Immaginatevi dunque come sono contento che Firenze, i prossimi 26 e 27 Novembre 2015, ospiti il vertice Nato regalatoci dal nostro caro ex-sindaco…

Se il post finisse qui ne uscirebbe una tragedia totale e invece ho avuto la fortuna di imbattermi in un bell’articolo di Jacopo Fo, pubblicato su Cacao 4 giorni fa, intitolato “Servono più pacifisti sulle barricate!“. Dopo aver elencato tutti i mille motivi per essere tristi e preoccupati, Jacopo Fo riesce anche ad elencare pochi ma eccellenti motivi di speranza per gli anni a venire… Se avrete la pazienza di leggerlo tutto, scoprirete che perfino i nostri/vostri blog, se usati in modo intelligente, sono mezzi che portano verso un futuro di pace e sviluppo e che le barricate su cui i lavorano i nuovi pacifisti sono molto particolari. Hanno i nomi di migliaia di onlus, di gruppi d’acquisto solidali, di ciclofficine, di coloro che si occupano di fotovoltaico e ambiente, di bookcrossing, di wikipedia, di linux, di commercio e finanza equosolidali, dei contadini di genuinoclandestino e di molte altre piccole attività lavorative e/o di volontariato che vanno verso un’economia solidale e collaborativa…

Insomma, quando con i nostri/vostri blog condividete informazioni e buone pratiche per il bene comune (postare stupidi insulti o foto di gattini non vale) state lavorando per la pace e contro il terrorismo perché, come diceva Tiziano Terzani

[…]  il problema del terrorismo non si risolverà uccidendo i terroristi, ma eliminando le ragioni che li rendono tali. […]

dalla lettera di Tiziano Terzani a Oriana Fallaci del 2001

Grazie a bloodyivy di Niente Panico per il Liebster Award.

Liebster2-300x225Sempre col consueto (e un po’ maleducato) ritardo rispondo ad un altro Award ricevuto nel mese di Ottobre. Ribadisco quanto scritto negli altri post su vari Award: è solo un gioco molto carino che mi offre la possibilità di segnalare alcuni blog piacevoli e meritevoli di lettura. Quindi io vi nomino e voi sentitevi liberi di fare quello che più vi piace… Se volete continuare il tag fatelo, altrimenti significa che avete altre cose più importanti da fare…

Ecco le regole della nomination:
* inserire il logo del Premio
* ringraziare il blog che ti ha nominato
* rispondere a dieci domande
* nominare dieci bloggers e avvisarli
* scrivere dieci domande ai nuovi nominati

Ringrazio Bloody Ivi del blog “Niente Panico” e rispondo alle sue domande:

Un regalo che vorresti ricevere per Natale dalla vita (che piovano borsette non è ammesso, intendo gioie, insegnamenti, cose più spirituali).
Sul piano generale direi la pace nel mondo… sul piano personale salute e serenità nella mia famiglia. Ok ammetto che sono risposte banali…. da pensierino delle elementari… ma queste sono!

Un regalo da un amico/parente che vorresti ricevere per Natale (piano materiale, quindi anche le borsette vanno bene).
Ancora sinceramente non ho pensato ai regali di Natale… Così su due piedi mi piacerebbe qualcosa per fare il Taijiquan e il Daoyin: ad esempio le scarpette bianche con lo yin-yang oppure una bella spada con tanto di custodia.

Qualcosa che non hai mai mangiato e vorresti provare.
Sono curioso di assaggiare di tutto… diciamo che proverei volentieri la cucina indiana e anche quella russa (quella delle famiglie locali, non quella dei ristoranti).

Qualcosa che hai mangiato ma non lo farai mai più tanto faceva schifo.
Parto dal principio che quello che mangia un qualsiasi altro essere umano posso mangiarlo anch’io e quindi non mi fa schifo niente… Diciamo che cerco di evitare del tutto il cibo industriale: piuttosto che mangiare cibi in scatola preferisco schifezze naturali….

Qualcosa che mangeresti anche un giorno sì e uno no vita natural durante.
Risposta facile: la cioccolata!

Un bel sogno che ricordi, in poche parole.
Di solito non ricordo i sogni… Direi sogni dove viaggio in bei luoghi.

Un incubo che non hai scordato, in poche parole.
Boh, non mi viene in mente niente… sicuramente ne ho avuti ma spero di averli rimossi.

Un sogno premonitore.
Mai avuti …nemmeno un prozio che mi dava i numeri del lotto o almeno non li ho mai riconosciuti come premonitori.

Un libro che hai regalato.
E’ difficilissimo regalare libri, specialmente agli adulti, perchè si tratta di scelte molto personali, perciò di solito vado su altri articoli. Credo che l’ultimo libro che ho regalato fosse un libro illustrato di favole per un bimbo, figlio di un mio cugino.

Un libro che vorresti ricevere in regalo.
Ne cercavo uno da tempo e l’ho trovato in libreria la scorsa settimana (“Chi running” di Danny Dreyer). Un altro che forse mi piacerebbe leggere è la biografia di Gino Girolomoni. Per il resto mi affido moltissimo al bookcrossing e quindi posso dire di ricevere in regalo un sacco di libri che non conosco da persone che non conosco …e proprio per questo li trovo belli e interessanti.

A questo punto devo nominare 10 blog e avvisarli (il post lo considero già come avviso visto che più o meno con tutti siamo reciprocamente followers)

Le altre volte giravo le domande che mi aveva fatto chi mi aveva dato il premio. Oggi, per la prima volta, metto io le mie 10 domande… (è sempre più difficile farne di originali)

  1. Se non avessi un blog avrei più tempo libero da dedicare a….
  2. Ad averlo saputo l’avrei cominciato/fatto molto prima…
  3. Una cosa semplice che tutti dovrebbero fare domattina per un mondo migliore…
  4. Grazie ad un altro blog ho imparato a…
  5. Qualcosa di gratis che ho scoperto valere molto più di tante cose che posso comprare…
  6. Se non l’hai (visto/ascoltato/letto/assaggiato/visitato) non sai cosa ti perdi nella vita…
  7. Il rimedio della nonna che uso più frequentemente…
  8. La cosa migliore da fare in una fredda serata invernale…
  9. E quella da fare in una calda serata estiva…
  10. Una settimana senza la corrente elettrica: niente pc, niente tv, niente internet… E’ l’occasione buona per…

Grazie a Dora per il Fmtech Award Very Nice Blog.

fmtech award

fmtech award

Fra la scrittura di un post e l’altro, la lettura e il commento di altri blog mi capita spesso di  essere estremamente in ritardo su alcuni Award che ho ricevuto e che  devo continuare.

Lo ammetto: come in molte altre iniziative (anche nella vita reale), ho i miei tempi e sono molto lento… Però non dimentico! E quindi eccomi a rimediare col primo Award ricevuto da Dora del blog “Almeno tu” lo scorso 3 Ottobre.

Le regole del premio consistono nel nominare 10 blog che ci piacciono particolarmente dandone le motivazioni. Questi a loro volta potranno continuare la catena oppure no.

Ovviamente essendo molti di più i blog che vorrei segnalare ne scelgo 10 fra quelli che seguo ultimamente e che mi vengono in mente adesso sul momento. Come sempre in questi casi  capiterà che… alcuni meritevoli me li dimenticherò, altri riceveranno la nomination e non saranno per niente interessati, altri ancora avranno una collezione di doppioni della stessa nomination… come nelle figurine Panini. In ogni caso  è solo un gioco per presentare blog interessanti. E visto che siamo tutti lettori reciproci il post vale anche come notifica del premio.

  • Pigra … aspirante runner: perchè condividiamo lo stesso sport e siamo entrambi runner …tanto aspiranti quanto entusiasti…
  • Green tea for breakfast: perchè con lei condivido la passione per la meditazione e le pratiche orientali (lei yoga, io daoyin) e soprattutto perchè dovrei fare il decluttering prendendo esempio da lei… ma proprio non ci riesco!
  • Dove gira il sole: se l’Italia avrà un futuro migliore lo dobbiamo a persone come Cri e Fra… Un bel blog che ti fa riappacificare col mondo e ti fa venir voglia di lottare e andare avanti… nonostante renzi&co…
  • Rituali Marina Minet: per le sue poesie.
  • Territori del ‘900: per il modo inconsueto con cui racconta la mia Toscana… (con le pagine dei più famosi scrittori dell’Ottocento e del Novecento)
  • Non è un continente nero: un blog con molta sensibilità che propone riflessioni e notizie su altri continenti, mondi che poi sono lo specchio dove vediamo le deformazioni del nostro mondo.
  • Isolanamente: l’ho scoperto soltanto adesso e per adesso ho letto solo i post più recenti… bellissimo blog… soprattutto il post che parafrasa Gaber…
  • Chi ha paura di Virginia Woolf: blog molto simpatico che leggo da molti anni… ha come sottotitolo “Dì pure poco, ma dillo bene”… ed in effetti dice molto bene tantissime cose!
  • Me and my books: nuovissimo blog dedicato ai libri, nato lo scorso settembre e scoperto da pochi giorni… Molto bello sapere che è curato da una bravissima diciannovenne. Il post sul bookcrossing poi è favoloso (lo so io sono fissato col bookcrossing).
  • I discutibili: in teoria sarebbe un blog… ma per me è diventato una delle fonti di informazioni principali a cui mi affido… alla faccia di Vespa, Mentana, Santoro e compagnia bella!

Infine vorrei dare un premio, come dire… “alla memoria” per un blog che non c’è più a cui pensavo nei giorni scorsi mentre preparavo la polenta con la macchina del pane. Se ho imparato questa e tante altre buone ricette e se ho capito molte delle usanze carniche e triestine lo devo all’unico blog di cui ho conosciuto l’autrice di persona… “Accanto al camino” di Libera.  A diversi mesi dalla sua cancellazione quel blog un po’ scapigliato mi manca ancora e non credo di essere l’unico lettore…