Pagine bianche.

Mi piace scrivere. Mi piace soprattutto scrivere sulla carta con la penna. Scrivo qualsiasi cosa: dai banali elenchi delle cose da fare, alla lista della spesa, fino ad appunti vari raccolti qua e là. Da informatico dovrei avere più dimestichezza con i programmi e le app, ma proprio non mi ci ritrovo. In ufficio la mia “to do list” è cartacea, bella scarabocchiata e in vista sulla scrivania: spesso scritta su fogli e foglietti di recupero. E anche a casa la situazione è simile. Per gli appunti da prendere al volo basta una qualsiasi pagina bianca: spesso il retro dei volantini delle corse podistiche o delle pubblicità, etc… Insomma, riciclo a gogo… anche col rischio di presentarsi al banco della gastronomia con la lista della spesa scritta sul retro dell’estratto conto della banca…

Quando poi devo memorizzare qualcosa  (in questo periodo le lezioni di teoria del corso di istruttore di daoyin), devo assolutamente scrivere a mano:  studiare, fare riassunti e mettere su carta. Sarà che io sono tardo, ma per fissare le idee in quei due neuroni che mi sono rimasti, devo prima fissarle su un quaderno: a righe o a quadretti non importa, basta che sia cartaceo. Insomma, digitare su Libreoffice o WordPress non aiuta il mio cervello… magari forse come ripasso o come copia finale da conservare, ma solo dopo essere passato dalla carta.

Se fino a qualche mese fa mi andava bene qualsiasi quaderno, anche recuperato da vecchi residuati di quando mia figlia faceva le elementari, da un po’ di tempo mi sono convertito alla carta di lusso… Nella primavera del 2015  mi arrivò una busta da TV5, emittente francofona che seguo sia via satellite che su web. Scoprii di aver vinto un concorso e come premio ricevetti la mia prima Moleskine. Proprio in quei giorni la mia amica Cri organizzava alcune conferenze su naturopatia e dietetica e così ne approfittai per inaugurarla, prendendo appunti a quelle serate…

Fu un colpo di fulmine! Da allora ho sempre con me una Moleskine che uso per prendere tutti quegli appunti che devo conservare e che condivide lo spazio nel mio zainetto con una pennetta USB piena di Gb di materiali audio e video, che per forza di cose non possono stare nella Moleskine. In alcune settimane non scrivo proprio niente, in altre qualche riga, a volte paginate come se piovesse… Sarà la carta, sarà la maneggevolezza, sarà la copertina, ma scrivere sulla Moleskine è un vero piacere, come lo è sfogliarla e rileggerla. Sono io il primo a stupirmi di questo fatto: a volte mi sento troppo fighetto e allora cerco di riempire tutti gli spazi… perchè lasciare un rigo vuoto sulla Moleskine è un peccato! E’ come avere davanti il proprio piatto preferito, cucinato alla perfezione, non finirlo  e non fare la scarpetta…

A casa mia hanno notato la cosa e così fra i regali di Natale mi è arrivata una bellissima agenda Moleskine 2017 dei Peanuts che è stata apprezzatissima ma che mi ha già mandato in crisi… Siamo solo al 4 di Gennaio e ho già lasciato indietro delle pagine bianche che chiedono di essere riempite, magari con qualcosa di più intelligente degli orari delle riunioni in ufficio….. Aiuto!

◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊

P.s. Scusandomi del ritardo, auguro un Buon Anno a tutti!!!!

La mia Moleskine 2017 - Foto tratta dal sito ufficiale della Moleskine

La mia Moleskine 2017 – Foto tratta dal sito ufficiale della Moleskine

Annunci

34 thoughts on “Pagine bianche.

  1. Ah, ah, molto bella! Io ho tenuto da parte le vecchie agende che una volta le banche regalavano, quando non erano così spilorcie, ora sto ne sto usando una del 2014 per gli appunti… anch’io scrivo quasi sempre a mano, prima di trascrivere sul pc, a volte però se rileggo gli appunti dopo un pò di tempo faccio fatica a capire me stesso, la calligrafia è molto peggiorata e non solo quella… buon anno!

    Liked by 1 persona

  2. Qualche tempo fa c’è stata una discussione sull’importanza della scrittura a mano e come questa – specie nei primi anni di vita dove s’impara a scrivere – non debba assolutamente essere sostituita dall’utilizzo esclusivo di una tastiera. Avevo letto – forse proprio su un blog di wordpress – che secondo recenti studi la scrittura a mano stimola aree del cervello che con la scrittura al pc rimarrebbere spente. Forse è proprio per questo che ricordi meglio prendendo appunti su carta e penna.

    Liked by 1 persona

  3. Mi pento amaramente di aver rallentato con la scrittura cartacea, è sempre stato naturale per me stare con la penna in mano. Mantengo la buona abotudine per gli appunti ai corsi o conferenze, ne prendo a pagine intere!

    Liked by 1 persona

    • Io riciclo tutti i foglietti possibili e immaginabili. Quando mi arriva un volantino lo giro subito per vedere se è stampato anche il retro e giuro che spesso è più interessante il lato bianco del lato scritto (soprattutto nel caso di volantini elettorali).
      Io non pensavo di riuscire ad amare una moleskine… ma mi sono dovuto ricredere….

      Liked by 1 persona

  4. OSSIGNUR BENEDETTO UNA MOLESKINE SOLTANTO ORAAA?
    vedi? da solo è venuto il maiuscolo 😦
    E’ un lusso che mi porto dietro da tantissimi anni e sceglierla è forse il mio regalo più emozionante. Il momento in cui mi immedesimo a tanti scrittori…

    sheramoltiAugurietantecosebuonepertuttinoi

    Liked by 1 persona

    • Rispondo qui a tutti e due i tuoi commenti… Sono sempre stato uno pratico e più che al contenitore (la Moleskine) ho sempre pensato di più ai contenuti (cioè a quello che scrivevo). Il supporto non mi interessava mi interessavano i concetti. Poi per un caso ho scoperto che anche il supporto ha una sua piacevolezza nel senso che si scrive e si rilegge meglio.
      Il fatto che la Moleskine la usassero grandi artisti (Chatwin, Picasso, Van Gogh, Hemingway) per me era più un freno ad usarla che un incentivo….

      Liked by 1 persona

      • Ti capisco ma nessuno di noi se è cosciente di sè, almeno parlo per me, ha mai pensato di emulare chicchesia quanto piuttosto di utilizzare una sorta di transfert… intellettuale e sensoriale.
        Una reliquia ? un talismano? Una emozione? entrambe le cose .
        sheraciao

        Mi piace

    • Grazie mille!!!! Vedo che siamo in tanti a scrivere ovunque… Io uso il quaderno o blocco per le cose che devono restare… per le liste (to do list, lista della spesa, etc…) vanno bene anche i fogliacci… Buon proseguimento di 2017 anche a te!!!

      Mi piace

  5. Carissimo Marco, anche io scrivo tanto a mano, forse anche per il fatto di non dimenticare scrivere a mano..

    sono felice che tu mi hai ritrovata e accetto volentieri la tua rinnovazione d’amicizia qui nel web.. a te e alla tua famiglia un buon 2017.. ti abbraccio bussi Rebecca

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...