Le prugne del papa e le more di Sant’Ambrogio.

Foto

Foto “Un albero di cachi a #Milano” by Ylbert Durishti – flickr

Un mio commento a questo post di Gaberricci mi ha fatto tornare in mente un post che avevo in bozza ormai da molto tempo e che cade a pennello con la stagione estiva. Se abitate in una città e vi capita di girare per le strade e nei parchi, vi sarete imbattuti più volte in alberi carichi di frutta matura che spesso marcisce, cade e si spiaccica sui marciapiedi, con tutta una serie di disagi: strade sporche, pericolo di scivolare, insetti attirati, etc…

Da alcuni anni a Roma è nato il progetto Frutta Urbana creato dall’associazione Linaria insieme a Romaltruista che consiste nella raccolta della frutta da alberi urbani, sia pubblici che privati, che nessuno raccoglierebbe. La frutta viene poi distribuita, sia fresca che trasformata in marmellate, a mense sociali, alla Caritas, al Banco Alimentare e a case di Riposo. Una piccola parte viene venduta ai Gruppi d’Acquisto Solidale, nei mercati contadini e/o a negozi a km zero e i proventi vengono reinvestiti per comprare le attrezzature per la raccolta e trasformazione (scale, attrezzi, barattoli, etc…) per la manutenzione del sito web, per impiantare nuovi frutteti e per altre iniziative educative legate alla frutta urbana. Oltre alla raccolta dei frutti questa iniziativa si occupa della potatura e soprattutto del censimento e della mappatura degli alberi da frutta in città. Solo a Roma ne sono stati mappati quasi 500 mentre a Milano (l’altra città dove opera Frutta Urbana) quasi 200.

A questo punto vi chiederete, come ho fatto io, se questa frutta è sicura o è inquinata. Premesso che questi alberi non sono ne’ concimati ne’ spruzzati di antiparassitari chimici o di nessun tipo e che la frutta viene raccolta a piena maturazione e subito distribuita, senza stazionare in magazzini e viaggiare su camion per giorni, rimane il problema dell’inquinamento urbano. Ebbene, i volontari hanno fatto analizzare la frutta ed è risultata con meno residui chimici della frutta da agricoltura convenzionale comprata al supermercato: insomma basta lavarla bene prima di mangiarla!

In queste pagina sul sito di Frutta Urbana sono riportate le analisi chimiche delle Arance Amare colte in via del Porto Fluviale (zona Ostiense) e delle Prugne colte in via del Vaticano, accanto alla sala Nervi e perciò ribattezzate come “le prugne del papa“… E invece, le “more di Sant’Ambrogio”? Sono quelle della marmellata fatta con le more raccolte nel parco Boscoincittà di Milano!

11 thoughts on “Le prugne del papa e le more di Sant’Ambrogio.

  1. l’idea è bellissima, a prescindere,e ti ringrazio davvero della segnalazione. però un picoclo appunto rimane: le analisi chimiche che loro riportano sono relative ai metalli pesanti, e va bene (per altro, mi stupirei anche un po’ di trovare del piombo e del cadmio, consideranto che i gasi di scarico sono Pb-free). ma il resto? idrocarburi soprattutto? e solfati? (ammettendo pure che il particolato sia nocivo solo per inalazione e non per ingestione, e che un buon lavaggio sia sufficiente a lavarlo via). secondo me una piccola integrazione sarebbe necessaria.

    Liked by 1 persona

    • Come dici tu l’iniziativa è lodevole a prescindere ed in effetti qualche analisi in più renderebbe tutti più tranquilli. Poi penso a tanta frutta (anche biologica) di cui non conosciamo l’origine e mi domando se è meglio la frutta urbana milanese o romana o quella biologica del supermercato che sul cartellino ha un generico provenienza “Italia” “UE” oppure “Extra UE”…
      Quando vado nel negozio “Bio” sotto casa e, fra tanti prodotti ottimi di contadini locali (alcuni conosciuti anche di persona) , ci trovo in mezzo le arance biologiche coltivate nel territorio del Salto di Quirra… mi viene voglia di mangiare le arance romane…

      Mi piace

  2. Pingback: SABATOBLOGGER 37. I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...