Correndo per diletto…

Foto "enjoying a shiny, happy sunday.... (les penseés texanes #13)" by Jack - Flickr

Foto “enjoying a shiny, happy sunday…. (les penseés texanes #13)” by Jack – Flickr

Dopo che alcuni giorni fa vi ho raccontato delle mie imprese sportive nel Daoyin, per par condicio, torno a parlarvi di corse raccontandovi i miei primi mesi del 2016.

La prima novità è che ho ripreso le gare e che da quest’anno corro nella categoria Veterani.  A Gennaio ho partecipato a: Cross country delle Cascine a Firenze, Invernale di Palastreto a Sesto Fiorentino, Trofeo Martiri di Valibona a Campi Bisenzio. A Febbraio  ho fatto solo il Trofeo Oltrarno di  Firenze perchè gli impegni del Daoyin e un’influenza mi hanno tenuto lontano dalle corse. Logicamente lo scopo con cui sono tornato è di puro diletto: nelle classifiche arrivo sempre tra gli ultimi ma non me ne importa niente. Lo scopo è divertirsi, rivedere qualche vecchio amico e correre su percorsi diversi dai soliti che faccio in allenamento.

Che poi per me “allenamento” è una parola davvero grossa, perchè attualmente corro solo due volte a settimana! Di solito il Mercoledì pomeriggio (ma ieri ho preferito la cyclette causa freddo e vento) e l’altra volta nel fine settimana: se gli impegni me lo permettono in una garetta, altrimenti da solo… In compenso, oltre alla palestra, vado a camminare e cammino tanto… e questo mi aiuta.

In allenamento non faccio nessun lavoro specifico e sinceramente non ho intenzione di farne nemmeno in futuro. Però ho iniziato a praticare il “Chi running” che altro non è che un metodo, creato da un americano,  per applicare le teorie e la filosofia del Taijiquan alla corsa. In pratica si lavora sulla postura durante la corsa con lo scopo di avere una corsa fluida e naturale come quella dei bambini che corrono ai giardinetti. Sto leggendo un libro in merito ma sono solo all’inizio: mi riservo di fare un post più ampio quando avrò le idee più chiare e avrò fatto più allenamenti. In compenso, già alle prime uscite facendo “chi running”, notavo un miglioramento di 20 secondi a km e molta meno stanchezza alla fine dell’allenamento.

Sabato scorso ho provato a vedere quanti km riuscivo a fare col “chi running”… Nei primi 12 km sono riuscito a mettere in pratica più o meno quasi tutti i focus principali (inclinazione, movimento dall’addome, rilassamento delle articolazioni, appoggio del piede, respirazione, etc…), dal 12° al 17° km mi sono un po’ lasciato andare e mi sono concentrato solo su un focus o due… Dal 17° in poi ero così stanco che ho rallentato e ho pensato solo a… tornare a casa. Alla fine sono venuti fuori 20 km a 5:30 minuti al km. Se penso che un mese fa in allenamento (senza fare il chi running) difficilmente scendevo sotto i 6 minuti al km sono proprio contento. Se aggiungo che questi 20 km li ho corsi con una frequenza cardiaca media di 159 battiti sono ancora più felice… perchè tutto sommato mi sono stancato, ma non troppo!

6 thoughts on “Correndo per diletto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...