Un film: “La guerra dei Mondi” (2005), che non è mica tanto fantascienza…

Foto "Universal Studios - Los Angeles - Set de La guerra dei Mondi" by TerrorNoize - flickr

Foto “Universal Studios – Los Angeles – Set de La guerra dei Mondi” by TerrorNoize – flickr

Venerdì sera mi è capitato di vedere su Rai4 il film di Steven Spierlberg del 2005 “La guerra dei mondi” con Tom Cruise. Questa sarebbe una recensione qualsiasi se il film di fantascienza non fosse cascato drammaticamente a pennello con l’attualità dello stesso giorno, assumendo un significato piuttosto inquietante.

La trama completa potete leggerla qui su Wikipedia: cerco di riassumerla in breve. Ray Ferrier (Tom Cruise) è un lavoratore portuale divorziato che vive in un paese del New Jersey e che nel fine settimana deve occuparsi dei figli mentre la ex-moglie parte per Boston. Nel villaggio appare una nube che inizia a lanciare fulmini che disattivano ogni apparecchio elettronico e, dalle buche create nel terreno, escono tripodi alieni che inceneriscono e distruggono tutto quello che incontrano. Ray capisce che per salvare i figli deve portarli a Boston dalla madre e inizia, con l’unica automobile funzionante di tutta la città, un viaggio che, tra migliaia di imprevisti e di effetti speciali, arriverà fino alla fine del film.

La scena delle migliaia di persone che camminano a piedi per l’autostrada, quella di coloro che assaltano Cruise e i figli per impossessarsi dell’unica auto funzionante e  infine, quella in cui tutti, presi dal panico, forzano i cordoni della polizia per salire sull’unico traghetto per attraversare il fiume Hudson, erano troppo simili a quelle mostrate dai TG appena mezz’ora prima… Ovvero a quelle dei rifugiati siriani che camminavano sulle autostrade bulgare verso l’Austria, a quelle delle persone che assalivano i treni e venivano respinte dalle forze di polizia, per finire con quelle dei barconi strapieni che affondano regolarmente dove, a differenza del film,  non è necessario nemmeno l’attacco dagli alieni…

Ecco, quello che ci manca nella realtà sono gli alieni … o forse no! Perchè a pensarci bene quegli alieni che nel film distruggono e uccidono la popolazione non sono molto differenti da noi occidentali che, con la scusa di esportare la democrazia, andiamo a distruggere e bombardare quelle zone del medio-oriente e del Nord-Africa solamente per accaparrarci le loro risorse naturali ed energetiche… In fondo, anche i tripodi alieni del film, non sono molto differenti dai droni usati da noi occidentali: entrambi sparano e bombardano a casaccio su vittime civili, con due piccole differenze. La prima è che i droni volano precisi mentre i tripodi camminano goffamente. La seconda è che nel film è tutto finto, mentre purtroppo…

°°°

Altri articoli interessanti sul tema dei migranti… Nella drammaticità degli eventi è interessante vedere come molti blogger osservino da molte sfaccettature la situazione…

Annunci

15 thoughts on “Un film: “La guerra dei Mondi” (2005), che non è mica tanto fantascienza…

  1. Il parallelismo può continuare (attenzione, rischio spoiler!): nel libro “La guerra dei mondi” (nel film non so, ne vidi dieci minuti e mi annoiò terribilmente), i marziani, alla fine, vengono sconfitti da un banale raffreddore terrestre. Se dico “Ebola”, qualcuno capisce a cosa voglio riferirmi?

    P.S.: grazie del link, vorrei segnalare il pingback ma purtroppo sui discutibili non posso approvare i link…

    Liked by 2 people

    • (no? che strano. perché non puoi? se sei autore dell’articolo dovresti poter approvare i commenti sul tuo post. ora controllo. comunque, fatto).
      sul post, invece: confesso la mia profonda ignoranza sul film di tom crouise. dal titolo “guerra dei mondi” avevo pensato si parlasse di orson welles, figuratevi…
      la distanza, in ogni caso, credo non sia molta.

      Liked by 1 persona

      • in realtà si tratta della stessa opera di wells ” la guerra dei mondi ” pubblicata dall’autore a fine ottocento. nel 1938 o. welles alla radio sceneggiò la storia, simulando in diretta un attacco alieno – la radio allora veniva fatta in diretta – ma questa è una storia che conosci. nel 1953 venne girato un film con lo stesso titolo e la stessa storia – io e marco dobbiamo averlo visto almeno un migliaio di volte sulla rai – fino ad arrivare al film con cruise del 2005. la fantascienza inquieta, ma attira – almeno su di me sortisce questo effetto.

        Liked by 1 persona

    • In effetti, come avete già detto, la storia è quella del libro di fine Ottocento di Wells poi ripreso più volte in radio e al cinema. Per quanto riguarda il film in oggetto (del 2005) è la classica megaproduzione hollywoodiana di Spielberg nella quale ci sono inquadrature e spezzoni che ricordano precedenti film di Spielberg (da incontri ravvicinati, a ET o Jurassic Park)…

      Mi piace

  2. visto il film e letto il libro. tutto inquietante, ma ancora di più è la realtà di quella moltitudine di cui ogni giorno abbiamo notizie nefaste e che si muove verso un destino molto nebuloso. se in un film di fantascienza, tu protagonista, sei in grado di comprendere che il destino comune di morte e distruzione tutto sommato ti dà un grado di ” misura ” delle cose e ti accomuna agli altri, in questo caso i ” protagonisti ” vivono una ” misura ” estremamente sbilanciata, poichè da una parte c’è l’occidente ricco e in pace, dall’altra ci sei tu, medio orientale o nero o asiatico o color arcobaleno non più persona, con le tue miserie e la tua guerra terribile, eventi verso i quali nulla puoi, ma che ti servono solo per definire con più forza come sei sventurato nella sventura dell’essere nato nella terra sbagliata al momento sbagliato.

    Liked by 1 persona

      • altroché, più di una ragione! peccato che non sia molto chiaro ad un sacco di persone – ungheresi, serbi e via chiacchierando, per non parlare dei tedeschi prima di loro e di tutta la corte celeste europea! e vogliono solo i siriani perché sanno parlare inglese e sono quasi sempre laureati, mica la feccia nera, quella è meglio che rimanga nel sud d’Italia!

        Mi piace

  3. Io li chiamerei gli alieni, così tanto per fare un po’ di pulizia. Avrei qualche indirizzo da dargli. Magari proprio quelle stanze dei bottoni da cui partono gli ordini per le guerre, i genocidi, e le tragedie a cui stiamo assistendo. E poi quelle altre stanze in cui si disegnano le strategie per schiavizzare l’umanità e sottometterla al dio denaro. 🙂 Ciao, Pier☼

    Mi piace

  4. Ho visto il film e in effetti ci sono molte cose che sembrano quelle che si stanno verificando in questi periodi. Presagi?? Mah, certo che se da un film dobbiamo passare alla realtà, siamo proprio messi male. Qui alla fine l’uomo vince la battaglia contro gli alieni, ma saprà l’uomo vincere la battaglia contro se stesso?? Io ho dei dubbi in merito e la vedo bruta questa situazione, tende a peggiorare sempre di più.
    Un caro saluti, Pat

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...