Storie di puzzle.

Foto
Foto “Puzzle Clementoni” by unpodimondo – flickr

 

In questo blog spesso ho parlato di consumi, economia  e di comportamenti non proprio corretti di molte aziende. Oggi voglio invece raccontarvi due storie di ditte  molto vicine ai propri clienti, che casualmente sono entrambe legate ad un hobby che unisce me e mia figlia: quello dei puzzle. Anche se, per impegni lavorativi e universitari, non ne facciamo molti (mediamente due o tre all’anno) ogni tanto ci piace dedicarci a questa attività…
Storia 1: Grazie Clementoni!

 

Alcuni mesi fa mia figlia torna a casa col puzzle Disney da 1000 pezzi della Clementoni di cui vedete un dettaglio nella foto. Visto che la usiamo raramente, liberiamo la tavola della tavernetta e la dedichiamo esclusivamente al puzzle. Immaginatevi, dopo diversi giorni, di finirlo e di scoprire che nel bordo manca un pezzo. Eppure eravamo stati attenti… tutti i pezzi erano nella scatola, che veniva chiusa rigorosamente tutte le volte che sospendevamo il puzzle. Dopo aver perlustrato tutta la stanza, avendo anche spostato tutti i mobili, decidiamo che l’abbiamo perso (sarebbe la prima volta in quasi venti anni) o che forse quel pezzo nella nostra scatola proprio non c’è mai stato…
Decidiamo quindi di usare la cartolina che si trova nella scatola e che promette, in termini molto vaghi, di inviarci gli eventuali pezzi persi. Nel testo non capiamo se il servizio è gratuito o a pagamento e soprattutto non ci è chiesto quale è il pezzo che ci manca… l’unica cosa richiesta è allegare il codice a barre della scatola del puzzle. Dopo una veloce consultazione su internet riempiamo la cartolina e la spediamo per posta ordinaria, con poca fiducia. E invece, dopo una ventina di giorni arriva la prima sorpresa… un corriere suona a casa e ci consegna gratuitamente un pacco della Clementoni! Dentro non c’è il pezzo che ci mancava ma il sacchetto con tutto il puzzle completo… Ci mettiamo quindi alla ricerca del pezzo mancante e abbiamo una seconda sorpresa: …il pezzo c’è ma non si incastra sul vecchio puzzle, semplicemente perchè tutto il puzzle è stato tagliato da una macchina differente e quindi gli incastri di tutte le tessere sono cambiati. E allora, per avere il puzzle completo non resta che rifarlo tutto dall’inizio, con sommo divertimento!
Storia 2: Grazie Toys Valdichiana!
Alcune settimane fa mia figlia trovò su Facebook una pubblicità che promuoveva, per il 30 Maggio 2015, un torneo di puzzle organizzato dal negozio  Toys Valdichiana in collaborazione con Ravensburger, presso l’omonimo outlet in provincia di Arezzo. Partire da Firenze per andare a fare un puzzle a Foiano della Chiana non era proprio conveniente ma abbinandoci un giro al resto dell’outlet è stata l’occasione per trascorrere un pomeriggio differente. …E poi la curiosità era tanta, per noi che non immaginavamo nemmeno l’esistenza dei tornei di puzzle!
Il torneo, ad iscrizione gratuita, era diviso per età e categorie. Gli adulti potevano concorrere come individuali oppure in coppia. Io ero per iscriverci alle coppie ma mia figlia ha optato per le iscrizioni individuali e così, oltre alla competizione con gli altri concorrenti, abbiamo fatto anche una gara padre-figlia.A tutti i concorrenti veniva consegnata l’identica scatola del puzzle da 500 pezzi “Pizzi e merletti” di Ravensburger (vedi foto sotto) e al via tutti abbiamo scartato il cellophane e ci siamo messi all’opera… Il torneo, che premiava i primi 3 concorrenti di ogni categoria, terminava per tutti quando il terzo classificato finiva il suo puzzle. La gara è durata circa due ore e, visto che era la nostra prima esperienza, non ambivamo certo ai premi. Quando è stata chiusa eravamo comunque a buon punto: a me mancava solo il bordo mentre a mia figlia mancava un pezzo del centro: diciamo che la competizione familiare è finita in pareggio. L’ultima sorpresa è stato il fatto che, oltre all’iscrizione gratuita, ci hanno regalato il puzzle con cui abbiamo giocato e quindi ce lo siamo portati a a casa come ricordo della manifestazione…
Adesso non ci resta che ringraziare tutti e magari cercare nuovi tornei….
Puzzle "pizzi e merletti" di Ravensburger

Puzzle “pizzi e merletti” di Ravensburger

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...