Quattro mesi di Daoyin.

Come ho scritto lo scorso Ottobre (qui il post) io e mia moglie abbiamo iniziato a praticare il Daoyin (detto anche Qigong). Quando abbiamo iniziato pensavamo di fare una ginnastica cinese ma, via via che andiamo avanti, scopriamo che si tratta di molto più di quello che ci aspettavamo all’inizio. Quattro mesi son davvero pochi per capire qualcosa di questa antica tecnica psicofisica della medicina tradizionale cinese, ma abbastanza per intuire che questa attività sta già avendo degli effetti benefici insperati sulla nostra salute. Il primo effetto è una bella rilassatezza che, per me che in questo periodo sono teso come una corda di violino, è un vero toccasana. Siamo all’assurdo che a volte ci stressiamo e facciamo le corse per arrivare puntuali in palestra ma poi ci rilassiamo facendo ginnastica tanto che, quando torniamo a casa, siamo riposati e calmi come non mai (e a me scende pure la pressione).

Siamo lontani anni luce dalla fluidità e dall’armonia dei movimenti dei nostri maestri ma, nonostante siamo ancora goffi come orsi in letargo, sentiamo che il  Daoyin ci fa star bene! Ancora più difficile è memorizzare i nomi e le sequenze di tutti i movimenti, ma piano piano ci auguriamo di farcela. D’altra parte fra tutte le lacune che dobbiamo colmare c’è anche la totale ignoranza della teoria  che sta dietro a questa pratica. Fra tutti i meridiani e tutti i punti di agopuntura cinese è già tanto aver capito dove ne stanno 3: il Dantian, il Laogon e lo ShangYang.

Vi lascio con la massima che è appesa accanto alla porta della nostra palestra. E con un video di esempio sul Daoyin. In un prossimo post vi racconterò la storia della Daoyin tu.

Soffiando, inalando, espirando ed aspirando,
espellono il vecchio per assorbire il nuovo.
Si scrollano come gli orsi e si stirano come gli uccelli.
Fanno ciò per prolungare la vita, sono gli adepti del Daoyin,
gente che nutre la propria forma emulando Peng il vegliardo.

Zhuangzi Keyi, testo taoista del IV-II sec. a.C.

 

Advertisements

6 thoughts on “Quattro mesi di Daoyin.

  1. Pingback: La Daoyin tu. | Un po' di mondo

  2. Che bello! Io ho gli stessi benefici con lo yoga. Quest’anno ho trovato un insegnante fantastico che, spesso durante le lezioni, abbina lo yoga alla mindfulness (pratica di meditazione e di consapevolezza). Quando esco dalla lezione, sono davvero rigenerata. Vorrei farlo 2 volte alla settimana, ma per ora ci riesco soltanto una. Buona pratica! 🙂

    Mi piace

    • In effetti il Daoyin è (più o meno) la versione cinese dello yoga. Io vado due volte a settimana e mi sarebbe piaciuto fare anche il corso di meditazione (si tiene nella stessa palestra) ma purtroppo quest’anno i miei orari lavorativi/familiari non me l’hanno permesso… Buona pratica anche a te!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...