Dalla Francia un’idea ruspante, per ridurre i rifiuti ed avere uova freschissime!!!

Foto

Foto “poules” by Guicab – flickr

Barsac è un paesino di 2.100 abitanti della Gironda e il suo sindaco ha avuto un’idea geniale per la riduzione dei rifiuti organici. Invece di dotare i suoi cittadini di compostiere, il sindaco, Philippe Meynard, ha donato una coppia di galline a circa 150 famiglie. Questa scelta, che a prima vista sembrerebbe alquanto bizzarra, nasce da un calcolo sulla riduzione dei rifiuti organici: in un anno ogni coppia di volatili mangia circa 300 kg di rifiuti alimentari domestici (pane secco, scarti di frutta e verdura, etc…), produce 400 uova e una discreta quantità di pollina, ottimo concime per gli orti familiari.

Le famiglie che hanno ricevuto in regalo la coppia di galline si sono impegnate a tenerle per due anni, a curarle e a non mettere galli nel loro pollaio. In cambio hanno ricevuto il permesso per vendere le uova in eccedenza al mercato locale.

L’idea è stata già copiata da diversi sindaci della zona e di altre aree rurali francesi. L’amministrazione comunale di Podensac, un altro paese della Gironda, ha calcolato che distribuendo 1.000 galline eviterebbe lo smaltimento di 150 tonnellate di rifiuti alimentari con un risparmio per le casse comunali di 15.000€…

Annunci

25 thoughts on “Dalla Francia un’idea ruspante, per ridurre i rifiuti ed avere uova freschissime!!!

      • Oh che tu m’hai ricordato! Si il cane porta l’ovo 😉 Nel luglio del “78 avevo piantato la canadese nel parco di Fiesole, al mattino ci sveglia un cane, m’affaccio e vedo una donna che mi fa “scusate l’è biricchino, lo volete un’ovetto caldo?”. Come vedi anche i cani portano uova 🙂

        Mi piace

    • Adoperi i cani per cosa? mica mangiano l’organico? Prova a dare un cane bucce di patata, avrà problemi a stomaco e intestino in tempo minimo. Anche chi li rimpinza di pane e pasta fa loro più male che bene.

      Mi piace

      • Ciao, forse non hai capito bene…. popof1955 e vincent dicevano che in quei due casi dei cani gli hanno portato un uovo e una patata… Non sono loro che danno da mangiare gli scarti dell’organico ai cani… Sono i cani (da riporto) che hanno “riportato” uova e patate…. o almeno io avevo capito così…

        Mi piace

  1. Pingback: Galline… per ridurre i rifiuti | Pietroalviti's Weblog

  2. Questa idea si può applicare per coloro che hanno un giardino, uno spazio per il pollame, ma se metti due galline in un appartamento non vedo dove è l’utile, badare ad un pollaio in campagna è la cosa più facile di questo mondo, ma badare a due galline in un appartamento e da pazzi.

    Mi piace

    • Il paese di Barsac è un paese essenzialmente agricolo, dedito particolarmente alla viticultura con alcuni dei migliori vini bianchi di Francia… Insomma è normale che chi ha preso le galline abbia come minimo un giardino… D’altra parte non ho mica detto che le galline le ha donate il sindaco di Roma o Milano…

      Mi piace

    • Basta un vicino di casa che non sopporta un coccodè nel giardino che ti vietano di tenere i polli. Comunque l’idea è nata da un sindaco francese… i nostri politici sono ancora più indietro… per loro i polli siamo noi cittadini….

      Mi piace

  3. Perché non cominciamo a fare come in Germania dove i rifiuti si pagano a peso? Finora non ho sentito nessuno fare questa proposta, eppure é la più sensata, infatti non mi sembra che l’acqua, la luce e il gas si paghino a mq

    Mi piace

    • Perchè gli italiani non sono tedeschi…
      Dalle mie parti ci sono state delle sperimentazioni con i cassonetti che si aprono con la chiavetta e che “misurano” la spazzatura che viene buttata via (non saprei se è a peso o a numero di accessi). Morale della favola… diverse persone usavano metodi alternativi: i peggiori lasciavano i sacchetti in terra accanto al cassonetto, i meno peggio portavano la loro spazzatura nei cassonetti del comune limitrofo dove non c’era la chiavetta…

      Mi piace

  4. Se è per quello per una bella fetta della mia vita ho avuto le galline ed effettivamente si mangiano tutto e facevano quotidianamente le loro uova.
    Però pensare che campino solo dei nostri scarti mi pare un pò pochino.

    Altro problemino è avere dei posti che li proteggano dal freddo e dal caldo o gli si fa fare una vita abbastanza grama.

    Mi piace

  5. Già lo faccio da anni e funziona alla grande anche se devo integrare con becchime.
    N° 2 galline danno come risultato zero conferimento di rifiuti di cucina,produzione di uova e concime per l’orto di 100 m2 con disinfestazione dei parassiti terricoli nella fase di preparazione della terra per la semina a fine inverno.Per il mini pollaio basta modificare una cuccia di cane di grande taglia con recinzione esterna di 4m2.

    Mi piace

  6. Pingback: La gallina dalle uova d’oro « Il blog di Marco Boschini

  7. Pingback: Dalla Francia un’idea ruspante, per ridurre i rifiuti ed avere uova freschissime!!! | IL MONDO DEL BOSCO. Guardalo, sussurra e...pensa.

  8. Questo post ce l’avevo tra i segnalibri da un sacco di tempo, e oggi finalmente l’ho ribloggato. Come si suol dire…meglio tardi che mai! Grazie per avercene portati a conoscenza 🙂

    Mi piace

  9. Pingback: Un anno con Kikka e Kokka | Esperimenti a margine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...