La gita dei/delle chierichetti/e…

Foto

Foto “FIAT 900 T 1976 900cc” by museo.del.modellismo.automobilistic o – flickr

Metà anni ’70 del secolo scorso (forse 1975, 1976 o 1977). In una bella giornata di inizio estate un pulmino Fiat (forse un 850T o un 900) percorreva l’Autostrada del  Sole. Alla guida c’era Don Rodolfo, energico parroco di un paesino dell’Appennino toscano, mentre dietro c’erano una decina di ragazzini e ragazzine delle elementari di ritorno dall’annuale gita dei chierichetti… e pure delle chierichette femmine che il Don aveva istituito da un paio d’anni, con un gesto profetico e moderno nato dalla volontà di attuazione del Concilio Vaticano Secondo…

Prima di rientrare a casa il Don volle fare una sosta a Firenze Nord per la visita della Chiesa dell’Autostrada del Sole progettata dall’architetto Michelucci. Immaginatevi l’effetto di un gruppo di ragazzini delle elementari in gita, dentro una chiesa completamente deserta: insomma facevamo un bel baccano… Ad un certo punto da una porticina sbucò un prete arcigno, segalitico e antipatico come un carabiniere con la paletta alzata o come un arbitro che estrae il cartellino rosso. Ci fece una parte di merda, dicendoci che disturbavamo la quiete della casa del Signore e che ci dovevamo vergognare. Non contento apostrofò perfino il nostro Don Rodolfo…

Noi diventammo piccini piccini e ci zittimmo subito, prevedendo che la parte di merda sarebbe continuata sul pulmino per  i restanti 50 km di strada che ci separavano da casa. Invece Don Rodolfo ci stupì tutti… Si parò davanti al segalitico (una specie di Frollo del cartone Disney de “Il gobbo di Notre Dame”) e gli sparò questa sentenza: «Lei non si preoccupi se in Chiesa sente della confusione, si preoccupi piuttosto di quando sentirà un continuo silenzio perchè vorrà dire che in Chiesa non verrà più nessuno…» Il segalitico girò i tacchi, e sparì dietro la sua porticina e noi, increduli tornammo a casa cantando e urlando sul pulmino…

Questa storia mi è tornata in mente in occasione delle dimissioni di Papa Ratzinger. Un papato che, in continuazione con quello di Wojtyła, ma con molta più determinazione, ha fatto il carabiniere con la paletta alzata… Contro la comunione ai divorziati, l’uso del presevativo, i rapporti prematrimoniali, i temi della bioetica, le unioni gay. Un pontificato contro le chiese povere del sud del mondo, contro la teologia della liberazione, ma contemporaneamente a favore del potere politico che gli ha garantito l’esenzione dell’ICI. Un papato che mentre ha riabilitato i tradizionalisti lefebvriani si è scagliato contro grandi teologi come Hans Küng, Leonardo Boff, Gustavo Gutierrez. Un papato (insieme a quello di Giovanni Paolo II) che ha portato sugli altari schiere di nuovi santi ma che si è dimenticato volutamente di proclamare santo Óscar Arnulfo Romero. Un papato che, a furia di estrarre i cartellini rossi, si è scordato che Dio è soprattutto Misericordioso.

E così Papa Ratzinger che si dimette mi ha ricordato il prete arcigno e segalitico che, con la Chiesa in silenzio e ormai desolatamente vuota, gira i tacchi ed esce dalla sua porticina… D’altra parte non sarà un caso se, nelle ormai rarissime occasioni in cui vado alla Messa Domenicale, io che ormai sono più vicino ai 50 che ai 40, quando entro in Chiesa abbasso notevolmente l’età media dei presenti. E non sarà un caso se, dopo la breve primavera postconciliare degli anni ’70, sono sparite anche le chierichette…

Foto

Foto “Chiesa dell’Autostrada del Sole” by jacqueline.poggi – flickr

Annunci

3 thoughts on “La gita dei/delle chierichetti/e…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...