Una famigliola molto particolare…

Foto "The Full Pumpkin Family!" by plushoff - flickr

Foto "The Full Pumpkin Family!" by plushoff - flickr

Lo scorso 24 giugno sono stato con mia moglie sui Lungarni a vedere “i fochi”, ovvero i fuochi d’artificio che, in occasione della festa del patrono,  la città di Firenze offre a residenti e turisti. Lungarni strapieni, 50 minuti di fuochi pirotecnici e un sacco di esclamazioni in moltissime lingue straniere! Al termine della manifestazione, come la maggioranza dei fiorentini che abitano nella zona sud-ovest della città, ci incamminiamo verso la tramvia che ci riporterà a casa. Passeggiando, la nostra attenzione viene attirata da quella che a prima vista sembrerebbe una normalissima famigliola… Lui sulla cinquantina, corpulento, pelato con pantaloni scuri e una polo blu a righine colorate. Lei qualche anno di meno (forse sui 40-45), altrettanto corpulenta, abbigliamento colorato e un cespo di capelli che riconosceresti tra mille e che forse  non vede un parrucchiere da mesi… Insieme a loro due ragazzini, più o meno delle medie, secchi come due acciughe, curatissimi con tanto di abbigliamento firmato. Tutti insieme tornano allegramente verso casa… A non conoscerli li diresti una perfetta famigliola, mentre noi che sappiamo chi sono (li salutiamo pure), rimaniamo  a bocca aperta.

Volete sapere perchè? Perchè lei è una catechista della nostra parrocchia, rimasta vedova giovanissima con i due bimbi, allora piccolissimi, mentre lui è il nostro parroco! Ma la cosa che ci incuriosisce di più è che il “don” si presenta in perfetto anonimato, senza collarino, spille, crocifissi o altri oggetti che ne indichino il suo status. Una volta a casa partono i commenti:… forse c’è del tenero o forse no. Alla fine ci diciamo che non ce ne frega niente e che quasi sicuramente si tratta di 4 tristi solitudini che si fan forza a vicenda! In compenso da alcune settimane a casa mia, quando qualcuno torna dalla chiesa, partono le battute: «Chi l’ha detta la messa questa domenica? Don F. o don M.?»«No, oggi l’ha detta il “marito” della D.!»

Ecco, fra le migliaia di cose che non capisco della religione cattolica e più in generale del Vaticano, due che reputo fra le più assurde sono proprio il celibato dei preti e il divieto di ordinazione per le donne! Poi leggo due articoli di giornale del 2005  (qui e qui) su quel sant’uomo dell’Abbé Pierre e capisco che non sono il solo ad avere questi dubbi, anzi che sono pure in buona compagnia…

Annunci

2 thoughts on “Una famigliola molto particolare…

  1. se posso osare di accomunarmi all’abbé pierre, oso: sono favorevole ad una riforma che consenta ai preti di sposarsi e alle donne di essere ordinate pretesse – lo so, detta così pare brutto, ma il senso s’è capito? 😀
    qualche giorno fa guardavo in tivù lo sceneggiato sui borgia. ora non dico che tutti i sacerdoti debbano essere laidi ed efferati come erano papa e cardinali allora, ma che almeno abbiano la possibilità di avere una vita ” normale “…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...