«Ma te la fai la Deejay Ten?» «MA ANCHE NO!»

foto "DSC_2755" by - Sport Communities - flickr

foto "DSC_2755" by - Sport Communities - flickr

Domenica prossima a Firenze si terrà la Deejay Ten, corsa podistica con due itinerari  (di 10 km e  5 km) che si corre nel centro storico e che, come si può dedurre dal nome, è organizzata da Linus di Radio DeeJay. Questa corsa è così pompata dalla pubblicità  che diversi conoscenti (vicini di casa, colleghi di lavoro etc…), del tutto estranei al podismo, mi hanno chiesto e continuano a chiedermi «Ma te la fai la Deejay Ten?». Nemmeno per la Maratona di Firenze me l’hanno chiesto così tante volte! Alla fine stufato da tanta insistenza ho cominciato a rispondere a tutti «MA ANCHE NO!» Meravigliate, queste persone hanno ribattuto «Perchè?» ed io «Perchè 15€ per una corsetta non competitiva di 10 km e 13€ per un’altra non competitiva di 5 km, secondo il mio modesto parere, mi sembrano un FURTO!» e i miei interlocutori «Ma ti danno la maglietta fichissima con scritto “Run like a deejay!» Qui vi risparmio la mia risposta perchè almeno sul blog voglio essere educato e non voglio mettere volgarità e insulti…

Sinceramente non è un problema di avarizia ma di importi equi per partecipare ad una corsa (per giunta non competitiva). Dai 15 ai 20 € si spendono di solito per iscriversi ad una mezzamaratona mentre per le maratone si spendono cifre molto più importanti (anche se talvolta eccessive): ad esempio l’iscrizione alla Maratona di Firenze dello scorso Novembre mi è costata ben 50 Euri! Se proprio devo spendere 15€ per fare una non competitiva di 10 km lo faccio (anche molto volentieri) nel caso in cui il ricavato vada in beneficenza a qualche iniziativa caritatevole, non certo per ingrassare ricchi gruppi editoriali, network radiofonici nazionali e deejay strafamosissimi…

Per fare un esempio, Mercoledì 25 maggio ho partecipato all’11° Trofeo Fratres, corsa competitiva di 10 km  nell’ambito della Festa del Volontariato che si tiene in località Galluzzo (Fi) e i cui proventi vanno alla locale sezione dell’Arciconfraternita della Misericordia. Un bell’itinerario di 10 Km in campagna sulle colline a Sud di Firenze fra vigne, ulivi e classici panorami toscani. Costo dell’iscrizione? Solo 3,50€. Pacco gara? Purtroppo non ci hanno dato la maglietta fighetta e trendosa ma un più prosaico premio composto da due gustosi barattoli di confettura alla ciliegia… e scusate se è poco… slurp!

Capite naturalmente che è grazie a corse di questo tipo se mi posso permettere di fare quasi 100 gare l’anno… Se tutte avessero i prezzi della Deejay ten farei molti più allenamenti e molte meno gare!

Volete un paio di alternative alla Deejay ten,  più economiche e più solidali, per Domenica 29 Maggio?

  • Bivigliano (Firenze) «Terza edizione Memorial Giuliano Tagliaferri». Gara competitiva di km 10 e non competitiva di km 2,500 sulle colline fra Bivigliano e Monte Senario, con ampi panorami su Firenze. Iscrizioni 4 euro  (interamente devoluti all’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), con maglietta ricordo per tutti e una bella lista di premi per i competitivi: 90 assoluti, 50 veterani, 30 Argento e 30 Donne.
  • Empoli (Firenze). «Prima edizione Tutti in corsa per la vita». Competitiva di km 10 e non competitiva di km 3/5. Iscrizioni competitiva euro 10, non competitiva euro 6,  interamente devoluti all’Azienda USL 11 Empoli per l’acquisto  di due ecografi portatili e di quaranta zaini attrezzati, destinati agli infermieri addetti all’assistenza domiciliare.  Premi a sorteggio per i non competitivi e fra i competitivi per 50 assoluti, 20 Veterani, 10 Argento, 5 Oro,  30 Assolute e 15 Veterane

Lo scorso anno ho corso con estrema soddisfazione la bella gara di Bivigliano, quest’anno proverò questa nuovissima corsa di Empoli e la settimana prossima vi racconterò come è andata…Nel frattempo voi modaioli andate tutti alla Deejay ten, così io ho più probabilità di scalare la classifica di Empoli…

Annunci

10 thoughts on “«Ma te la fai la Deejay Ten?» «MA ANCHE NO!»

  1. In effetti hai ragione, il costo di questa manifestazione è eccessiva, considerando che si corre e si fà anche pubblicità mi sembra esagerato … dovrebbero essere loro a pagare per venire in pompa magna ad invadere Firenze. Meno male non l’hanno costruita quelli della Radio la bella Firenze, altrimenti sai che conto ?
    Digli ai tuoi amici che sono così interessati a questa manifestazione che è una maratona … tanto se ti continuano a chiedere con tanta insistenza di questa corsa mi sà che non si intendono e sono solo sportivo da divano 😉
    Io non sono andato perchè sono coerente con il mio pensiero … ed anche perchè sono fermo da ormai troppo tempo. Ma quello che è sicuro è che se mai riprenderò a correre e quindi se potrò dire la parola fine a questo infortunio, non ci andrò mai … mai dire mai … si forse ma sono sicuro che non mi faccio spennare come un pollo, per fare una grande pubblcità. Se si pensa alla radio, alla famosa ditta americana … quella maglietta poteva essere data ad un costo irrisorio, oppure mantenere quel prezzo solo e soltanto se si fosse fatta VERA beneficenza.
    Saluti

    Mi piace

    • Io sono stato ad Empoli… la corsa costava abbastanza (10€) però almeno i soldi andavano in beneficenza… Purtroppo l’organizzazione è stata molto deludente: ci siamo persi in tanti… Siamo partiti tutti insieme e siamo arrivati al traguardo da mille strade diverse… La gara era di 10km ma fra i podisti c’è chi ha fatto 9km, chi 11, chi 13 e qualcuno anche 20 km… Ne riparlerò sul blog!

      Mi piace

  2. Hai perfettamente ragione.
    Inoltre meglio in beneficienza che per altri motivi.
    Tu pensa, io il 29 Maggio ero ad empoli, non sapevo
    neppure che a Firenze c’era la DJ RUN.

    Mi piace

    • Bravo Pippo!!! Anch’io ero ad Empoli!!
      Una curiosità ma ti sei perso anche tu? Quanti km hai fatto? Non sarai mica per caso quel Pippo che mi dicono abbia preparato il tracciato? Perchè pare che il percorso sia stato preparato da un tuo omonimo….

      Mi piace

  3. Pingback: Run for life: il mio riepilogo di Maggio 2011 « Un po' di mondo

  4. Hai pienamente ragione! Sempre più gare podistiche come moda per far soldi e basta e sempre meno gente vera che corre solo per passione. Il problema dei prezzi troppo alti per le iscrizioni alle maratone, mezze maratone, 10 km e via dicendo inizierà a risolversi quando arriverà in giorno in cui tutti gli atleti amatori di tutti i livelli si mettono d’ accordo per fare una domenica “fuori porta” e correre senza pettorale né cronometro. Utopia vero? Vero ma allora lasciamoci trattare come degli imbecilli che si sentono eroi solo perché hanno un numero da attaccare sulla maglia e che magari alla fine corrono da tapascioni solo per la foto da far vedere agli amici. Confido in uno sciopero dei podisti. Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...