Un libro per L’Aquila.

L'Aquila 2 anni dopo... la ricostruzione è iniziata?

foto "L'Aquila 2 anni dopo... la ricostruzione è iniziata?" by Max Vario - flickr

Sono ormai passati due anni dal terremoto che ha devastato L’Aquila e purtroppo la città è ancora completamente da ricostruire. Ho la sensazione che, a questo punto, ci siano delle macerie morali che per gli aquilani pesano molto di più di quelle fatte di mattoni e calcestruzzo, macerie che stanno distruggendo l’unica cosa che ormai rimane a questa città: la speranza.

Anche se non gliel’ho mai detto ne’ scritto, il terremoto e gli eventi seguenti li ho seguiti tutti sul blog di Miss Kappa, ovvero della combattiva Anna Pacifica Colasacco. Sono rimasto malissimo leggendo il post pubblicato lo scorso 4 Aprile ed intitolato “Il silenzio”, dove Anna getta la spugna con delle frasi che pesano come macigni.

Il silenzio

[…] le nostre vite sono ancora sospese. Come due anni fa. Grava su di loro il peso di lunghi mesi di dolore che hanno visto spegnersi la speranza. Continuare a credere in se stessi e negli altri è diventato difficile. E allora ti senti solo, quando solo non dovresti sentirti, ché le sofferenze dovrebbero unire. […]

Ti chiedi se tornerai ad avere dei desideri che non siano solo quelli di ricostruire una comunità che è, irrimediabilmente, morta. Sola, fra coloro che vivono il tuo stesso dolore. Dietro quelle transenne, la città morta. L’odore inconfondibile della morte. La popolazione sbandata, sfiduciata, sempre più disgregata, accetta la realtà che vede come ineluttabile.[…]

tratto dal post “Il silenzio” pubblicato il 4.4.2011 sul blog di Anna Pacifica Colasacco (Miss Kappa).

Se una donna combattiva come Anna molla, vuol proprio dire che la situazione è senza speranza. Mentre riflettevo su questa triste situazione mi sono imbattuto in un altro blog e in un’altra donna (Giusy del blog giusymar.wordpress.com)  che ha deciso di aiutare gli Abruzzesi con un piccolissimo gesto che potrebbe però accendere una debole ma significativa fiammella di speranza: il dono di qualche libro…

L’Aquila, un piccolissimo dono, perchè anche noi possiamo

Tramite aNobii.com (nel gruppo “Il giardino segreto”), ho scoperto una bellissima iniziativa per aiutare l’Istituto dei Salesiani a creare una biblioteca, per ragazzi e giovani, nell’ambito della ristrutturazione del loro convento, a L’Aquila.

L’idea è semplice ed efficace: avete dei libri di cui potete fare a meno? Inviateli a questo indirizzo:

Salesiani Don Bosco

C/O Parco Baden Powell

Via Amiternum

67100 L’Aquila

Da marzo la biblioteca è attiva e pensare che sta nascendo grazie alla disponibilità dei tanti privati, mi sembra un bellissimo segnale. Recentemente, il progetto è stato ampliato inserendo anche la possibilità di mandare dvd.  La spedizione con il piego di libri, poi, ha un costo davvero minimo: fino a 2 kg di peso costa 1.28€, fino a 5 kg 2.56€.

Mi sembra un ottimo modo per fare qualcosa di concreto e per donare nuova vita a qualche libro che ho ricevuto in regalo ma che avevo già… e voi?  Vi va di spargere, almeno, la voce?

Ho già importunato alcuni di voi con una mail che riporta lo stesso messaggio. Sono noiosa, ma credo che leggere aiuti davvero molto nel momenti del bisogno. Ne ho avuto esperienza personale in passato ed anche ora e quindi non potendo fisicamente ricostruire case, possiamo tentare di aiutare l’Abruzzo a “ritrovare” le loro anime.

tratto dal post “L’Aquila, un piccolissimo dono, perchè anche noi possiamo” pubblicato sul blog http://giusymar.wordpress.com

Io ho passato parola e nel fine settimana cercherò qualche libro da spedire a L’Aquila… vi va di fare altrettanto? Grazie.

Annunci

2 thoughts on “Un libro per L’Aquila.

  1. Ciao Marco, non ho messo il link ma ho sparso la voce con le persone che conosco qui dove vivo, mi piace l’iniziativa.
    Posso mettere un banner , che ne dici?

    Mi piace

  2. Ti devo proprio ringraziare.
    Che piacere mi ha fatto il sentire concretamente il passa parola crescere!
    Quando mando le mail di associazioni che conosco e che organizzano eventi importanti, devo dire che non ho troppi feedback.
    Per l’Aquila invece, un sacco di risposte di persone che sono certa manterranno il loro impegno e spediranno qualche libro.
    Se per caso siete titubanti con Il PIEGO DI LIBRI, chiedete pure, ne ho spediti a decine agli amici di aNobii e tutti con successo.

    PS:
    A proposito i semi del banano di montagna che mi hai mandato, per un susseguirsi di vicende, sono solo stati piantati la settimana scorsa. Ma io sono positiva e sono certa che coglieremo i frutti!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...