Storie di Pandori, Giornali e Pubblicità…

che buono il pandoro
foto “che buono il pandoro” by aluccia – flickr

Sono da anni un affezionato abbonato alla rivista dei consumatori “Il Salvagente” (più o meno da quando era un supplemento de l’Unità: saranno forse 20 anni?). Trovo che abbia dei servizi interessanti  che in molti casi mi sono stati utili nella vita di tutti i giorni.

C’è però una cosa che non sopporto: un giornale dedicato alla tutela dei consumatori dovrebbe non avere la pubblicità,  per coerenza e per fugare i dubbi che possono venire ai lettori/consumatori quando leggono certi test comparativi e certi consigli… Come lettore, se il giornale rinunciasse alla pubblicità e mi garantisse l’imparzialità, sarei disposto a spendere anche il doppio per comprarlo: lo vedrei come un investimento per la mia informazione!

Per capire di cosa sto parlando vi faccio un esempio sfogliando le copie de “Il salvagente” delle ultime settimane e analizzando i Pandori

  • Numero 46 del 25/11/2010 a pagina 2 c’è la pubblicità del Pandoro BALOCCO, mentre a pag. 51 c’è la pubblicità del Pandoro PALUANI
  • Numero 47 del 2/12/2010 a pagina 51 c’è la pubblicità del Pandoro BALOCCO.
  • Numero 48 del 9/12/2010 a pagina 2  c’è la pubblicità del Pandoro BAULI.

Quindi, riepilogando i tre numeri della rivista, in totale ci sono: 2 pubblicità per BALOCCO, 1 per PALUANI e 1 per BAULI

Il giorno 16/12/2010 esce il numero 49 della  rivista e a pag. 15 c’è il  test comparativo sui Pandori e qual’è il pandoro migliore di tutti? Indovina indovinello, apriamo la busta… the winner is Pandoro BALOCCO (con la votazione di Ottimo)! E chi sono i secondi a pari merito? PALUANI, BAULI e MELEGATTI (tutti con la votazione di Buono). Dietro, con votazione più bassa, ci sono tutti gli altri (Tre Marie, Motta, Maina e Del Colle). E’ curioso ma i primi tre Pandori sono quelli che hanno fatto la pubblicità nei numeri precedenti della rivista. Sicuramente sarà solo una banale coincidenza ma, come si dice di solito in questi casi, … “A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca!”  In ogni caso a questo link c’è l’articolo con la classifica dei pandori, potete verificare voi stessi…

Più in generale  come lettore e consumatore la mia fiducia nei mass media è inversamente proporzionale alla quantità di pubblicità che mi propinano… (più pubblicità = meno fiducia) e questo vale sia per le riviste online che per le cartacee, per la radio, il web e la tv. Ad ulteriore riprova posso testimoniare, avendolo vissuto in prima persona,  che il caos neve che c’è stato a Firenze  lo scorso Venerdì 17 Dicembre l’hanno raccontato meglio i blog che gli organi di stampa ufficiali!

p.s. Anche il sito web de “il Salvagente” mi sembra che abbia un po’ troppa pubblicità, per essere un sito di una rivista per la tutela dei consumatori…

 

Annunci

5 thoughts on “Storie di Pandori, Giornali e Pubblicità…

    • Sinceramente da lettore posso dire che, rispetto alla media di quello che si trova in edicola, è un buon giornale: ci scrivono anche Lubrano e la Costamagna.
      Però in questo caso dei Pandori hanno fatto veramente cadere le braccia! E purtroppo non è la prima volta…

      Mi piace

  1. Cosa vuoi, la pubblicità è l’anima del commercio, si dice …
    ma nessuno ha mai messo un aggettivo a qualificare quell’anima … e di anime dannate ce ne sono parecchie in giro per il mondo!

    Buon Natale!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...