Un tranquillo week-end di Ognissanti… (si fa per dire)

94

foto "94" by ShadowChaser410 - Flickr

Come avete passato il week end appena finito? Dire che il mio è stato un po’ movimentato è dire poco… Ve lo racconto perchè riepiloga un po’ di argomenti trattati nei post del recente passato…

Sabato 30 Ottobre inizia alle 8.30 in un supermercato dell’hinterland fiorentino dove vado a vendere le Mele della Pace con i volontari del Movimento Shalom… (qui il post)… «Buongiorno signora, ce li prende due chili di mele a 5€  per beneficenza? Per costruire una scuola in Africa?» Tra (molte) persone scocciate ed indifferenti, riusciamo a trovare diversi che comprano le mele, alcuni che si fermano a chiedere informazioni e addirittura due o tre persone che conoscono il Movimento, i vari progetti e che hanno anche delle adozioni a distanza… Insomma il  bancale di mele da vendere era gigantesco e noi  volontari abbiamo fatto del nostro meglio… Poco prima di mezzogiorno, quando lascio il supermercato, non ne abbiamo  venduto nemmeno un terzo… Speriamo che i volontari del pomeriggio facciano meglio. D’altra parte anche qui si vede che la crisi si taglia col coltello… Cosa rispondi ad uno che ti dice «Le mele le prenderei volentieri ma sono 4 mesi che non ricevo lo stipendio.»? Per ulteriori considerazioni vi rimando al mio post sull’edizione del 2009 (tanto la situazione, più o meno è la stessa).

Nel pomeriggio, dopo aver montato la serra dei limoni a mia suocera, parto per una nuova avventura… Lo scarico di un tir di clementine con (tanti) gasisti fiorentini... Come sapranno i miei più assidui lettori  faccio parte di un Gruppo d’Acquisto Solidale di Firenze (qui un post). Pensate a circa una quarantina di gas, ognuno formato da una media di una ventina di famiglie, che comprano insieme le clementine biologiche e che fanno arrivare un tir dalla Calabria… Leo, il mio collega di Gas, è dalle 11.30  ad aspettare il camion con altre decine di gasisti e io mi tengo in contatto con lui  per telefono, ma il camion non arriva mai… «Pronto, forse arrivano alle 13.00, forse alle 15.00, no vieni alle 17.30» Mi presento sul luogo del ritiro alle 17.30, ma il tir arriva alle 18.30:  immaginatevi com’era lo spirito di chi era lì dalla mattina… Nonostante l’arrabbiatura con gli autisti prevalgono l’amicizia, lo spirito di solidarietà, l’allegria e il senso pratico di decine di gasisti: al buio e completamente a mano scarichiamo e ci dividiamo  ordinatamente oltre 200 casse di clementine… il miracolo si compie e alle 19.30 sono a casa con la mia cassa di clementine e con le altre casse del mio Gas scaricate a casa di Leo. Le clementine sono ottime e non hanno niente a che vedere col sapore di quelle del supermercato: il gioco è valso la candela!

Domenica 31 Ottobre tutta la famiglia si sveglia alle 6.30. La pargola va con le sue amiche al Lucca comics e siccome ho in casa una cosplay, prima di essere accompagnata alla stazione di Firenze si sottopone, con l’aiuto della mamma, ad una lunga seduta di trucco e parrucco  per diventare Kagura, l’eroina del manga Gintama! Tanto per capirsi, per confezionare vestito, accessori  e parrucca arancio fluorescente, la pargola ci ha messo un mese e mezzo e ora siamo al risultato finale…

Appena la mamma e la figlia partono per la stazione, anch’io parto per quello che è il mio obiettivo… ovvero l’allenamento in previsione della maratona di Firenze… E’ arrivata finalmente l’ora del lunghissimo… Alle Cascine mi aspetta Alvaro ed insieme ci sciroppiamo 3 ore e 35 di corsa. E’ faticoso per il fisico ma rilassante per la mente: corriamo fra gli alberi con le foglie color oro, accompagnati da una pioggerella che aumenta e diminuisce d’intensità ma che in fondo non ci dà noia. Corricchiando per i viali troviamo altri podisti che procedono col nostro stesso passo e capiamo che siamo tutti lì per la stessa cosa: il lungo a un mese  di distanza dalla maratona… Dopo aver macinato la bellezza di 37 km torno a casa per la doccia e  il pranzo.

A questo punto io la mia signora vorremmo passare un pomeriggio spaparanzati sul divano ma il dovere filiale mi chiama: saliamo in auto e sotto un bel temporale prendiamo la strada verso l’Appennino per andare a trovare “i’ mi babbo” convalescente… Visita ai genitori, quattro chiacchiere ed è subito l’ora di ripartire perchè c’è da tornare a Santa Maria Novella a riprendere la figlia “giapponese” di ritorno da Lucca che ci racconterà per tutta la cena il personale successo che ha riscosso come cosplay.

1 Novembre 2010. Mi alzo con le gambe di legno… l’acido lattico accumulato nei 37 km del giorno precedente si fa sentire con prepotenza. Come dice il mio allenatore non c’è niente di meglio che una corsetta defaticante a ritmo lento per smaltire l’acido lattico… Quindi approfitto di un’oretta in cui non piove e faccio quasi 12 km che rimettono in moto le gambe e fanno sparire i dolori… Sono così pronto ad un Lunedì di festa che da lì in poi procederà come quello della maggior parte degli italiani: una visita la cimitero e poi finalmente un po’ di tempo da passare  sul divano di casa…

Che altro dire? Meno male che con oggi è ricominciata una settimana “normale”…

Annunci

4 thoughts on “Un tranquillo week-end di Ognissanti… (si fa per dire)

  1. che bel settimana intenso. sarà stato faticoso, ma è così che la vita vale la pena di essere vissuta, no?

    il nostro GAS non ha partecipato all’ordine intergas delle clementine, le nostre arriveranno più in là 😦

    Mi piace

    • Il fine settimana è stato intenso ma ricco di soddisfazioni… Logicamente è bello solo se capita ogni tanto: se i week-end fossero tutti così, mia moglie chiederebbe il divorzio…

      Mi dispiace che vi siete persi le clementine di Cristiana Smurra: sono veramente favolose! L’intergas dovrebbe fare un nuovo ordine alla fine di Novembre, inizio di Dicembre…

      Pensa che un amico del mio gas ha fatto una ricerca e ha scoperto che Rossano calabro (dove abbiamo comprato le clementine) è uno dei migliori posti al mondo per la qualità delle clementine!

      Mi piace

  2. Pingback: Come è andato a finire …”Mele della Pace 2010″ (primo riscontro). « Un po' di mondo

  3. Pingback: Come è andata a finire… “Mele della Pace 2010″ (esito finale) « Un po' di mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...