Come catturare un geco (senza fargli male)

Foto

Foto “Un Simpatico Amico” by urukhai – flickr

I gechi sono piccoli rettili, innocui per l’uomo, che vivono alle nostre latitudini e sono molto utili in quanto si nutrono di insetti dannosi come zanzare, mosche, falene e moscerini. Capita ogni tanto che qualche geco si intrufoli nelle nostre case in cerca di qualche insetto. Come si può fare per catturarlo e rimetterlo in libertà senza fargli male?

Cercare di prenderlo con le mani o di buttarlo fuori casa usando una scopa o simili è quasi impossibile perchè il geco, che fino a quando non lo toccate sembrerà immobile, comincerà a correre dappertutto cercando di nascondersi dietro ai mobili o in qualche altro luogo. Inoltre così facendo rischiate di ferire o uccidere il povero animaletto.  Dopo una lunga ricerca, ho trovato un metodo che ho usato in questa stagione un paio di volte per catturare e rimettere in libertà due gechini che si erano introdotti in casa mia. Visti gli ottimi risultati vi comunico come fare:

Occorrente: una scatola di plastica trasparente un po’ più grande del geco (io uso una scatola che originariamente conteneva dei cioccolatini) e un cartoncino un po’ più grande della scatola…

Come fare: mettiamo la scatola trasparente sopra il geco, badando bene a non toccarlo. Di solito il rettilino resta immobile perchè non si accorge di esser stato imprigionato (molto probabilmente non vede la scatola trasparente). A questo punto inseriamo il cartoncino da un lato della scatola e lo facciamo scorrere in modo che il geco si stacchi dal muro e rimanga imprigionato tra la scatola e il cartoncino.  Tenendo fra le mani scatola e cartoncino, in modo che il geco non scappi, ci rechiamo all’esterno per liberarlo nell’ambiente. Io di solito porto il geco nel giardino pubblico dietro casa mia e lo lascio… non troppo vicino perchè non mi rientri in casa subito, ma nemmeno troppo lontano… sperando così che si mangi le zanzare vicino a casa mia…

Advertisements

78 thoughts on “Come catturare un geco (senza fargli male)

    • @ Pipkin,

      se non ne hai mai visto uno potrebbe dipendere da dove abiti…

      – i gechi sono abbastanza comuni nel centro e sud Italia nelle zone a clima temperato…
      – i gechi preferiscono le case vecchie e i muri a secco…

      Mi piace

    • caro amico,il geco è entrato dietro la mia libreria..la quale nn può essere spostata perchè grande quanto tutta la parete..c’è qualcosa che lo attiri e lo faccia uscire da dietro la libreria e soprattutto dalla mia camera???grazie

      Mi piace

      • Ciao, come attirare fuori il geco non saprei… è probabile che vada via da solo… Tieni conto che di solito i gechi escono per andare a caccia all’imbrunire, perchè sono animaletti notturni…

        Mi piace

    • Idea funzionalissima!
      Avevo un geco in camera da letto e non sapevo come catturarlo senza ferirlo o ucciderlo; ho provato il sistema “scatola trasparente e cartoncino” ed è stato molto più semplice di come pensavo. Lui è tornato sano e salvo nel verde e io dormo tranquilla!
      Grazie!

      Mi piace

  1. Io ne ho trovato uno in bagno, nella mia mansardina. Compare la sera per qualche minuto e poi non lo vedo più, o provato a catturarlo con una scatola per metterlo poi fuori ma è scappato e si è nascosto dietro la stipite di una porta. Rintenterò com hai detto tu, no che dia fastidio, ma vorrei evitare di ritrovarmi tanti gechini in casa tra qualche tempo

    Mi piace

  2. ciao a tutti, io dei gechi ne ho il terrore ,a casa mia ci sono a tutte le ore del giorno e della notte,per non parlare della varietà dei colori e delle dimensioni!

    Mi piace

    • Anche mia moglie aveva il terrore dei gechi: piano piano si sta abituando… ancora non è arrivata a catturarli ma comunque non strilla più quando ne vede uno in terrazza!!!

      A parte gli scherzi, non c’è da aver timore! Sono innocui e per di più sono utili perché si cibano di insetti… Per togliere di mezzo le zanzare preferisco i gechi, i pipistrelli e le rondini alle piastrine chimiche e agli zampironi!

      Mi piace

  3. Ciao a tutti, sono tornato oggi dalle vacanze in salento, dove ho catturato un piccolo geko (razza tarantola mauritanica) che vorrei tenere in un terrario a casa (so che qualcuno di voi non sarà d’accordo, ma farò del mio meglio per crescerlo e farlo vivere nel migliore dei modi, anche in un terrario, proprio come i gechi d’allevamento).

    L’ho preso circa 3 giorni fa, ma purtroppo non ne vuole sapere di mangiare, ho provato a mettere nella sua “casetta” provvisoria:

    – 2 formiche vive
    – 2 falene notturne vive
    – 1 mosca morta (ma bella fresca) 😀
    – 1 millepiedi al quanto strano di quelli che si raggomitolano su se stessi

    Nonostante tutti questi tentativi il piccolo non vuole saperne di mangiare, e passa solo il suo tempo nell’acqua o aggrappato alla parete (nel frattempo gli insetti sono finiti nell’acqua e morti annegati!)…

    La domanda sorge spontanea: è normale che non mangi per 3 giorni di seguito? Perchè non vuole mangiare gli insetti, che dovrebbero essere il suo pasto preferito?

    Qualcuno sa dirmi cosa posso dargli in alternativa agli animali vivi, molto difficili da procurarmi?

    Grazie a tutti!
    Roberto

    Mi piace

  4. ciao a tutti,l’altro giorno mentre ero a spasso ho notato 1 piccolo geco (anche se siamo a gennaio e cio mi e parso strano) per la strada sicuramente caduto dall’interno del muro da dove era nato .l’ho preso e portato a casa ma nn ne vuole sapere di mangiare cosa posso dargli?

    Mi piace

  5. sapete dirmi qualcosa per l’allestimento del terrario?io ho messo della sabbia dei sassi e dei legni che vanno verso l’alto dove trovo sempre il gieco dovrei metterci altro

    Mi piace

    • NON mettere assolutamente sabbia nel terrario!Per loro è pericolosa dato che la ingeriscono e la sabbia all’interno del loro stomaco costruisce un blocco e uccide così il geco!!!Invece della sabbia metti uno strato di scottecs (che poi cambierai ogni giorno)e poi sopra qualche decorazione dove può nascondersi,da una metà di noce di cocco a un sasso,e poi un rametto dove possa arrampicarsi:-)

      Liked by 1 persona

  6. Un geco di circa 8 Cm è entrato dalla terrazza nella camera di mia figlia. Questa è spaventatissima e non riesce a dormire più in casa. Anche mia moglie è allarmatissima, a nulla sono valse le mie parole: “è un animale utile e non pericoloso….”. Non c’è niente da fare.Sembra che la situazione sia irrisolvibile. Io ho cercato di trovarlo ma senza successo. E’ diventato un problema più grosso di quanto possiate credere. Vi ringrazierei per una risposta efficace. Un grosso grazie e cordiali saluti.

    Mi piace

    • Cercare un geco nascosto in casa, credo che sia un’impresa impossibile, perchè può nascondersi ovunque (dietro ai mobili, in piccole fessure nei muri, in varie intercapedini etc…) oppure perchè come è entrato magari potrebbe già essere uscito da una finestra aperta…

      L’unica possibilità è sperare che esca per per cercare degli insetti, di solito all’imbrunire o nella notte, per cui io starei più attento nelle ore serali…

      Mi piace

    • Perchè il terrore? Sono innocui, a noi umani non fanno niente!

      Questa estate intorno a casa mia non ne ho ancora visti nessuno… quasi quasi sento un po’ di nostalgia… Però in campagna ne ho visti diversi!

      Mi piace

  7. Ciao a tutti! Tre giorni fa ho avvistato un geco sul muro della sala. Ho provato ad avvicinarmi ma e’ scappato. Ieri entrando in casa in tarda serata l’ho visto di nuovo. Ho preso una ciotola e appoggiandola al muro l’ho catturato. Ho fatto passare sotto un foglio di carta..a quel punto il gioco era fatto! L’ho messo in giardino…i gechi mi piacciono,ma preferisco fuori casa!!! Ci vuole solo un po’ di pazienza e trovare il momento giusto per catturarlo…

    Mi piace

  8. io ne ho catturato 6 fino ora…e solo 2 stasera…uno per la mia dizgarzia h’ha amazzato il mio marito…il resto di 5 li abbiamo butato fuori….e mi ha fatto pensare che forse e meglio se compro un terraio e me lo tengo catturato in casa…cosa ci pensate?

    Mi piace

  9. ciao! stefania potresti farlo! però questa specie di geco è protetta, inoltre catturarne un geco selvatico è rischioso, in quanto il geco stesso potrebbe non resistere alla vita in cattività!
    PS: se un geco non mangia, i motivi possono essere: lo stress, i parametri standard per allevarlo (l’umidità presente nel terrario, temperatura della zona calda e fredda del terrario… la zona calda deve rimanere sui 30°C, mentre quella fredda 24\25°C…) Ciao!

    Mi piace

  10. io nn nè posso piu’ di averlo in casa,gia’ è da circa 2 mesi a casa mia!mi alzo anke la notte x poterlo catturare,ma nn lo becco mai!2 giorni fa sn uscita x far la spesa e al ritorno era nella parete ke passeggiava,il tempo ke io ho preso qualcosa x acchiapparlo lui si è nascosto di nuovo dietro la cucina!lascio anke la porta aperta ma nn nè vuole sapere di uscire!uff!

    Mi piace

    • I gechi di solito escono allo scoperto dal tramonto in poi, quindi l’orario migliore per la caccia grossa è la sera dal tramonto fino a quando non vai a letto… Comunque non è il caso di allarmarsi: il geco è innocuo… dormi tranquilla!

      Mi piace

  11. ciaoa tutti grazie al geco mia sorella sta malissimo . e stata ricoverata 2 volte aiutatemi vi prego ,sta pensando al suicidio,nn sappiamo piu cosa fare,ogni volta che escono si trova sempre da sola con i bambini aiutoooooo nn la voglio perdere

    Mi piace

    • Mi auguro che tu stia scherzando perchè i gechi sono innocui, si cibano solo di insetti e non fanno male a nessuno. Magari a qualche persona possono fare un po’ schifo ma da lì a suicidarsi il passo è lunghissimo! Se possibile cerca di far ragionare tua sorella e di farle capire che la sua paura è un po’ troppo esagerata. In bocca al lupo!

      Mi piace

  12. Non ridete vi prego…ma da un pò di mattine sul mio terrazzo trovo il mio prezzemolo tutto rosicchiato ed escrementi per terra vicino al vaso del prezzemolo…potrebbe mai essere stato il geco che ho già visto più volte? Ero convinta che si nutrissero solo d’insetti ma non so che altro pensare….

    Mi piace

    • X Cinzia, ed a chi interessa: è possibile capire se l’animaletto infestante è un geco dagli escrementi, le cacche sono infatti del tutto simili a quelle di topo tranne che per una delle due estremità che è bianca. Questo succede perchè avendo una cloaca unica per gli escrementi solidi e quelli liquidi questi ultimi si solidificano in cristalli di colore bianco. C’è un terzo animale che fa escrementi molto simili a quelli del topo ed è il pipistrello, la differenza è che le sue cacche si sbriciolano appena si toccano perchè composte di insetti meno solidi di quelli mangiati dai gechi. Con queste indicazioni se trovate dei cilindretti neri in giro, per casa o sul terrazzo, potete capire qual’è l’animale che vi gironzola e stare un po’ più tranquilli, come detto e ridetto il geco è innocuo e molto utile, il pipistrello altrettanto (e non entra in casa se non per sbaglio e per poco tempo), e per i topi nessun rimedio è migliore della presenza di un gatto, il quale col solo odore li tiene lontani!

      Mi piace

  13. Salve, mi piacciono molto questi piccoli e utili amici… ne ho trovato uno piccolino, sulla terrazza attaccato al pavimento mentre soffiava tramontana, qualche giorno fa e l’ho portato in casa mettendolo al sicuro (spero) in una specie di tana costruita con corteccia di sughera e polistirolo… ma non credo abbia mangiato da allora, spesso rimane molte ore fermo nella stessa posizione a menochè la mia figlioletta non lo stuzzichi un pochino (le sale sulla mano senza paura)… che fare??

    Mi piace

  14. infatti è così il geco che ho catturato questa mattina nella mia cucina al 1° piano di una casa a 2 piani con terrazzo, il geco che ieri durante il temporale era entrato in casa. questa mattina era attaccato al soffitto. senza tanto scompormi ho preso una scatola pulita, trasparente che conteneva in precedenza del gelato e senza indugio ho intrappolato il geco, muovendola delicatamente yn avanti e indietro. il geco si è staccato dalla parete e si è infilato sotto un tovagliolo che precedentemente avevo aperto nella scatola. fatto ciò ho staccato la scatola dal soffitto e ho appoggia tempestivamente il coperchio che avevo in precedenza forato formando piccoli fori per l’aerazione.
    ora è in osservazione dai miei figli che non avendone visti in precedenza si sono incuriositi. premetto che ho detto loro quanto in mia conoscenza sulla utilità di questo piccolo rettile.
    questa sera provvederò a liberarlo sul mio terrazzo che è attorniato da tetti.

    Mi piace

  15. Io ho un rimedio infallibile per non avere gechi in casa…si chiama theo è il mio gatto..il terrore per questi piccoli rettilini e visto che ho un ampio terrazzo i gechi in estate mi aiutano a sterminare le zanzare

    Mi piace

  16. Buonasera, ho bisogno di un consiglio: ho trovato un piccolissimo geco (massimo 4/5 cm) in casa, e non so che fare.. il primo istinto è stato di prenderlo e liberarlo in qualche giardino, visto che dovrebbe trattarsi del tarentula (cd geco comune), e so che si tratta di una specie di cui è vietata la detenzione. il problema è che in questi giorni nevica, e fa molto freddo, quindi mi sento un po’ in colpa all’idea di metterlo fuori, visto che è così piccolo.. d’altra parte in casa non ho insetti da dargli (vivo in citta, in un appartamento al 7o piano, infatti non so come sia arrivato qui).. che faccio? Vorrei fare la cosa migliore per lui, per dargli qualche chance di sopravvivenza. Può resistere a temperature rigide e neve? oppure è meglio tenerlo in casa e liberarlo quando la temperatura si sarà alzata? E, in questo secondo caso, come devo tenerlo? Lo lascio libero per casa e lo lascio cacciare insetti (non saprei quali, in casa, essendo inverno), oppure lo devo “catturare” e mettere in un terrario, provvedendo poi a nutrirlo? E nutrirlo con cosa?
    Grazie

    Mi piace

    • Buongiorno,
      leggo su internet che di solito i gechi vanno in un semiletargo dal quale si risvegliano in giornate assolate anche in inverno. Molto probabilmente il tuo geco si è svegliato e ha cercato riparo al calduccio di casa tua. Sempre su internet consigliano di aspettare una giornata di sole per mettere fuori il geco nelle ore più calde, magari accanto ad un muro o a delle rocce dove possa trovare un anfratto dove nascondersi per tornare in letargo…

      Mi piace

  17. io ho 2 gechi Leopardini. vi daro’ dei consigli se avete il vostro geco maschio depresso, 1 la prima cosa da fare è metterlo in una gabbia dasolo e poi dargli da mangiare le camole della farina. e il vostro geco immeno di un mese si sara’ ristabilito.

    Mi piace

  18. buonasera io sono disperata aiutatemi mi ha telefonato mia figlia ora le si è infilato un geco dietro la lavatrice sul balcone è tappata in casa non esce sul balcone con le finestre chiuse sta morendo di caldo….come poterlo fare scappare….grazie a chi mi aiuterà sta piangendo dalla paura….non ha nessuno che possa torglierlo

    Mi piace

    • Signora,
      assicuri sua figlia: i gechi sono innocui e molto probabilmente quello che si è nascosto dietro la lavatrice ha tanta paura degli umani quanto sua figlia la ha dei gechi. E poi è molto probabile che il geco se ne sia già andato per i fatti suoi…
      Suvvia siamo ragionevoli, il geco è un animaletto di pochi centimetri che si nutre di insetti… non è Godzilla e non mangia gli umani!!!

      Mi piace

        • Signora, tranquillizzi sua figlia perchè in quattro giorni il geco se ne sarà già andato per i fatti suoi.
          Tenga presente che i gechi si spostano e sono animali notturni, quindi il geco sicuramente non sarà più dietro la lavatrice. Solitamente di giorno il geco si nasconde in un anfratto nei muri o fra le rocce in un giardino ed esce al tramonto per andare a caccia di insetti. Perciò, anche solo per bere o per mangiare qualche insetto, sicuramente il geco sarà già uscito da dietro la lavatrice.
          Faccia presente a sua figlia che, nell’impossibilità di ritrovare il geco (perchè magari si è già spostato) lei rischia di restare tutta l’estate sigillata in casa… La stagione dei gechi è più o meno come quella delle lucertole… Pensa che sua figlia possa restare sigillata in casa fino al prossimo autunno? Ammettiamo che qualcuno venga a togliere il geco e non lo trovi perchè l’animaletto se ne è andato per i fatti suoi… cosa pensa di fare sua figlia?

          Mi piace

          • grazie della gentile risposta io la penso come lei….purtroppo non posso fare nulla sono a Roma lei a Firenze…ieri mi ha detto che non va neanche più ad innaffiare le piante ha il panico

            Mi piace

  19. AIUTOOOOOOOO …………
    IERI SERA MI SONO TROVATA SUL SOFFITTO DELLA CAMERA UN PICCOLO GEKO, HO PROVATO A PRENDERLO CON LA SCOPA , ( VERAMENTE MIO PAPA’, XCHE’ IO HO COMINCIATO AD URLARE E A PIANGERE …. HO TROPPA PAURA ) MA SI E’ STACCATA LA CODA ED E’ SCAPPATO, FORSE… DIETRO L’ARMADIO ……..
    SONO PASSATE 24 ORE MA NON L’HO PIU’ VISTO…..
    SARA’ USCITO ??? HO PROVATO A METTERE DELL’INSALATA SOTTO L’ARMADIO COME PROVA, PER VEDERE SE ERA NASCOSTO LI’ DIETRO, MA NON HA TOCCATO NIENTE….
    EPPURE SONO STATA QUASI 3 ORE A GUARDARE SE USCIVA, MA NON L’HO VISTO ” PASSARE “…..
    KE DEVO FAREEEEEEEEEEEEE ???????????
    HO PAURA CHE DI NOTTE CADA SUL LETTO 😦

    Mi piace

    • Le istruzioni per catturare il geco le hai già trovate nel post. La foglia di insalata non è provante perchè i gechi sono quasi esclusivamente insettivori. Se hai letto gli altri commenti non mi resta che ribadire anche a te… che i gechi per l’uomo sono innocui e che non c’è niente da temere! Quasi sicuramente se ne è già andato via…
      In ogni caso, per la conformazione delle zampe i gechi non cadono dal soffitto, anzi gli scienziati stanno studiando proprio i cuscinetti dei gechi per creare guanti e abbigliamento che consentano l’aderenza alle pareti, proprio in stile uomo-ragno. Quindi non ti preoccupare e dormi tranquilla che il geco non ti cade sul letto…

      Mi piace

  20. Io invece uso un altro sistema: colpo di scopa, il geco cade completo l’opera con le scarpe. Siete davvero molto dolci e teneri ma io ho la fobia per tutti i rettili, ragni, blatte, scorpioni e quant’altro. Ogni sera faccio una piccola strage prima di andare a letto.

    Mi piace

    • O i tuoi gechi sono particolarmente tonti oppure tu sei una professionista… Di solito i gechi scappano velocemente e si rifugiano di corsa dietro ai mobili o in altri luoghi irraggiungibili e poi è difficile prenderli… Se tutte le sere devi fare una strage sarei curioso di sapere dove vivi… Hai mica preso la residenza in un rettilario a tua insaputa? 😀

      Mi piace

  21. Abito in un paesino di montagna, certo che qualche geco mi scappa ma di solito quando gli arriva il colpo di scopa cadono a terra storditi e spesso in due parti…sembrerebbe che tu non abbia mai dormito in una casa circondata da 2000 metri ti terreno…

    Mi piace

    • Adesso abito in città ma ho anche vissuto in campagna e ho fatto anche campeggio e trekking nei boschi dell’Appennino e delle Alpi… Nel mio andare ho incontrato cinghiali, daini, tassi e altri animaletti più piccoli ma non mi sono mai fatto prendere dal panico, nemmeno quando andando a funghi ho trovato la vipera. Figurati che da bambino a casa mia ho avuto cani, gatti, canarini, pesci, tartarughe, oche, criceti e perfino una famigliola di tritoni…

      Alcune settimane fa pulendo l’insalata biologica del mio amico Giovanni ho trovato nel cesto un piccolo rospo. L’ho preso, messo in una scatola e portato sul fiume accanto a casa… Insomma non salgo sulla sedia, non sbraito e non do di ramazza ad ogni forma di vita con cui mi imbatto…

      Mi piace

  22. ragazzi ho trovato un piccolo geco in casa, per le urla interrorite di mia madre l’ho liberato, ma dopo neanche 1 minuto passato al sole…..
    è morto 😦
    Perchè ciò perché 😥

    Mi piace

      • Proprio 10 minuti fa ho avuto un gechetto in camera, vi spiego come ho fatto!
        Primo passaggio mantenere la calma e evitare rumori eccessivi
        Secondo, mi sono accertato di dove andava a nascondersi, per fortuna dietro il comodino di camera
        Terzo, ho preso uno straccio morbido, di quelli che si usano per spolverare
        Agendo con lentezza ho fatto cadere lo straccio sopra il geco che messo al buio, si è rintanato proprio sotto lo straccio
        Cercando di mantenere chiusi i bordi dello straccio, piano piano, ho ridotto le dimensioni della trappola fino a che ho sentito che potevo raccoglierlo
        Raccolto e portato all’esterno, ho aperto lo straccio e il gechetto è caduto sul muro di cinta.
        È corso subito a rintanarsi sotto il bordo
        Secondo me lo straccio morbido può essere l’alternativa alla scatola trasparente che può non essere sempre a portata di mano
        Grazie comunque per l’idea

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...