Togliatti lap dance… ovvero le case del popolo del 2008

foto "communist party songs" by Limbic - flickr

foto "communist party songs" by Limbic - flickr

Come avventore non sono mai stato un gran frequentatore di case del popolo ma da quando faccio il podista conosco buona parte dei circoli dell’area fiorentina perché molte corse si appoggiano alle case del popolo, sia per la partenza che per l’arrivo ed inoltre perché molti circoli ospitano la sede sociale dei vari gruppi sportivi (anche del mio).

Spesso gli spogliatoi delle corse podistiche ospitate nelle case del popolo sono improvvisati in locali che vengono temporanemente adattati per lo scopo (locali di servizio, sale riunioni, sale da ballo, etc…) e in alcuni casi ciò può essere divertente e talvolta istruttivo. Vi riporto alcune curiosità e riflessioni a margine di una delle ultime corse podistiche notturne che si sono svolte in una casa del popolo della periferia fiorentina…

Arrivo alla casa del popolo intorno alle 19.30, è ancora giorno e lascio l’auto nel parcheggio sul retro del circolo. Mi avvio velocemente verso l’iscrizione senza notare niente di particolare. Successivamente vado a cambiarmi nello spogliatoio che anche stavolta è improvvisato in un locale di servizio della casa del popolo. Poso la mia borsa su una sedia e noto che dietro c’è un bel mobile da ufficio in legno con ante in vetro degli anni ’50 che farebbe la gioia di un appassionato di modernariato. Do una sbirciatina e scopro che all’interno,  giacciono dimenticati una serie di oggetti ormai storici: diversi libri ingialliti sulla lotta operaia, sulla storia comunista e sulle rivendicazioni femministe, un busto impolverato di Palmiro Togliatti che in tempi antichi sarà stato sicuramente in bella vista su una scrivania di qualche dirigente del PCI e una punta di bandiera con falce e martello ormai mezza arrugginita. L’oggetto più recente era una foto in bianco e nero di Sandro Pertini, forse l’ultimo presidente italiano veramente degno di questo titolo. Ripensando malinconicamente a questi oggetti mi avvio verso la corsa che si è svolta più o meno regolarmente, seguita dal successivo  pasta party.

Ma le sorprese non sono ancora finite.  Al momento di riprendere l’auto per tornare a casa, mi avvio verso il parcheggio sul retro della casa del popolo notando, intorno a me, un’illuminazione da fare invidia alle luminarie del centro per le feste natalizie. Nel frattempo mi attraversa la strada una ragazza (probabilmente dell’est) in short, tacchi alti e con due cosce lunghissime. …Alzo gli occhi verso l’alto e comincio a capire: sul tetto della casa del popolo campeggia l’insegna luminosissima di una sexy discoteca specializzata in lap dance che è ospitata proprio al primo piano del circolo! Mi vengono perciò in mente le parole che tempo fa mi diceva, parlando dell’Albania, il mio collega P. (un vecchio veterocomunista…) : “sotto la dittatura di Hoxha le ragazze erano povere ma si laureavano mentre adesso sono ricche ma fanno le puttane in occidente”. Allora mi sono chiesto: “Chissà se Togliatti e Pertini, dimenticati nello scantinato, apprezzerebbero la lap dance del primo piano?”

P.s. Ad essere onesti fuori dalla casa del popolo era appesa anche la bandiera del PD ma era in ombra, quasi invisibile, oscurata dalla sfavillante insegna della lap dance…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...