Mele della Pace 2012

Locandina Mele della Pace dal sito del Movimento Shalom

Locandina Mele della Pace dal sito del Movimento Shalom

Anche questo autunno ritorna la campagna delle “Mele della Pace” del  Movimento Shalom. Nei fine settimana del 27 e 28 Ottobre e del 3 e 4 Novembre 2012 in molte piazze e supermercati della Toscana  (e  credo anche in alcune in Puglia, Campania ed Emilia Romagna) si potrà comprare un sacchetto di mele contribuendo alla realizzazione del  Progetto “La casa della Pace In Uganda”.

Il progetto comprenderà un centro di formazione con aule e laboratori dedicato alla panificazione, un panificio-pizzeria, un ambulatorio medico, un ostello e la sede del progetto “Microcredito Uganda”. Come è già successo in altri progetti analoghi in Burkina Faso, quando il centro sarà a regime sarà completamente autonomo e autosufficiente. Oltre ad offrire posti di lavoro per giovani locali,  i ricavi del panificio-pizzeria e dell’ostello serviranno per finanziare e sostenere la scuola di formazione e l’ambulatorio. Il costo preventivato per la realizzazione di tutto il progetto è di circa 100.000,00€.

Se volete conoscere le piazze in cui saranno vendute le mele o se  volete dare una mano ad un banchino potete contattare Shalom ai seguenti recapiti: tel 0571-400462 shalom@movimento-shalom.org. Purtroppo quest’anno, per problemi familiari e di salute, io non potrò partecipare al banchino della sede di Firenze. Faccio un augurio di buona vendita a tutti i volontari di Shalom!

Se siete curiosi di sapere come è andata la vendita delle mele nel 2011 (per un centro analogo in Togo) vi consiglio di leggere questo link

Quando mangio mi sento un RE.

Locandina "Quando mangio mi sento un re" dal sito de gas fiorentini

Locandina “Quando mangio mi sento un re” dal sito de gas fiorentini

E’ partito ieri sera da Catania un tour teatrale molto particolare che attraverserà l’Italia portando in nove città lo spettacolo QUANDO MANGIO MI SENTO UN RE”. Si tratta di un racconto tra musica, pittura e teatro comico sul tema della Sovranità alimentare, promosso da Mani Tese e dall’Unione Europea. La comicità di Diego Parassole (Zelig), la musica jazz di Cinzia Tedesco e la pittura a tempo di musica di Rosalba Falzone vi faranno ridere e riflettere sul tema del cibo che, per tutti gli abitanti del pianeta,   dovrebbe essere: buono, democratico e sostenibile. Tutte le date sono ad ingresso libero.

  • 4 Ottobre – Catania – Spazio ZO
  • 5 Ottobre – Napoli – Teatro Nuovo
  • 6 Ottobre – Roma – Ara Pacis
  • 7 Ottobre  – Firenze – Teatro Cantiere Florida
  • 11 Ottobre – Bologna – Teatro Duse
  • 12 Ottobre – Genova – Teatro della Tosse
  • 13 Ottobre – Mestre – Teatro Momo
  • 14 Ottobre – Verbania – Auditorium S. Anna
  • 16 Ottobre – Milano – Piccolo Teatro Studio Expo (serata conclusiva in occasione in occasione della Giornata Mondiale per il diritto al cibo)

Altri due modi per  aiutare Mani Tese nella campagna per il diritto al cibo e alla Sovranità Alimentare:

Concorso fotografico “Apriamo gli occhi 2012″

Una delle foto vincitrici dell'edizione 2011 - dal sito apriamogliocchi.org

Una delle foto vincitrici dell’edizione 2011 – dal sito apriamogliocchi.org

Cbm Italia Onlus è un’associazione che si occupa della prevenzione della cecità nei paesi del Sud del mondo, in particolare di quelle malattie infantili che, se non curate adeguatamente, conducono alla cecità. Secondo i dati riportati sul sito della Cbm, nel mondo ogni minuto un bambino diventa cieco e il 90% dei non vedenti è concentrato proprio nei paesi in via di sviluppo a causa delle precarie condizioni sanitarie, igieniche, sociali ed economiche. Eppure con le adeguate cure e la prevenzione l’80% dei casi di cecità potrebbero essere evitati.

Per sensibilizzare la collettività su questi temi Cbm ha indetto la seconda edizione del concorso fotografico “Apriamo gli occhi”. L’iscrizione è gratuita e va fatta compilando il modulo sul sito web www.apriamogliocchi.org. Ogni partecipante potrà caricare le fotografie (da un minimo di 1 un massimo di 3 scatti in un unico invio) accompagnate da una breve scheda di presentazione del progetto (titolo del progetto e commento massimo di 15 righe delle immagini).

Il concorso prevede due temi:

“Apriamo gli occhi. Dal buio alla luce”. Aperto a tutti con scadenza il 20 Settembre 2012 e con in premio:

  • Frequenza gratuita al Corso di Formazione Avanzata Istituto Europeo di Design (12 mesi part-time)
  • Macchina fotografica CANON EOS 1100D EF-S 18-55MM
  • Stampante fotografica Epson Stylus Photo 1500W

“Sposi per l’Africa”. Aperta a tutti ma dedicata particolarmente alle coppie di futuri sposi, con scadenza il 28 ottobre e con i seguenti premi:

  • Viaggio per 2 persone alle Mauritius.
  • Servizio fotografico per il matrimonio.
  • Coppia di fedi nuziali.

Regolamento e maggiori informazioni sul sito www.apriamogliocchi.org

Come è andata la Pasqua? E voi cosa avete trovato nell’uovo?

La Pasqua se n’è andata e stamani, visto che il tempo è buono,  se la famiglia decide una meta nei prossimi venti minuti, partiamo per una gitarella nella campagna senese… Per la cronaca questo è stato il programma di ieri…

  • ore 22.00 Sabato – ore 1.00 Domenica… Veglia e Santa Messa di Pasqua…
  • ore 7.15 – 8.30 Allenamento con 13 km di corsa nel Parco delle Cascine… solo soletto, fra lo scampanio delle chiese in lontananza, le signore anziane che andavano alla messa col panierino con le uova da benedire e 3 o 4 grullarelli come me, podisti irriducibili. Rientro a casa giusto prima dell’inizio della pioggia.
  • Doccia e mega colazione pasquale…
  • Raduno della famiglia e partenza per il pranzo pasquale con i parenti del Mugello.
  • Rientro fra la pioggia e serata passata tra divano,  tv e  pc dove abbiamo preso un po’ in giro i colleghi podisti che sono andati con canotte e calzoncini corti a fare il week-end di Pasqua all’Abetone e si sono dovuti inventare sciatori, vista la neve che è caduta tutto il giorno… (A Firenze ieri invece abbiamo avuto pioggia e vento freddo)

Ma soprattutto… Ricordate le uova del commercio equo e solidale del mio post dello scorso 4 Aprile? Volete sapere che sorprese abbiamo trovato? Siete curiosi?   Ecco a voi…

Uovo di Equoland  grande… Righello in legno dipinto a mano dagli artigiani  del Golden Palm Craft dello Sri Lanka… Già messo nel portapenne nel mio studio…

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Uovo di Altromercato piccolo… calamita in legno dipinta a mano da artigiani dell’Indonesia… Già attaccata su un lato del frigorifero…

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012"

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Uovo di Altromercato piccolo… Marionetta da dito in lana fatta da artigiani del Perù… Può una ragazza maggiorenne divertirsi con un giraffino peruviano per tutto il giorno? Si se l’è la mi’ figliola…

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Buona Pasquetta a tutti!!!

Pasqua equa 2012…

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Tra pochi giorni sarà Pasqua e nel rispetto delle nostre tradizioni, regaleremo e porteremo in tavola le consuete  uova di cioccolato e la Colomba. Io come tutti gli anni opto per le Uova di cioccolato e le colombe del Commercio equo e solidale perchè, mentre si portano in tavola dei prodotti simpatici e buonissimi (spesso anche biologici), si offre alle popolazioni del Sud del mondo un’opportunità per un’economia sana e uno sviluppo attento alle esigenze e alla dignità dei lavoratori, dei loro figli e delle loro comunità.

E così, dopo aver ordinato tramite il mio Gruppo d’Acquisto Solidale ed il negozio di Equobi, due piccole uova di cioccolata e una colomba di Altromercato, nello scorso fine settimana sono andato a fare un po’ di spesa fra le golosità di Equoland la fabbrica di cioccolato di Calenzano (Fi). Il bambinone che è in me ha comprato l’uovo di cioccolata della linea Ciocador nella foto, scegliendolo con  la carta dei bambini di tutto il mondo, più una serie di prodotti non necessariamente legati alla Pasqua: diverse tavolette di cioccolata, la mitica Estrella Primera (la crema da spalmare fondente che secondo me dal punto di vista del gusto surclassa notevolmente quella dell‘uomo più ricco d’Italia), alcune saponette indiane ajanta ed infine,  per smaltire gli eccessi cioccolatosi dei prossimi giorni (con relativi sensi di colpa che si materializzano una volta saliti sulla bilancia), alcune tisanine depuranti fra cui la Tulsi che mi dicono essere miracolosa…

E’ curioso ma leggendo le etichette delle tre uova e della Colomba si scopre che mi sono portato in casa veramente un bel pezzo di mondo: tra i produttori degli ingredienti alimentari, quelli delle carte per il confezionamento e quelli delle sorprese delle uova si può fare un bel giro del mondo….: Ecuador, Sri Lanka, Bangladesh, Indonesia, Repubblica Dominicana, Paraguay, Nepal, India, Palestina, Sud Africa, Costa Rica, Mauritius…

Se anche voi avete vicino a casa una Bottega del Commercio Equo e Solidale vi auguro di farci un salto per un… giro del mondo alimentar-pasquale!

 Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Foto "Pasqua equa e solidale 2012 / Fair trade Easter 2012" by unpodimondo - flickr

Aggiornamento delle 17.00 del 4/4/2012

Sono appena tornato dal Bottegotto di Equobi dove ero andato a cercare una seconda colomba di Altromercato per un pensierino improvviso… :-( Sigh! Non l’ho trovata… In tutta la bottega c’era un solo uovo di pasqua e una unica colomba senza colomba (voi come la chiamereste una colomba senza granella di zucchero e senza canditi?). Da una parte sono contento perchè significa che avete venduto tutto ma non trovare più niente ad ancora quattro giorni dalla Pasqua è un po’ desolante… quell’unico uovo e quella sola colomba, spersi nella vetrina, davano un senso di tristezza…

Runforlife: il mio riepilogo di Gennaio 2012

foto "Logo Run for Life"

foto "Logo Run for Life"

Rieccomi col consueto riepilogo dei dei km che ho corso nel mese di Gennaio 2012 a favore del progetto RunforLife” per Emergency: mentre noi podisti (ed anch’io) corriamo, sudiamo  anche con la neve e con temperature sottozero, chiediamo se qualche volontario volesse sostenerci dal calduccio della sua casetta… Noi al freddo e al gelo ci mettiamo le gambe e i chilometri:  se qualcuno di voi ci mettesse qualche soldino, anche solo per un mese, le vittime delle mine antiuomo vi saranno veramente grate… (per chi non lo sapesse il progetto funziona così: i podisti corrono e registrano i percorsi fatti, mentre i sostenitori versano ad Emergency 0,08€ a km a favore delle vittime delle mine antiuomo).

Non ne sono ancora del tutto sicuro ma, oltre al mio amico Andrea, credo di essere rimasto anch’io (improvvisamente e tristemente) senza “sostegno”… Boh, chi vivrà vedrà…!

Il mio mese di Gennaio.

Con l’inizio dell’anno posso dire di aver messo alle spalle gli infortuni della seconda metà del 2011 e quindi sto ripartendo verso nuovi traguardi! Purtroppo i kg accumulati in questi mesi si fanno sentire ma conto piano piano di rientrare in forma e di riprendere a correre con costanza. Purtroppo alcuni eventi familiari (alcuni piacevoli e altri molto meno) mi hanno tenuto lontano dalle gare domenicali di Gennaio ma conto di continuare a fare qualche gara nel mese di Febbraio.

Il 6 gennaio ho partecipato alla Maratonina della Befana organizzata dalla U.P. Isolotto di Firenze i cui proventi sono andati all’Associazione AMI (Amici Missoni Indiane) che si occupano di adozioni a distanza e sostegno all’infanzia nel sud del Mondo. Tracciato veloce e filante tutto tra il quartiere dell’Isolotto, l’Argingrosso e il Parco delle Cascine: circa 13 km di pianura con la sola salitella della Montagnola, per questa che è la gara che tradizionalmente apre l’anno nuovo a Firenze… Dopo aver scambiato  auguri e speranze per il 2012 con gli amici, siamo partiti…. Ho fatto quello che ho potuto e sono arrivato con un tempo di alcuni minuti più alto dello scorso anno… Già esserci è stato un successo, anche se ad esser  sinceri la vera fatica è stata ritirare il pacco gara: i podisti erano così tanti che si è formata una ressa e c’è mancato poco che dalla ressa si arrivasse ad una rissa!

Domenica 29 Gennaio, già in fase meteo nevoso-ghiacciata ho accompagnato i miei compagni di corsa ad un allenamento collinare di gruppo. Loro si sono fatti ben 30 km perchè stanno preparando la Maratona di Roma mentre io e la Patrizia, che stiamo preparando delle Mezze Maratone, ci siamo fermati a 12 km… corsi a temperature siberiane!

E in queste settimane di Febbraio non ci hanno fermati ne’ la neve, ne’ il gelo e nemmeno il vento….

Km percorsi in gara e in allenamento da unpodimondo (testimoniabili dal Garmin Forerunner 305) nel mese di Gennaio 2012

Giorno Km percorsi Lavoro eseguito
Lun. 2 12 Allenamento collinare
Mer. 4 9 Ripetute in pista
Ven. 6 13 Maratonina della Befana (Firenze)
Dom. 8 8 Medio
Lun. 9 7 Defaticamento
Mer. 11 11 Ripetute in pista
Gio. 12 5 Defaticamento
Ven. 13  9 Fartlek
Lun. 16 11 Allenamento Collinare
Mer. 18 10 Allenamento collinare
Ven. 20 11 Ripetute in pista
Ven. 27 8 Fartlek
Dom.29 12 Allenamento collinare (Giro di Comeana)
Lun. 30 7 Defaticamento
Totale mensile 133 Grazie e buone gambe a tutti!

Runforlife: un po’ di notizie e anche il mio riepilogo di Dicembre 2011…

foto "Logo Run for Life"

foto "Logo Run for Life"

Prima di farvi il consueto riepilogo dei chilometri che ho corso a Dicembre 2011 a favore di   “RunforLife” per Emergency vi metto alcune notizie sul progetto.

La Podistica Solidarietà alla Roma-Ostia per Runforlife.

Massimo ci informa che il prossimo 26 Febbraio 2011 la Podistica Solidarietà ASD di Roma devolverà a Runforlife i km che i propri atleti correranno in occasione della Mezza maratona Roma-Ostia… Si parla di oltre 300 podisti che moltiplicati per i 21km della gara e per gli 0,08€ per km faranno una bella cifra a favore di Emergency!

Cercasi sostenitore/trice per podista fiorentino.

Andrea, mio fedele compagno di corsa e storico volontario di Emergency di Firenze, è rimasto senza sostenitori per Runforlife. La ragazza che lo sosteneva ha dovuto abbandonare Andrea perchè, a seguito della crisi, è stata messa in cassa integrazione. Se qualcuno volesse sostenere Andrea, può scrivermi e vi darò il nickname che lui usa su Runforlife! Giuro che Andrea si merita di trovare un sostenitore al più presto!

Km percorsi in gara e in allenamento da unpodimondo (testimoniabili dal Garmin Forerunner 305) nel mese di Dicembre 2011

Giorno Km percorsi Lavoro eseguito
Ven. 2 7
Dom. 4 13  Trofeo Circolo di San Paolo – (Prato)
Gio. 8 13  Corsa della solidarietà noi per voi – (Prato)
Dom. 11 17  Firenze – Fiesole – Firenze (Firenze)
Lun. 12 6
Mer. 14 10
Dom. 18 24 Allenamento  Triozzi – Valimorta
Lun.19 7
Sab. 24 16
Lun. 26 12 Trofeo Santo Stefano – Za’ Za’- Siamo tutti fratelli (Firenze)
Mer. 28 10
Gio. 29 7
Ven. 30 8
Totale mensile 150 Grazie e buone gambe a tutti!

Trofeo Circolo San Paolo (Prato) e Corsa della Solidarietà “Noi per voi” (Prato)

Il mese si apre con due corse in quel di Prato: due gare ugualmente degne di rispetto e partecipazione ma allo stesso tempo due manifestazioni completamente diverse. Gara non competitiva completamente pianeggiante  a San Paolo il 4/12 e gara competitiva in parte collinare nella Corsa della Solidarietà dell’8 Dicembre…

La gara di San Paolo è la classica sgambata nella piana pratese, in quella sorta di limbo “che è e che non è…”: si passa per campi e argini dei fiumi che non sono più campagna, nel senso che non sono ne’ coltivati ne’ protetti come parchi e giardini, si passa accanto a gruppi di case che non sono ne’ città ne’ paese, si passa fra discariche e capannoni isolati che non sono zona industriale… insomma tutta quella periferia urbanisticamente desolante che solo il calore del ristoro finale e della cortesia degli organizzatori ti fanno dimenticare.

Foto katedra by magro_kr

Foto katedra by magro_kr

Nella Corsa della Solidarietà (a favore dell’Associazione “Noi per voi” che opera all’interno dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze) invece il tracciato offre il meglio di Prato… Partenza dai recuperati Macelli (ora centro culturale Officina Giovani) attraversamento del centro storico con Piazza del Comune, Piazza del Duomo e ritorno per le mura, il castello dell’Imperatore e la statua di Henry Moore in Piazza San Marco. Nel mezzo una bella parte collinare fra ulivi, case di campagna e chiesette da cui si domina la pianura pratese. Al termine grande ristoro con crostini, bruschette, una soprassata da far venire l’appetito solo a guardarla e gli immancabili dolci natalizi… Nei tredici km della gara non abbiamo smaltito nemmeno la metà di quello che poi abbiamo mangiato a fine corsa!

Firenze – Fiesole – Firenze (Firenze)

Domenica 11 Dicembre un’altra classica gara degli auguri di Natale: la Firenze – Fiesole – Firenze. Partenza dallo stadio di Atletica Ridolfi (che è un po’ come partire da uno dei salotti buoni dell’atletica italiana) e salita costante fino a Fiesole per la via di San Domenico e poi ancora salita fino al bivio per Vincigliata, dove tanti anni fa c’era il famoso Petit Bois… (discoteca  dove a volte alla consolle c’era un certo Carlo Conti). Discesa a rotta di collo, passaggio davanti al Centro tecnico di Coverciano e ritorno finale nello stadio… Per me è stata l’occasione di rivedere tanti vecchi amici e soprattutto di assaggiare un po’ di salita dopo tanti acciacchi… Le impressioni sono state più che positive: ho corso tutta la salita senza fermarmi ne’ mettermi a camminare, in discesa ho lasciato andare un po’ le gambe e alla fine dei 17 km non ero nemmeno troppo stanco…

L’allenamento del cuore (croce e delizia)

Rinfrancato dalla buona prestazione della settimana precedente e “abbandonato” dai colleghi di corsa che erano a zampettare alla Maratona di Pisa, il 18 Dicembre  mi sono concesso 24 km di allenamento sul mio percorso del cuore: quello croce e delizia con una serie di salite da spezzare le gambe. Via stradelle di campagna mi porto alla periferia di Scandicci e attacco la salita di Triozzi alto (pendenza 16%), scendo a rotta di collo a San Martino alla Palma e arrivato in fondo a via delle Fonti attacco la salita più dura di tutte, il cui nome è tutto un programma… Valimorta! Continuo ancora a salire per via di Roncigliano, fra vigne, ulivi, boschetti e termino la salita  a Roveta da dove ricalo a Triozzi e inizio il ritorno verso casa. In tutto 24 km di salite e discese corsi nel  gelo della prima mattina, in scioltezza e “quasi” in solitaria: scrivo “quasi” perchè a metà salita di Valimorta incrocio il “Saladino”e il “Greco” che tra un augurio di Natale e un saluto non mancano di ricordarmi quanto sono ingrassato negli ultimi mesi! Eh… gli amici!

La corsa dei mille nomi: Trofeo Santo Stefano – Za’ Za’- Siamo tutti fratelli (Firenze)

foto "Firenze - Basilica Santa Maria del Fiore (Duomo)" by MaOrI1563

foto "Firenze - Basilica Santa Maria del Fiore (Duomo)" by MaOrI1563

Il giorno di Santo Stefano siamo stati ospiti del G.S. Maiano che, dalla piazza del Mercato di San Lorenzo ci ha lanciati in una bella corsa fra i monumenti di Firenze: piazza del Duomo, Lungarni, Piazzale Michelangelo, Poggio Imperiale, Porta Romana, Palazzo Pitti, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, via de’ Calzaiuoli, di nuovo Piazza del Duomo e San Lorenzo. Per chi ama una Firenze intima, sonnolenta e semideserta come può essere solo la mattina di Santo Stefano, è l’occasione per correre e godersi panorami e monumenti in tutta tranquillità… il tutto in soli 12 km, senza dover fare Maratone e/o Mezze maratone. La corsa intitolata “Trofeo di Santo Stefano”, ma anche “Trofeo trattoria Za’-Za’” (il ristorante che ci ha offerto il ristoro a base di crostini), ha aggiunto un terzo nome alla corsa, dedicandolo alla memoria di Mor Diop e Samb Modou, i senegalesi uccisi a Firenze il 13 dicembre scorso: “Siamo tutti fratelli”, nome che campeggia anche  sul giubbino che ci hanno fornito come pacco gara! un gesto piccolo  ma significativo: Firenze è anche questo!

Buon Natale 2011!

Foto "Black Baby Jesus" by Peter Blapps - flickr

Foto "Black Baby Jesus" by Peter Blapps - flickr

Se oggi nascesse Gesù Bambino, nascerebbe un’altra volta ultimo fra gli ultimi…

… nascerebbe dopo un lungo viaggio per sfuggire alla carestia, fatto a piedi  o su un barcone della speranza.

… nascerebbe in una tenda di quelle che  raccolgono i profughi che fuggono dalla fame o dalla guerra o in una di quelle prigioni nostrane che vanno sotto il nome di Centro di Identificazione ed Espulsione oppure in una delle roulotte sporche e  sgangherate che, nelle nostre periferie, cerchiamo di nascondere dietro i cartelloni pubblicitari 6 metri per 3.

… nascerebbe di nuovo bisognoso: di un pugno di riso per sfamare i suoi genitori, di una coperta o anche solo di un cartone per coprirsi, ma soprattutto bisognoso di rispetto e di calore umano.

… nascerebbe indifeso, preda degli Erode dei nostri giorni: sfruttatori del lavoro minorile, pedofili, mercanti di armi, seminatori di mine anti-uomo, fanatici razzisti.

… nascerebbe indio, di colore, rom o di una qualche etnia fra quelle più disgraziate: in questo caso potrebbe anche rinascere palestinese, magari in un luogo infernale come Gaza.

Ma soprattutto, se nascesse oggi, noi saremmo sicuri di riconoscerlo come a suo tempo fecero i  pastori?

Buon Natale a tutti!

Marco

Runforlife: il mio riepilogo di Novembre 2011…

foto "Logo Run for Life"

foto "Logo Run for Life"

Come ho già fatto in passato, vi aggiorno sui chilometri che ho fatto correndo a favore del progetto di “RunforLife” per Emergency (qui la presentazione nel mio post dello scorso 25 Febbraio) nel mese di Novembre 2011. Rinnovo i miei più cari ringraziamenti alla mia sostenitrice, Libera del blog Accantoalcamino.

Accantonate ormai tutte le velleità di fare una maratona autunnale mi sono concentrato su un recupero lento e progressivo in modo da tornare in forma e mettere in cantiere qualcosa per la prossima primavera, sperando che gli infortuni siano ormai un ricordo che si allontana piano piano…

Km percorsi in gara e in allenamento da unpodimondo (testimoniabili dal Garmin Forerunner 305) nel mese di Novembre 2011

Giorno Km percorsi Lavoro eseguito
Mar. 1 12 Allenamento Collinare
Ven. 4 12 Medio
Dom. 6 13 Percorso corto gara Agliana (Pt)
Mer. 9 9 Ripetute in pista
Ven.11 12 Fartlek
Dom. 13 14 Allenamento Medio
Mer. 16 11 Progressivo
Ven. 18 12 Allenamento Piramidale
Dom. 20 11 Scarpinata delle Lumache – Prato
Sab. 25 14 Lento
Mer. 30 10 Variazioni in pista
Totale mensile 130 Grazie e buone gambe a tutti!

Percorso corto gara di Agliana (Mezza maratonina dei 6 ponti)

Dopo un mese di assenza sono tornato alle gare non competitive, giusto per assaporare il piacere di correre in compagnia dei propri amici. Mentre i miei colleghi hanno corso la mezza maratona di Agliana io ho fatto il percorso non competitivo di 13 km correndo tranquillamente nei dintorni di questo paese a una decina di km da Pistoia.

Mentre in altri luoghi si corre fra monumenti storici, vigne ed oliveti ad Agliana, in mancanza di tutti questi elementi (la maggiore attrattiva del paese è la bottega di Roberto Catinari, uno dei più famosi maestri del cioccolato al mondo) abbiamo corso tra i vivai ed è stata una cosa curiosissima… Al posto dei filari di vite abbiamo corso fra ordinatissimi filari di palme, cipressi, alberelli di  bosso in tutte le varie forme (pallina, spirale, animaletti, etc…), aceri e alberi di Natale che fra pochi giorni saranno ospitati nelle nostre case…

Buona l’organizzazione della corsa, i ristori e tutto il corollario… avrei voluto fare la Mezza maratona, magari anche il pacemaker ma ancora era un po’ presto… Sarà per la prossima edizione!

Scarpinata delle Lumache (Prato)

Dopo un altro po’ di allenamenti mi sono concesso un’altra garetta non competitiva alla Scarpinata delle Lumache a Mezzana di Prato. Percorso non particolarmente bello ma giornata soleggiata e clima molto familiare. Abbiamo corso un po’ lungo il Bisenzio e un po’ fra capannoni industriali e tratti di campagna che in alcuni punti assomigliavano più a discariche che a terreni coltivati. Nonostante questo la mattina è passata piacevolmente e siamo tornati  a casa soddisfatti.

Natale Solidale: … A.A.A. cercasi volontari infiocchettatori e impacchettatori!

Foto "12.24.10" by colemama - flickr

Foto "12.24.10" by colemama - flickr

Natale solidale

Natale solidale

In questo post non vi parlo in senso stretto di regali da fare a Natale ma di alcune proposte per fare qualche ora di volontariato incartando i pacchi di Natale a favore di 3 associazioni impegnate nel sud del mondo. Si tratta di creare le confezioni regalo dei clienti di note catene commerciali in cambio di un’offerta per una serie di progetti umanitari…

Metto… in rigoroso ordine alfabetico

COOPI per Coin e Sephora

Coopi (Cooperazione internazionale) è una ONG italiana nata nel 1965 che opera in Africa ed America Latina. I volontari Coopi saranno presenti con un banchetto all’interno dei punti vendita di COIN e SEPHORA nelle principali città italiane per confezionare i pacchetti regalo ai clienti, in cambio di un’offerta. Le donazioni raccolte saranno devolute al progetto “Operazione Insieme x 100.000” per salvare 100.000 bambini dalla malnutrizione in Africa: in Chad, Congo e Malawi. Coopi sta cercando volontari per impacchettare i regali nel periodo dal 3 al 24 Dicembre nelle seguenti città: Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Casalecchio di Reno (BO), Como, Ferrara, Firenze, Forlì, Genova, Lecco, Livorno, Lucca, Milano, Napoli, Novara, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Pisa, Roma, Salerno, Terni, Trento, Trevi (PG), Treviso, Torino, Udine, Varese, Verona, Vicenza, Venezia.

Per dare la propria disponibilità potete andare a questa pagina web…

MANI TESE per le librerie Feltrinelli

Mani Tese è un’altra ONG nata nel 1964 che si occupa di giustizia, solidarietà e sostenibilità, con progetti in Asia, Africa e America Latina. Anche quest’anno, dal 1° al 24 Dicembre i volontari di Mani Tese incarteranno i regali presso le Librerie Feltrinelli, Feltrinelli International e Feltrinelli/Ricordi Musica, a fronte di un offerta contro la fame e gli squilibri fra Nord e Sud del pianeta. Le città dove Mani Tese sta cercando volontari sono: Ancona, Biella, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Como, Cremona, Ferrara, Firenze, Genova, Latina, Mestre, Milano, Monza, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Perugia, Pistoia, Ravenna, Rimini, Roma, Salerno, Torino, Treviso, Varese,  Verona, Vicenza, Vigevano.

Per dare la propria disponibilità visitare questa pagina web

OXFAM ITALIA per Euronics e Compy

Oxfam Italia nasce nel 2010 dall’adesione della trentennale ong Ucodep alla rete internazionale di Oxfam. I campi di azione di Oxfam Italia sono contro la povertà e l’ingiustizia e i paesi in cui opera sono i Balcani, l’America centrale e L’America Latina, il Medio Oriente, l’Africa e il Sud -Est Asiatico. Dal  3 al 24 dicembre 2011 i volontari di Oxfam saranno presenti nei punti vendita di Toscana e Umbria delle catene  Euronics e Compy con l’iniziativa: “Un regalo coi fiocchi. Per tutti.” I proventi dell’iniziativa verranno devoluti al Progetto Coltiva 2011, legato alla nuova campagna internazionale COLTIVA. Il cibo. La vita. Il pianeta. Tutti i volontari che parteciperanno all’iniziativa riceveranno un buono sconto da spendere presso Euronics e Compy. Le località in cui Oxfam Italia cerca volontari sono le seguenti: Arezzo, Bibbiena, San Giovanni Valdarno, Montevarchi, Siena, Sinalunga, Grosseto, Orbetello scalo,  Follonica, Firenze,  Prato, Sesto Fiorentino, Lucca, Viareggio, Montecatini Terme, Livorno, Cascina, Navacchio, Pontedera, Massa, Sarzana, Perugia, Marsciano, Città di Castello, Trevi, Foligno, Terni.

Per contattare le varie sezioni di Oxfam e proporsi come volontario andare a questa pagina

Io purtroppo con fiocchi, nastri, carta e pacchetti sono proprio imbranato… Per fare qualche pacchetto mi autoannodo, spreco un sacco di carta ed ottengo degli oggetti informi che sono una via di mezzo fra un mostro alieno e una scultura d’arte contemporanea… In compenso, quando sono sotto l’albero i pacchetti che ho incartato io si riconoscono da lontano!