XIV Corsa della Solidarietà “Noi per voi” a Prato.

Locandina

Locandina “XIV Corsa della Solidarietà Noi per Voi” dal sito http://www.pierogiacomelli.com

E’ tantissimo tempo che non scrivo di podismo… eppure ne avrei di cose da raccontarvi! Tanto per cominciare, con alcuni amici con cui corro (anzi sarebbe meglio dire “con GLI amici con cui corro”) abbiamo fondato una nuova società sportiva di Atletica Leggera e Domenica scorsa abbiamo fatto il nostro esordio nel Grand Prix Toscana Campestre 2012/2013 del CSI. Era la mia prima volta con le scarpe chiodate in un cross e devo dire che, nonostante che mi sia mezzo rotto e che mi sia posizionato nella parte finale della classifica, mi sono divertito un sacco. Sterrato, erba scivolosa, fossi da saltare, freddo e un po’ di “mota” (per i non fiorentini “mota” = “fango”) ci hanno accompagnato per 5 km di pura adrenalina nel Parco Naturale  di Galceti (Po).

L’esordio della nostra squadra di Atletica sulle strade asfaltate è invece previsto per il prossimo Sabato 8 Dicembre 2012 quando parteciperemo ad una delle più belle e simpatiche gare che si tengono in Toscana a Dicembre. Saremo presenti alla XIV Corsa della Solidarietà “Noi per Voi”, la gara competitiva di 14 km e non competitiva di 6 e 3 km organizzata dall’Associazione Gruppo Sportivo Polizia Municipale  di Prato e dall’Associazione Gruppo Podistico Le Fonti. Il percorso, dopo aver attraversato il centro storico di Prato, si trasformerà in un collinare con discrete salite e discese nella campagna a nord della città. Se il tempo sarà bello potremo ammirare i panorami su Prato e su tutta la pianura circostante. il ritrovo è alle ore 7.30 in Piazza dei Macelli mentre la partenza avverrà alle ore 9.00.

Il costo di iscrizione è di 4€ con pacco alimentare per ogni iscritto. Il ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Noi per Voi” presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze,  per la lotta contro la leucemia e i tumori infantili. Nell’edizione del 2011, grazie ai contributi degli atleti e degli sponsor sono stati devoluti 14.000€ all’Ospedale Pediatrico Meyer.

Al termine, se saranno rispettate le tradizioni degli anni precedenti, saremo accolti da un megaristoro luculliano con crostini, fettunte fumanti, soprassata e dolci natalizi… E così riprenderemo tante calorie… sicuramente più di quelle che avremo lasciato per strada correndo…

Link:

Runforlife: un po’ di notizie e anche il mio riepilogo di Dicembre 2011…

foto "Logo Run for Life"

foto "Logo Run for Life"

Prima di farvi il consueto riepilogo dei chilometri che ho corso a Dicembre 2011 a favore di   “RunforLife” per Emergency vi metto alcune notizie sul progetto.

La Podistica Solidarietà alla Roma-Ostia per Runforlife.

Massimo ci informa che il prossimo 26 Febbraio 2011 la Podistica Solidarietà ASD di Roma devolverà a Runforlife i km che i propri atleti correranno in occasione della Mezza maratona Roma-Ostia… Si parla di oltre 300 podisti che moltiplicati per i 21km della gara e per gli 0,08€ per km faranno una bella cifra a favore di Emergency!

Cercasi sostenitore/trice per podista fiorentino.

Andrea, mio fedele compagno di corsa e storico volontario di Emergency di Firenze, è rimasto senza sostenitori per Runforlife. La ragazza che lo sosteneva ha dovuto abbandonare Andrea perchè, a seguito della crisi, è stata messa in cassa integrazione. Se qualcuno volesse sostenere Andrea, può scrivermi e vi darò il nickname che lui usa su Runforlife! Giuro che Andrea si merita di trovare un sostenitore al più presto!

Km percorsi in gara e in allenamento da unpodimondo (testimoniabili dal Garmin Forerunner 305) nel mese di Dicembre 2011

Giorno Km percorsi Lavoro eseguito
Ven. 2 7
Dom. 4 13  Trofeo Circolo di San Paolo – (Prato)
Gio. 8 13  Corsa della solidarietà noi per voi – (Prato)
Dom. 11 17  Firenze – Fiesole – Firenze (Firenze)
Lun. 12 6
Mer. 14 10
Dom. 18 24 Allenamento  Triozzi – Valimorta
Lun.19 7
Sab. 24 16
Lun. 26 12 Trofeo Santo Stefano – Za’ Za’- Siamo tutti fratelli (Firenze)
Mer. 28 10
Gio. 29 7
Ven. 30 8
Totale mensile 150 Grazie e buone gambe a tutti!

Trofeo Circolo San Paolo (Prato) e Corsa della Solidarietà “Noi per voi” (Prato)

Il mese si apre con due corse in quel di Prato: due gare ugualmente degne di rispetto e partecipazione ma allo stesso tempo due manifestazioni completamente diverse. Gara non competitiva completamente pianeggiante  a San Paolo il 4/12 e gara competitiva in parte collinare nella Corsa della Solidarietà dell’8 Dicembre…

La gara di San Paolo è la classica sgambata nella piana pratese, in quella sorta di limbo “che è e che non è…”: si passa per campi e argini dei fiumi che non sono più campagna, nel senso che non sono ne’ coltivati ne’ protetti come parchi e giardini, si passa accanto a gruppi di case che non sono ne’ città ne’ paese, si passa fra discariche e capannoni isolati che non sono zona industriale… insomma tutta quella periferia urbanisticamente desolante che solo il calore del ristoro finale e della cortesia degli organizzatori ti fanno dimenticare.

Foto katedra by magro_kr

Foto katedra by magro_kr

Nella Corsa della Solidarietà (a favore dell’Associazione “Noi per voi” che opera all’interno dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze) invece il tracciato offre il meglio di Prato… Partenza dai recuperati Macelli (ora centro culturale Officina Giovani) attraversamento del centro storico con Piazza del Comune, Piazza del Duomo e ritorno per le mura, il castello dell’Imperatore e la statua di Henry Moore in Piazza San Marco. Nel mezzo una bella parte collinare fra ulivi, case di campagna e chiesette da cui si domina la pianura pratese. Al termine grande ristoro con crostini, bruschette, una soprassata da far venire l’appetito solo a guardarla e gli immancabili dolci natalizi… Nei tredici km della gara non abbiamo smaltito nemmeno la metà di quello che poi abbiamo mangiato a fine corsa!

Firenze – Fiesole – Firenze (Firenze)

Domenica 11 Dicembre un’altra classica gara degli auguri di Natale: la Firenze – Fiesole – Firenze. Partenza dallo stadio di Atletica Ridolfi (che è un po’ come partire da uno dei salotti buoni dell’atletica italiana) e salita costante fino a Fiesole per la via di San Domenico e poi ancora salita fino al bivio per Vincigliata, dove tanti anni fa c’era il famoso Petit Bois… (discoteca  dove a volte alla consolle c’era un certo Carlo Conti). Discesa a rotta di collo, passaggio davanti al Centro tecnico di Coverciano e ritorno finale nello stadio… Per me è stata l’occasione di rivedere tanti vecchi amici e soprattutto di assaggiare un po’ di salita dopo tanti acciacchi… Le impressioni sono state più che positive: ho corso tutta la salita senza fermarmi ne’ mettermi a camminare, in discesa ho lasciato andare un po’ le gambe e alla fine dei 17 km non ero nemmeno troppo stanco…

L’allenamento del cuore (croce e delizia)

Rinfrancato dalla buona prestazione della settimana precedente e “abbandonato” dai colleghi di corsa che erano a zampettare alla Maratona di Pisa, il 18 Dicembre  mi sono concesso 24 km di allenamento sul mio percorso del cuore: quello croce e delizia con una serie di salite da spezzare le gambe. Via stradelle di campagna mi porto alla periferia di Scandicci e attacco la salita di Triozzi alto (pendenza 16%), scendo a rotta di collo a San Martino alla Palma e arrivato in fondo a via delle Fonti attacco la salita più dura di tutte, il cui nome è tutto un programma… Valimorta! Continuo ancora a salire per via di Roncigliano, fra vigne, ulivi, boschetti e termino la salita  a Roveta da dove ricalo a Triozzi e inizio il ritorno verso casa. In tutto 24 km di salite e discese corsi nel  gelo della prima mattina, in scioltezza e “quasi” in solitaria: scrivo “quasi” perchè a metà salita di Valimorta incrocio il “Saladino”e il “Greco” che tra un augurio di Natale e un saluto non mancano di ricordarmi quanto sono ingrassato negli ultimi mesi! Eh… gli amici!

La corsa dei mille nomi: Trofeo Santo Stefano – Za’ Za’- Siamo tutti fratelli (Firenze)

foto "Firenze - Basilica Santa Maria del Fiore (Duomo)" by MaOrI1563

foto "Firenze - Basilica Santa Maria del Fiore (Duomo)" by MaOrI1563

Il giorno di Santo Stefano siamo stati ospiti del G.S. Maiano che, dalla piazza del Mercato di San Lorenzo ci ha lanciati in una bella corsa fra i monumenti di Firenze: piazza del Duomo, Lungarni, Piazzale Michelangelo, Poggio Imperiale, Porta Romana, Palazzo Pitti, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, via de’ Calzaiuoli, di nuovo Piazza del Duomo e San Lorenzo. Per chi ama una Firenze intima, sonnolenta e semideserta come può essere solo la mattina di Santo Stefano, è l’occasione per correre e godersi panorami e monumenti in tutta tranquillità… il tutto in soli 12 km, senza dover fare Maratone e/o Mezze maratone. La corsa intitolata “Trofeo di Santo Stefano”, ma anche “Trofeo trattoria Za’-Za'” (il ristorante che ci ha offerto il ristoro a base di crostini), ha aggiunto un terzo nome alla corsa, dedicandolo alla memoria di Mor Diop e Samb Modou, i senegalesi uccisi a Firenze il 13 dicembre scorso: “Siamo tutti fratelli”, nome che campeggia anche  sul giubbino che ci hanno fornito come pacco gara! un gesto piccolo  ma significativo: Firenze è anche questo!

Run for life: il riepilogo di Giugno 2011

Banner dal sito  "Run for life"

Banner dal sito "Run for life"

Come ormai è mia consuetudine, vi aggiorno sui chilometri che ho fatto nel mese di Giugno correndo a favore delle vittime delle mine antiuomo nel progetto di “Run for Life” per Emergency (qui la presentazione nel mio post dello scorso 25 Febbraio).

Km percorsi in gara e in allenamento da unpodimondo nel mese di Giugno 2011 (testimoniabili dal Garmin Forerunner 305)

Giorno Km percorsi Lavoro eseguito
Mer.1 8  Trofeo Donatori di Sangue Campi Bisenzio
Gio. 2 9  Defaticamento e allunghi
Ven. 3 12  Ripetute in pista
Sab. 4
Dom. 5 28  Lunghissimo collinare
Lun. 6 7  Defaticamento e allunghi
Mar. 7
Mer. 8 10  Medio veloce
Gio. 9 9  Trofeo Ciuffi Scandicci
Ven. 10 11  Ripetute in pista
Sab. 11
Dom. 12 10  Scarpinata Lecorese
Lun. 13 10  Defaticamento e allunghi
Mar. 14
Mer. 15 10  Trofeo Wam08 S. Vincenzo a Torri
Gio. 16 7  Defaticamento e allunghi
Ven. 17 10  Trofeo Festa dello Sport Campi Bisenzio
Sab. 18
Dom. 19 15  Medio collinare
Lun.20 7  Defaticamento e allunghi
Mar.21
Mer. 22 5  Defaticamento e allunghi
Gio. 23 7  Su pe’ i’ Poggi con i’ Leo – Malmantile
Ven. 24
Sab. 25
Dom. 26 30  Pistoia – San Marcello Pistoiese
Lun.27
Mar.28
Mer. 29 8  Medio
Gio. 30 6  Defaticamento e allunghi
Totale mensile 219
Grazie e buone gambe a tutti!

Il mese di Giugno si è svolto tutto in preparazione dei 30 km della Pistoia – San Marcello Pistoiese e infatti molti allenamenti (come quelli delle domeniche 5/6 e 19/6) e anche diverse garette serali sono stati interpretati più in funzione del 26 di Giugno che come gare a se stanti… Comunque vi faccio un breve riepilogo…

Trofeo Donatori di Sangue Campi Bisenzio.

Il mese si è aperto con questa corsa non competitiva serale che si è svolta a Campi Bisenzio e il cui ricavato è stato interamente devoluto a Milano 25 Onlus, il coloratissimo taxi che accompagna gratuitamente i bimbi ammalati di tumore a fare le terapie all’Ospedale Meyer di Firenze… Corsa tranquilla di 8 km sull’argine del fiume Bisenzio con finale davanti ad un piatto di penne al sugo di pecora (specialità campigiana) offerto dalla pubblica assistenza. Purtroppo nelle nostre boccucce affamate le  penne, ottime al palato ma scarse in quantità, hanno avuto l’effetto di stimolare l’appetito, per cui una volta a casa… ho dovuto placare la fame cercando un rinforzino nel frigo. Cari organizzatori, il prossimo anno ricordate che la corsa stimola (parecchio) l’appetito e la voglia di stare in compagnia…

Trofeo Ciuffi Scandicci.

Il 9 Giugno corsetta non competitiva di 9 km che parte dalla Casa del Popolo di Casellina per salire in località San Martino alla Palma e poi tornare al punto di partenza. Altra classica su un tracciato che uso solitamente quando devo allenarmi su salite con pendenze a due cifre (dal 10 al 16%). Prime avvisaglie di dolore al tendine d’Achille sx…

Scarpinata Lecorese.

Domenica 12 Giugno andiamo alla Scarpinata Lecorese: 10 km tra le campagne fra Signa e Lecore. Tranne la salita verso la parte antica di  Signa il resto della gara si svolge in strade sterrate fra i campi, con ogni tanto qualche tristarella discarica abusiva ai lati della strada. Panoramicamente niente di eccezionale ma molto meglio dell’edizione del 2010 quando, dopo un nubifragio notturno, le stradelle erano diventate un fiume di fango.  Prestazione nella media (37° assoluto) con molti compagni di squadra andati a premio. Gara immortalata in questo filmatino… se al minuto 1.38 vedete passare uno con una ridicola bandana verde…. quello sono io!

Trofeo Wam08 (detto anche Total-ERG) di S. Vincenzo a Torri.

Con questa settimana si entra in fase di “scarico”: si diminuiscono le sedute di allenamento e i km in vista della Pistoia – San Marcello. Il tendine sta benino, se fossi intelligente mi darei una calmatina, per farlo sfiammare ben bene… ma la gara di San Vincenzo a Torri è bella, di quelle che piacciono a me: salite, discese nella più classica campagna toscana. Mi faccio prendere dall’agonismo e dall’ambiente e allora la tiro: 38° assoluto e 56° nella classifica generale. Al termine della gara ci aspetta un sontuoso ristoro: crostini toscani, pane, pomodoro e affettati che volano via in un battibaleno: qualcuno fa sparire anche l’osso del prosciutto! E al momento delle premiazioni, quando ormai la maggioranza dei podisti è già sulla via di casa, dal bar adiacente alla stazione di servizio che organizzava la gara, arrivano tre teglie di superbe crostatine artigianali che deliziano i podisti che sono rimasti… Ci sarebbe da rifare la gara un paio di volte per smaltire quanto mangiato…

Trofeo Festa dello sport Campi Bisenzio.

Il Trofeo Wam08 ha colpito duro sul tendine che, nonostante gli impacchi col ghiaccio, continua a farmi male. Decido perciò di fare i 10 km del Trofeo Festa dello sport di Campi Bisenzio a passo di lumaca. Tanto è una non competitiva e serve per stare in compagnia e fare un piccolo allenamento… arrivo con i pensionati e poco dopo di me arriva l’ambulanza che chiude la gara. Ottimo ristoro finale. La domenica successiva altro allenamento lento per cercare di capire le intenzioni del tendine…

La settimana pre-gara a Pistoia.

Il tendine fa male e quindi decido di fare soltanto qualche uscita defaticante e un paio di sedute dalle nostre fisioterapiste di fiducia, per un massaggio… A livello muscolare sto bene ma il tendine è infiammato e due giorni prima di Pistoia facciamo una tecar terapia per vedere di metterlo un po’ a posto. L’unica garetta della settimana è “Su pe’ i’ poggi con’ i Leo” che  vi ho già raccontato in questo post.

La Pistoia – San Marcello Pistoiese.

Finalmente arriva il grande giorno: la Pistoia – San Marcello. In realtà si tratta del traguardo intermedio di 30 km della ben più lunga Pistoia – Abetone, ultramaratona in salita di ben 50 km. Noi ci accontentiamo di questi 30 km caratterizzati, come si vede  dall’altimetria (la zona azzurra), dalle pendenze costanti… si parte da Pistoia a 65 mt sul livello del mare e dopo circa 14 km si arriva in località le Piastre a 761 mt (primo traguardo intermedio). Poi, dopo una leggera discesa, si risale a Gavinana (820 mt slm) per arrivare in discesa al secondo traguardo intermedio, il nostro, a S. Marcello Pistoiese.

Rielaborazione di un podimondo dell'immagine tratta dal sito www.pistoia-abetone.net

Rielaborazione di un podimondo dell'immagine tratta dal sito http://www.pistoia-abetone.net

La sveglia suona alle 4.45: cerco di non far rumore per non svegliare la famiglia. La borsa è già preparata dalla sera precedente,  mi lavo, mi vesto e faccio una ricca colazione pre-gara con un infuso di frutta e 5  fette di pane col miele. Alle 5.30 appuntamento con Andrea e Simone e partenza per Poggio a Caiano dove ci aspettano gli altri temerari. Organizziamo  le auto e partiamo tutti insieme alla volta di Pistoia. Tre gentili accompagnatrici, che quest’oggi non corrono, porteranno le auto all’arrivo e ci attenderanno là, munite di macchina fotografica e videocamera.

Pistoia è la prima sorpresa: per la serie “ho girato mezzo mondo ma non conosco i dintorni di casa mia” non ero mai stato nel suo centro storico. Per me Pistoia era lo zoo della mia infanzia e basta. Scopro invece un bellissimo centro medievale e mi riprometto di tornarci al più presto, per una gitarella a scopo turistico-culturale. Un po’ di riscaldamento, l’ultimo bisognino e alle 7.30 in punto lo sparo! Si parte!

Sono agitatissimo: il tendine mi duole un po’ ma soprattutto, essendo la mia prima volta su questo tracciato, non so cosa mi aspetta. Nei giorni scorsi ho chiesto un po’ in giro e tutti mi hanno detto che questi  30 km saranno peggio di una maratona! Lunghe salite da affrontare piano piano per arrivare alle Piastre e poi la discesa, da non fare a rotta di collo, perchè bisogna conservare le energie per le ultime salite… Boh! staremo a vedere!

Dal primo fin quasi al quarto chilometro procediamo quasi in pianura: è un falsopiano  che sale lentamente e che ci consente di girarci intorno e prendere confidenza con questo serpentone di persone che sorridente si avvia verso le montagne. Dal 4° km le salite iniziano a farsi sentire: secondo gli organizzatori la pendenza media per arrivare alle Piastre è del 7-8% mentre secondo qualcuno in alcuni punti arriva anche al 10%.  Prendo un passo costante e comincio a salire: le pendenze tutto sommato sono abbordabili e le corro senza particolari problemi. Ai primi ristori prendo solo acqua e the, successivamente prenderò anche della frutta, più per gola che per necessità… Faccio al volo tutti gli spugnaggi perchè è caldo e i primi km sono sotto al sole (al termine avrò una bella abbronzatura a “canottiera”). Un passo dopo l’altro metto dietro diversi podisti e  arrivo alle Piastre dove raggiungo Marco, un runner della nostra comitiva, che arranca sofferente. Prima del ristoro delle Piastre ho preso un enervitene, poi acqua e due mezze albicocche. Faccio con Marco l’inizio della discesa, poi lui mi dice di andare perchè vuole rallentare. Le mie gambe girano che è un piacere, il tendine ha smesso di farmi male e se fosse per me andrei giù  a rotta di collo: mi ricordo che dovrò fare altra salita e perciò rallento un po’ per conservare le energie. La strada, che fino alle Piastre era chiusa al traffico, adesso è percorsa da qualche auto, un po’ di moto e da qualche rara corriera: bisogna perciò fare attenzione. Al 19° km ricomincia la salita e a Campo Tizzoro lasciamo la statale dell’Abetone per una stradella forestale che mi dicono essere stata la vecchia ferrovia dismessa per Maresca. Su questo tracciato incontro Simone che si è preso una pausa camminando e due delle fotoreporter-autiste che ci aspettano poco prima del paese di Maresca. Riesco a salire abbastanza agevolmente, le pendenze sono abbastanza regolari anche se i km fatti cominciano a farsi sentire: in realtà, seguendo i consigli di un amico che ha fatto questa gara lo scorso anno, mi aspetto un muro, una salita ripida che dovrebbe arrivare tra i paesi di Maresca e Gavinana. La salita c’è ma non è terribile come mi avevano detto, o forse quella dura arriverà dopo… Boh! Meglio andar cauti.  Arriva invece il caratteristico paese di Gavinana con le sue viuzze e la piazza col monumento equestre a Francesco Ferrucci (quello del «Vile, tu uccidi un uomo morto!» e della frase nell’inno di Mameli «Ogn’uom di Ferruccio ha il core, ha la mano»). Lasciato il paese comincia la discesa e quando mi rendo conto che non ci saranno più salite faccio correr via le gambe recuperando diverse posizioni. All’uscita di una curva vedo un paese in lontananza: è San Marcello,  ancora un paio di km e ci siamo. Ormai è fatta… intravedo l’arco dell’arrivo, mi tolgo la bandana verde e taglio il traguardo… stanco ma felice! Alla fine la classifica dirà 85° nella generale e 65° fra i maschietti assoluti: non male e chissà se avessi osato un po’ di più! In fondo, se «il diavolo non è così brutto come lo si dipinge» forse anche la Pistoia – San Marcello non è dura come la raccontano certi podisti… Solo tornando a Pistoia in auto realizzerò veramente i dislivelli e l’impresa fatta: vista dalle Piastre, Pistoia è quasi un puntino sperso giù nella pianura!

Dopo esserci rifocillati al ristoro finale, aver atteso i ritardatari, assistito alle premiazioni e fatto una bella doccia arriva l’ora della pappa! La nostra amica Lalla (arrivata 3°) ha prenotato il pranzo all’Agriturismo “Il fosso”, un luogo ameno e sperduto sopra la frazione del Melo di Cutigliano. Antipasti vari, polenta e funghi, tagliatelle ai porcini, ravioli al sugo, arista e sformato di cavolfiore, pollo fritto con patatine, mega crostata, grappa al lampone e caffè… tutto fatto in casa e alla modica cifra di 17€ a testa! Mentre sul prato antistante l’agriturismo riposiamo le stanche membra e cerchiamo di digerire il pranzo, arriva la fatidica domanda: «E se il prossimo anno provassimo ad arrivare all’Abetone?»… Seguono valanghe di  insulti, ma anche qualche timido «Si»

Conclusioni

Rinnovo l’invito a tutti i lettori del blog a non lasciar sola la mia sostenitrice Libera: se qualcuno volesse dividere con lei il mio sostegno a Run for life o volesse sostenere altri podisti partecipanti al progetto si faccia avanti…

A Prato la XII corsa della Solidarietà “Noi per Voi”

Welcome to New Meyer Hospital

foto "Welcome to New Meyer Hospital" by Gabriella Carta (Italy) - flickr

Mercoledì 8 Dicembre 2010 l’Associazione Gruppo Sportivo Polizia Municipale  di Prato e l’Associazione Gruppo Podistico le Fonti organizzano la XII Corsa della Solidarietà “Noi per Voi”, corsa podistica competitiva di 12 km e non competitiva di 3 km e 6 km il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Noi per Voi” presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze,  per la lotta contro la leucemia e i tumori infantili.

Ritrovo alle ore 7.30 a Prato in Piazza dei Macelli e partenza alle ore 9.00. Costo di iscrizione di 4€ con pacco alimentare per ogni iscritto.

Nell’edizione 2009 il ricavato delle iscrizioni e le donazioni degli sponsor hanno permesso di devolvere 13.400,00 € all’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

Ma è possibile che a Firenze si multino anche le fate?

*

Se fosse una fiaba inizierebbe con le parole “C’era una volta…” ma siccome siamo nella realtà dobbiamo iniziare diversamente…

A Firenze abbiamo una fata di nome Caterina… Fantastica come solo una fata può essere… con un cappello a fiori, un bellissimo mantello multicolore  e tanti abiti stravaganti che la fanno assomigliare ad una Mary Poppins del terzo Millennio… Come si addice ad una fata, Caterina si sposta su un mezzo leggendario… un taxi, il Milano 25, che formalmente è un taxi ma che in realtà sembra uscito da un cartone animato.

** E’ un’auto coloratissima: fuori è piena di disegni e decalcomanie, mentre all’interno è il regno della fantasia con decine di peluches, giocattoli e con gli schermi Lcd che trasmettono i cartoni animati per i passeggeri dei sedili posteriori…

E’ il taxi che accompagna gratuitamente i bambini malati (spesso di tumore) e i loro familiari verso l’ospedale pediatrico Meyer  o verso gli altri ospedali fiorentini… Come ogni bel fiore nasce da un seme che muore nella terra, anche la storia di Caterina e del taxi Milano 25 nasce da due tristi storie, segnate da quella terribile malattia chiamata tumore… Il marito di Caterina è un tassista e muore per un tumore al polmone a soli 39 anni, nel 2001. Lei, per amore,  lascia il suo lavoro di impegata e diventa la tassista di Milano 25. Siccome le cose non succedono mai a caso, un giorno sale sul taxi di Caterina la famiglia Bacciotti che ha perso il piccolo Tommasino per un tumore cerebrale molto aggressivo e che ha creato la Fondazione Tommasino Bacciotti. Da questo incontro nasce una favolosa idea e il taxi Milano25 diventa il taxi dell’amore e della fantasia che trasporta gratuitamente i bimbi malati, verso gli ospedali cittadini.

Ora questa fiaba sarebbe già bellissima così, ma una favola che si rispetti non è tale se ad un certo punto non arrivano i cattivi e i cattivi a Firenze si chiamano Vigili Urbani. Dal momento che Milano25 è un taxi regolare e quando non porta i bimbi al Meyer, fa le corse a pagamento, come tutte le altre auto pubbliche, gli inflessibili vigili hanno pensato di multarlo per eccesso di peluches, ninnoli e disegni… Due multe per un totale di 158 euro perchè il taxi non è sgombro e decoroso. A tale vergogna hanno cercato di riparare subito i politici cittadini, tanto che l’assessore allo sport Eugenio Giani e il presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi si sono offerti di pagare personalmente le multe, ma il comandante dei vigili urbani, sig. Alessandro Bartolini, è stato inamovibile:  il taxi è fuorilegge secondo il codice della strada e anche secondo il regolamento dei taxi cittadini… D’altro canto anche la Nottingham di Robin Hood aveva uno sceriffo non molto simpatico… poteva la fiaba di Firenze essere da meno di Nottingham?

Fortunatamente la solidarietà di tanti cittadini e la vicinanza di tante associazioni di volontariato faranno si che Milano25 resti il taxi della fantasia e della speranza per tanti bambini… Cosa aggiungere? Soltanto poche parole: grazie tante, fata Caterina per tutto quello che fai ogni giorno! Se gli amministratori della città ti assomigliassero solo un pochino, Firenze sarebbe una città più giusta, serena e felice! E secondo voi, come sarebbe una città  se avesse una fata come sindaco?

P.s. La Fondazione Tommasino Bacciotti, sulla scia del successo del taxi Milano25,  ha attrezzato l’ambulanza “Tommasino”, un’ambulanza altrettanto carica di fantasia e creatività… vediamo se i signori vigili avranno qualcosa da ridire anche su di lei…

***

*/**/*** Le tre foto Milano25_interno, Caterina e Milano 25 sono di trymanit – flickr

Due spettacoli per beneficenza in questa settimana.

***

Venerdì 24 Ottobre alle 21.30 presso il teatro dei Salesiani di Figline Valdarno verrà rappresentato il musical dal titolo “Sognando accade!” a cura dei gruppi “Amici di Simone” e “Ara Solis”. L’incasso della serata sarà devoluto all’Associazione Noi per voi, l’associazione dei genitori contro le leucemie e tumori infantili che opera presso l’ospedale Meyer di Firenze. Prevendite presso Cafè Deja Vu a Reggello – Noi due coiffeur a Reggello – Di fiore in fiore a Vaggio Reggello – Ottica Bottacci a Reggello e la sera stessa a teatro! Per informazioni Simone 3280351707 o Monica 3383329351

Domenica 26 Ottobre alle ore 17.00 presso il Teatro Comunale di Campi Bisenzio il Gruppo For Joy Gospel Choir terrà un concerto di musica Gospel il cui ricavato sarà devoluto alla campagna per le adozioni a distanza del progetto Il cuore si scioglie. Biglietto di ingresso 7€. Prevendite presso il teatro in Piazza Dante  23 Campi Bisenzio.

*** Foto del Coro “For Joy Gospel Choir” dal sito http://www.forjoy.it

Appuntamenti per la Solidarietà nel weekend

***

Vi segnalo una serie di appuntamenti per la Solidarietà che si terranno nel prossimo week-end

PerAmore PerAbio

Sabato 27 Settembre in moltissime piazze italiane si terrà la giornata  “perAMORE, perABIO”, organizzata da Fondazione Abio Italia onlus che si occupa dell’accoglienza dei bambini e degli adolescenti in ospedale e del sostegno dei loro genitori (a Firenze opera all’ospedale pediatrico Meyer). I volontari distribuiranno cestini di pere a fronte di un’offerta minima di 7 euro, che contribuiranno a finanziare corsi di formazione per i volontari, l’apertura di nuove sedi e l’acquisto di giocattoli. A Firenze le postazioni Abio saranno in via Salvi Cristiani (esterno Coop), Piazza Bartali (piazzale del centro commerciale Gavinana), piazza Dalmazia e via Gioberti. A Sesto Fiorentino in piazza Vittorio Veneto (lato Ataf) e a Scandicci in piazza Togliatti. In Toscana altre postazioni saranno a Grosseto, Lucca e Viareggio (qui l’elenco di tutte le piazze).  Dal 15 al 27 settembre è possibile sostenere ABIO con un SMS Solidale: donando 1 euro inviando un SMS da cellulare Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia al numero 48582 o 2 euro chiamando da rete fissa Telecom Italia lo stesso numero.

Corri la vita 2008

Domenica 28 Settembre alle ore 9.30 si terrà, in Piazza Santa Croce a Firenze la manifestazione podisticaCorri la Vita 2008 che comprende una corsa competitiva di 12,5 km ed una passeggiata di 5,1 km per tutti (comprese famiglie con bambini, animali domestici e chi più ne ha più ne metta) il cui ricavato andrà devoluto alla lotta contro il cancro al seno, in particolare a L.I.L.T. Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Firenze Ce.Ri.On Centro di Riabilitazione Oncologica, Unità Senologica dell’Azienda Ospedaliera di Careggi, FILE Fondazione Italiana di Leniterapia e I.S.P.O., Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica. La passeggiata per tutti comprende, lungo il percorso, la visita del museo Horne in Via dei Benci, del giardino delle Rose e di quello giapponese Shorai Teien. Il costo di iscrizione alla manifestazione è di 10€ e comprende il pacco gara e la t-shirt creata per l’occasione dalla casa di moda Ferragamo.

Festa di Eticamente Onlus a Scandicci

Domenica 28 Settembre si tiene a Scandicci (Fi) in Piazza Marconi la 7a Festa dell’Associazione Eticamente Onlus e il 3° compleanno della Bottega del Commercio Equo e Solidale.

  • Dalle ore 10.00 alle 22.00: Mercatino dell’usato, Scambiagioco (scambio e baratto giochi per bambini) a cura del Gas di Eticamente, Mercato dei produttori biologici e artigianali locali, Angolinux (installazione e consulenze su Linux).
  • Alle ore 13.00 e 20.00 Pranzo condiviso (ognuno porta qualcosa).
  • Alle ore 16.00 Spettacolo di Magie per bambini.
  • Alle ore 17.00 Gara delle Torte fatte in casa
  • Alle ore 18.30 Tombol’acqua (tombola sul tema dell’acqua).

A Conclusione della festa Mercoledi 1 ottobre, c/o la Casa del Popolo di Vingone ore 21.15 si terrà un  incontro sul tema è “Acqua: buoni esempi d’uso”. Intervengono Mercedes Tamburin (assessore alla pubblica istruzione  di Scandicci), Francesca Chiavacci ( presidente  Arci Firenze),  Tommaso Fattori (Campagna per la ripubblicizzazione dell’acqua), Cristina Bevilacqua (assessore alla partecipazione di Firenze), Massimo Bani (Eticamente).

Visita al Corridoio Vasariano per costruire un pozzo in Burkina Faso.

Il Movimento Shalom organizza per Domenica 28 Settembre 2 visite guidate agli Uffizi e al Corridoio Vasariano i cui proventi serviranno per la costruzione di un pozzo in Burkina Faso.

Il percorso dura complessivamente 2 ore: 1 ora di Uffizi e 1 ora di Vasariano, entrambe con l’accompagnamento di una guida e avrà i seguenti orari

MATTINA: ingresso Uffizi ore 11:30 fine visita ore 13:30
POMERIGGIO: ingresso Uffizi ore 15:30 fine visita ore 17:30

Costo 20,00 euro a persona con Prenotazione obbligatoria al n. 3881108787 e ritrovo 15 minuti prima dell’inizio della visita all’ingresso Uffizi – porta n. 3 (biglietteria prenotati). Il biglietto andrà pagato il giorno della visita.

*** foto “Make trade fair |||” by LEO™ – flickr