XIV Corsa della Solidarietà “Noi per voi” a Prato.

Locandina

Locandina “XIV Corsa della Solidarietà Noi per Voi” dal sito http://www.pierogiacomelli.com

E’ tantissimo tempo che non scrivo di podismo… eppure ne avrei di cose da raccontarvi! Tanto per cominciare, con alcuni amici con cui corro (anzi sarebbe meglio dire “con GLI amici con cui corro”) abbiamo fondato una nuova società sportiva di Atletica Leggera e Domenica scorsa abbiamo fatto il nostro esordio nel Grand Prix Toscana Campestre 2012/2013 del CSI. Era la mia prima volta con le scarpe chiodate in un cross e devo dire che, nonostante che mi sia mezzo rotto e che mi sia posizionato nella parte finale della classifica, mi sono divertito un sacco. Sterrato, erba scivolosa, fossi da saltare, freddo e un po’ di “mota” (per i non fiorentini “mota” = “fango”) ci hanno accompagnato per 5 km di pura adrenalina nel Parco Naturale  di Galceti (Po).

L’esordio della nostra squadra di Atletica sulle strade asfaltate è invece previsto per il prossimo Sabato 8 Dicembre 2012 quando parteciperemo ad una delle più belle e simpatiche gare che si tengono in Toscana a Dicembre. Saremo presenti alla XIV Corsa della Solidarietà “Noi per Voi”, la gara competitiva di 14 km e non competitiva di 6 e 3 km organizzata dall’Associazione Gruppo Sportivo Polizia Municipale  di Prato e dall’Associazione Gruppo Podistico Le Fonti. Il percorso, dopo aver attraversato il centro storico di Prato, si trasformerà in un collinare con discrete salite e discese nella campagna a nord della città. Se il tempo sarà bello potremo ammirare i panorami su Prato e su tutta la pianura circostante. il ritrovo è alle ore 7.30 in Piazza dei Macelli mentre la partenza avverrà alle ore 9.00.

Il costo di iscrizione è di 4€ con pacco alimentare per ogni iscritto. Il ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Noi per Voi” presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze,  per la lotta contro la leucemia e i tumori infantili. Nell’edizione del 2011, grazie ai contributi degli atleti e degli sponsor sono stati devoluti 14.000€ all’Ospedale Pediatrico Meyer.

Al termine, se saranno rispettate le tradizioni degli anni precedenti, saremo accolti da un megaristoro luculliano con crostini, fettunte fumanti, soprassata e dolci natalizi… E così riprenderemo tante calorie… sicuramente più di quelle che avremo lasciato per strada correndo…

Link:

A Firenze… l’arte che non ti aspetteresti…

A Firenze, come ti giri,  in ogni angolo trovi un’opera d’arte. Qualcuno sostiene che qui manchi uno spazio dedicato all’arte contemporanea veramente degno di una città come Firenze. In realtà in giro c’è tanta arte contemporanea solo che è sparsa nei vari quartieri e a volte la trovi proprio dove non ti aspetteresti…

L’altro giorno ho accompagnato un mio familiare a fare alcuni esami medici e mi sono imbattuto in un ospedale che è quasi una galleria d’arte contemporanea. Mentre il mio parente era sotto esame ho fatto un giro fra i vari padiglioni e ho scattato alcune foto con la macchinetta fotografica che porto sempre con me. Purtroppo avevo la schedina già piena di altre foto e dopo 5 scatti la macchina fotografica mi ha segnalato che la memoria era esaurita… Perciò per ora godevi queste 5 immagini… (cliccando sopra le foto potete vederle in tutte le dimensioni su flickr).

Magari se tornerò in futuro farò altri scatti… Se invece volete verificare di persona potete andare all‘Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze…

Folon – La fontana

Il pezzo forte di questo strano museo è sicuramente “L’uomo della pace” la fontana dell’artista belga  Jean-Michel Folon che accoglie i visitatori all’ingresso dell’Ospedale. Folon è stato molto legato a Firenze tanto che ha donato alla città anche un’altra fontana “L’uomo della pioggia” e una serie di altre 12 statue che sono esposte al giardino delle rose (a questo link un post con alcune foto tratte dal blog di Trisomia 21)

Foto "Arte al Meyer - Firenze - Fontana di Folon" by unpodimondo - flickr

Foto “Arte al Meyer – Firenze – Fontana di Folon” by unpodimondo – flickr

Pesci (e altri animali) nel parcheggio.

Se ingrandite la foto della fontana di Folon noterete che le aiuole e le fontane che sono dietro alla statua, sono abitate da uno strano zoo di animaletti in terracotta… Ci sono rane, lucertole, oche, scoiattoli, pinguini, gatti e perfino pesci che “nuotano” tra gli olivi. Non sono riuscito a capire chi è l’artista che ha creato tutto ciò ma l’effetto è molto simpatico e rende anche il parcheggio molto particolare…

Foto "Arte al Meyer - Firenze" by unpdimondo - flickr

Foto “Arte al Meyer – Firenze” by unpdimondo – flickr

La Baby Mandria.

Nei due corridoi che dall’ingresso dell’Ospedale portano al Padiglione centrale è esposta la Baby Mandria. In occasione della Cow Parade che si tenne a Firenze nel 2005  una serie di artisti crearono dieci mucchine ad altezza di bambino che furono esposte all’Istituto degli Innocenti di Firenze, creando la prima Baby Mandria della Cow Parade. Adesso le statue sono esposte all’Ospedale Meyer e non è raro trovarci qualche bimbo a cavalcioni… Gli autori delle mucche sono: Altan, Sara Carlini, Fabio De Poli, Francesco Fagnani, Sophie Fatus, Simone Frasca, Daniele Nannini, Janet Mullarney, Andrea Rauch (mucca della foto) e i bambini della Ludoteca dell’Istituto degli Innocenti.

Foto "Arte al Meyer - Firenze - Baby Mandria - Andrea Rauch" by unpodimondo - flickr

Foto “Arte al Meyer – Firenze – Baby Mandria – Andrea Rauch” by unpodimondo – flickr

L’albero di Paolo Guidotti.

Nel giardino che si trova nello spazio tra l’ingresso e la serra spicca un albero coloratissimo in latta alto sei metri e sui cui s’è posato uno strano uccello blu e rosso. E’ l’albero fatto con materiali di recupero creato dall’artista Paolo Guidotti.

Foto "Arte al Meyer - Firenze - Albero di Paolo Guidotti" by unpodimondo - flickr

Foto “Arte al Meyer – Firenze – Albero di Paolo Guidotti” by unpodimondo – flickr

La serra

Il Meyer non è solo opere d’arte ma anche un’architettura molto particolare. Questa ad esempio è la cosiddetta “Serra”: la parte iniziale del Padiglione centrale, dove c’è l’ufficio informazioni, dove si affacciano alcuni ambulatori e dal quale si passa per accedere alle due accettazioni e a vari reparti…

Foto "Arte al Meyer - Firenze - La serra" by unpodimondo - flickr

Foto “Arte al Meyer – Firenze – La serra” by unpodimondo – flickr

Avrei voluto aggiungere altre foto di opere che meritano di essere viste: la scritta “pace” di Sophie Fatus, i “pesci idraulici” di Gianni Fanello, le “giostre” di Giovanni Pecchioli, i quadri coloratissimi di Enrico Bandelli, ai quali vanno aggiunte tutte le opere (quasi un museo nel museo) che molti artisti hanno dedicato a Pinocchio e che sono disposte un po’ ovunque…

Potete farvi un’idea a questi link…

Le mie corse di Aprile 2012.

Foto "T-shirt Run for life (www.runforlife.it)" by unpodimondo - flickr

Foto “T-shirt Run for life (www.runforlife.it)” by unpodimondo – flickr

Ritorna il mio solito riepilogo mensile della mia attività podistica, che forse vedrete per l’ultima volta in questo formato…

Ma veniamo allo strano mese di Aprile, che è risultato un mese pieno di sorprese ed imprevisti… La prima settimana è stata in funzione della mezza maratona di Firenze che avrei dovuto correre il 15 Aprile. La scelta era fra due mezze maratone che si sono corse nella stessa settimana: Prato il 9 e Firenze il 15. Avevo scelto Firenze che non correvo da due anni, ma … l’11 di Aprile vengo colto da virus gastrointestinale che mi fa abbandonare ogni velleità di mezza maratona e mi porta a  correre… in bagno. Riprendo gli allenamenti in modo blando dal 16 di Aprile e mi presento alle due gare che sono riuscito a fare nella seconda metà del mese.

Trofeo Vivi La Fratres – Campi Bisenzio.

Questa corsa di beneficenza, che avevo già presentato qui, era alla sua prima edizione e purtroppo, come ogni prima volta e nonostante la buona volontà,  ha presentato alcuni punti da rivedere. La gara non è stata pubblicizzata abbastanza, tanto che non si trovava nei consueti calendari pubblicati su internet e sulle riviste del settore; se aggiungiamo la concomitanza con altre gare, il numero dei partecipanti non è stato altissimo ma ci siamo consolati col proverbio “pochi ma buoni”… La mattinata si è aperta con un burrascoso acquazzone che, prima della gara, ha mostrato tutti i limiti della logistica completamente all’aperto e senza uno straccio di spogliatoio o deposito borse (come in altri casi ci siamo adattati nelle nostre auto).

Fortunatamente la pioggia ci ha lasciato prima della partenza e i 12 km della corsa li abbiamo fatti all’asciutto. Percorso pianeggiante fra gli argini del Bisenzio e le strade di Campi, che trovandosi al centro della piana fiorentina, per evidenti motivi non può offrire percorsi collinari. Buon ristoro finale dove non mancava niente per la gioia di tutti.

Vorrei spendere due parole per il pacco gara, che in questa occasione è stato un vero e proprio un “pacco” rifilatoci dagli organizzatori. Si trattava di una gara di beneficenza e perciò, come nella gara di cui vi parlerò fra poco, si poteva chiedere un’offerta libera e non dare niente in cambio, oppure un piccolo gadget simbolico. Invece si è voluto fare i brillanti offrendo due misere bustine di campioni di olio da massaggi e il solito buono sconto da 10€ da spendere nel solito negozio di articoli sportivi di Calenzano. Peccato che per usufruire dei 10€ di sconto ne devi spendere almeno 80€ il che significa che il “regalo” è stato fatto al negozio e non ai podisti…  Insomma, voi donatori di sangue organizzate una corsa di beneficenza, noi podisti ci iscriviamo nel nome della solidarietà e la solita catena di articoli sportivi ci fa la cresta, nel nome del business! Trovavo più signorile e meno offensivo non regalare niente o al massimo il classico mezzo chilo di pastasciutta del discount.

Trofeo Colline Medicee di Seano

Il 25 Aprile partecipiamo ad un’altra gara di beneficenza a Seano (Po) a favore della Onlus “Regalami un sorriso”. Iscrizione ad offerta libera con in omaggio un sacchetto portascarpe offerto dal Comune di Carmignano, che ospita la gara all’interno della locale festa dello sport. Essendo la prima edizione nessuno conosce il percorso: alcuni parlano di un collinare, altri di una gara nel bosco, qualcuno dice «Andremo lassù…» indicando i ripetitori della televisione sulla sommità di una collina in lontananza… Lo prendiamo per matto ma in realtà aveva ragione! Dopo un breve tratto sull’asfalto la gara entra in una strada bianca fra le vigne e poi iniza ad inerpicarsi nel bosco  fra sassi, rami, tronchi e così via… più che una corsa su strada sembrava un trail! Inutile dire che era la gara per me: salite e discese a rotta di collo nel bosco in un ambiente incantevole e con scorci meravigliosi! La giornata di festa ci ha fatto trovare sui sentieri molti appassionati di trekking, qualche ciclista in mountain bike e perfino un bimbo che aveva perso i genitori e che abbiamo “consegnato” ai volontari della protezione civile…

La discesa, che ci faceva vedere dall’alto tutto il panorama del Montalbano (la vallata, non il commissario), per me è andata bene fino alla fine  del bosco: in tutto quel saliscendi avevo superato diversi colleghi e mi stavo involando verso una posizione di classifica più che dignitosa. Nell’ultimo tratto di discesa sull’asfalto mi è arrivata una fitta al ginocchio sinistro che mi impediva di correre: ho stretto i denti,  provato, ma niente… il dolore era forte e così mi sono fatto quasi due km camminando. I podisti che mi ero faticosamente lasciato dietro mi hanno risorpassato: qualcuno mi ha chiesto se mi ero fatto male e qualcun altro invece ha sogghignato con una certa soddisfazione. L’ultimo tratto in pianura l’ho corricchiato alla meno peggio arrivando al traguardo, come si dice dalle mie parti, con le orecchie a ciondoloni…

Ne sono seguite serate davanti alla tv con ghiaccio sul ginocchio, massaggi con arnica e, nei due giorni di maggior dolore, applicazioni di artrosilene schiuma… il tutto alternato da corsette blande ma regolari, perchè il podista che è in me è proprio restio al riposo assoluto.

Runforlife

I km accumulati nel mese di Aprile sono stati da me inseriti nel database dei km a favore di Emergency del progetto di runforlife per le vittime delle mine antiuomo, ma purtroppo ormai sono kilometri inutili perchè sia io (nickname unpodimondo) che il mio amico Andrea (nickname pescio) abbiamo perso i nostri sostenitori che offrivano i loro 8 cents per ogni km che noi correvamo (purtroppo la crisi incombe). Continueremo a correre con le canotte e le maglie su cui abbiamo  fatto stampare a nostre spese i loghi di runforlife perchè crediamo fermamente nel progetto ma purtroppo temo che i nostri km resteranno vani.

Lo so che qualcuno di voi dirà: «La soluzione è semplice: correte e pagate, voi stessi». Da un certo punto di vista avete tutte le ragioni di questo mondo, però lo spirito con cui noi abbiamo aderito al progetto era un altro. Le modalità per aiutare Emergency mettendo mano al portafoglio sono innumerevoli e già in privato partecipiamo a molte iniziative: spettacoli, cene, acquisto ai banchetti, etc… Ci piaceva per una volta offrire qualcosa che non fossero soldi e pensavamo di offrire le nostre gambe, la nostra frequenza cardiaca e il nostro sudore.  L’idea era che mentre noi correvamo in estate con l’afa e il solleone, qualcuno abbracciato ad un condizionatore facesse la sua parte e allo stesso modo mentre correvamo in inverno tra la neve e il gelo qualcuno al caldo di un focolare si unisse a noi.

Purtroppo finchè è durato è stato bello e ringraziamo di tutto cuore chi ci ha sostenuto, poi la crisi ha avuto il sopravvento. Per il futuro vedremo…

Per questo motivo dal prossimo mese non metterò più sul blog la tabellina dei km percorsi e mi limiterò a fare le cronache delle corse via via che parteciperemo, senza fare il riepilogo mensile… Chi sarà curioso di vedere quanti km unpodimondo avrà fatto potrà verificarlo comunque, consultando il sito di runforlife.

Logo dal sito di runforlife

Logo dal sito di runforlife

Giorno Km Lavoro eseguito
Dom. 1 17 Collinare
Lun. 2 4 Defaticamento
Mer. 4 12 Ripetute in pista
Ven. 6  11 Ripetute in pista
Dom. 8
13 Medio pianeggiante
Lun. 9 8 Medio collinare
Lun. 16  6 Lento
Mer. 18 9 Ripetute in pista
Ven. 20 10 Ripetute in pista
Dom. 22 12 Trofeo Vivi La Fratres – Campi Bisenzio
Lun. 23 8 Defaticamento
Mer. 25 18 Trofeo Colline Medicee Seano
Ven. 27 6 Defaticamento
Dom. 29 9 Medio
Totale 143 Buone gambe a tutti!

1° Corsa podistica “Vivi la Fratres” a Campi Bisenzio (Fi).

Locandina "Corri la Fratres" dal sito campibisenzio.wordpress.com

Locandina "Corri la Fratres" dal sito campibisenzio.wordpress.com

Vorrei segnalarvi una gara podistica di beneficenza che si terrà Domenica 22 Aprile a Campi Bisenzio e che, per motivi organizzativi, non è stata inserita nel calendario mensile pubblicato sulle riviste e sui siti specializzati di podismo toscani.

Il Gruppo Donatori di sangue Fratres di Campi Bisenzio e il GS Atletica Leggera Signa, organizzano  per la prossima domenica 22 aprile 2012 il 1° Trofeo “Vivi la FRATRES”, una corsa competitiva di 13,5 Km ed una non competitiva di 3,5 Km per le vie di Campi Bisenzio (Fi). Le quote di iscrizione sono di 3€ per la competitiva e 1€ per la non competitiva. Per i primi 500 iscritti alla gara competitiva è previsto un pacco con prodotti sportivi e buoni sconto. L’incasso sarà devoluto alle seguenti associazioni.

Il ritrovo è alle ore 07.00 in via Ombrone a Campi Bisenzio, con partenza della gara alle ore 9.00. Per informazioni e iscrizioni: Massimo Cerbai 3929062852 o tramite fax 055-8972122 oppure via email a gruppocampibisenzio@fratres.euatleticasigna@libero.it, oppure Drovandi Enrico 3394683622, Pini Arduino 3388345685, G..S.Atletica Signa 3666713078.

La corsa si tiene in concomitanza con i festeggiamenti patronali di Campi Bisenzio e perciò, oltre ai consueti ristori in gara, sarà  possibile pranzare  al costo di 10€ agli stand dei festeggiamenti paesani.

Saranno premiati: i primi 25 assoluti, i primi 15 veterani (1953-1962), i primi 10 argento maschili (1952 ed antecedenti), le prime 10 donne e le prime 5 veterane (1962 ed antecedenti). Verranno inoltre premiate le prime 6 società con un minimo di 15 arrivati, con: alla prima classificata un prosciutto, alla seconda una spalla e dalla terza alla sesta dei premi in natura.  Vige regolamento UISP.

A Prato la XII corsa della Solidarietà “Noi per Voi”

Welcome to New Meyer Hospital

foto "Welcome to New Meyer Hospital" by Gabriella Carta (Italy) - flickr

Mercoledì 8 Dicembre 2010 l’Associazione Gruppo Sportivo Polizia Municipale  di Prato e l’Associazione Gruppo Podistico le Fonti organizzano la XII Corsa della Solidarietà “Noi per Voi”, corsa podistica competitiva di 12 km e non competitiva di 3 km e 6 km il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Noi per Voi” presso l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze,  per la lotta contro la leucemia e i tumori infantili.

Ritrovo alle ore 7.30 a Prato in Piazza dei Macelli e partenza alle ore 9.00. Costo di iscrizione di 4€ con pacco alimentare per ogni iscritto.

Nell’edizione 2009 il ricavato delle iscrizioni e le donazioni degli sponsor hanno permesso di devolvere 13.400,00 € all’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

1° Torneo di Tennis “Io aiuto il Meyer”.

Volantino torneo dal sito della Fondazione Meyer

Volantino torneo dal sito della Fondazione Meyer

L’A.S.D. Fiesole Tennis organizza il 1° torneo di tennis maschile e femminile Under 12  “Io aiuto il Meyer”. Il torneo, che prevede gare Singolari Maschili e Femminili, è inserito nel calendario provinciale della Federazione Italiana Tennis e  si svolgerà dal 5 al 13 Settembre.

Le iscrizioni scadono il 3 Settembre 2009 alle 19.00. Il costo è di 15€ di cui 3€ saranno devoluti alla Fondazione Meyer.

Per maggiori informazioni potete contattare l’ ASD Fiesole Tennis, Via Pian del Mugnone, 50014 Fiesole. Tel 055 541237  http://www.fiesoletennis.it/