Due idee per la festa della Mamma…

rose in mom's garden

foto “rose in mom’s garden” by iGrrl – flickr

Domenica prossima sarà la festa della mamma e perchè non sia la solita festa meramente commerciale vi segnalo due iniziative interessanti…

Dal Cesvi una Buona Azione per tutte le mamme.

Certificato Buona Azione (dal sito del Cesvi)

Il Cesvi (Centro Volontariato e Sviluppo) per la Festa della Mamma permette di donare una Buona azione a favore del progetto  “Fermiamo l’Aids sul Nascere”. Con un’offerta di 9€ da effettuarsi a questo link sul sito del Cesvi si regala ad una mamma africana e al suo bimbo un test per l’HIV. Contemporaneamente il Cesvi invierà alla vostra mamma un Certificato personalizzato di Buona Azione che testimonierà la vostra offerta e le augurerà una Buona Festa. Con una piccola offerta farete felici due mamme!

Rose eque e solidali Fairtrade.

CIMG3798

foto “CIMG3798″ by fair.trade.wales – flickr

Se alle vostre mamme volete invece regalare dei fiori reali vi consiglio le Rose eque e solidali certificate Fairtrade che saranno in vendita supermercati Coop, Nordiconad e Pam.

La coltivazione delle rose e di altri fiori si è da tempo spostata in Kenya, dove i lavoratori (molto spesso donne) operano in  condizioni molto difficili, nella quasi totale assenza di controlli e tutele. Molte di queste persone sono prive di contratto, con stipendi molto bassi che non garantiscono una vita dignitosa e sono costrette a lavorare fino a 20 ore giornaliere senza alcuna protezione contro i pesticidi (le coltivazioni possono richiedere fino ad 80 passaggi chimici).

Le rose eque e solidali di Fairtrade vengono prodotte nelle piantagioni di Oserian e Ravine in Kenya usando la coltura idroponica che consente la razionalizzazione dell’acqua e dei fertilizzanti impiegati, rispettando gli standard SA 8000.
I lavoratori sono pagati il doppio rispetto al minimo legale, hanno contratti di lavoro a tempo indeterminato, la possibilità di organizzarsi in sindacati e godono di un contributo per la casa. Le famiglie dei lavoratori hanno disposizione un ambulatorio e scuole gratuite per i bambini.

Maggiori informazioni sul sito di Fairtrade Italia

Aggionamento del 4 Maggio 2011

Giovanna, autrice del blog Semplice sai, mi segnala una terza iniziativa che si tiene in occasione della festa della mamma: ovvero l’Azalea per la ricerca a favore dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro. Qui tutte le informazioni: http://www.airc.it/eventi-manifestazioni/azalea-evento-nelle-piazze.asp.

Grazie Giovanna

Finalmente… l’ho trovata !

Foto Stevia by hebam3000 - flickr

Foto Stevia by hebam3000 - flickr

Nel mio post del 4 giugno (qui il link) vi ho parlato della mia visita a Terrafutura, promettendovi di tornare su una serie di argomenti che mi sono sembrati interessanti. La prima cosa che ho comprato a Terrafutura è stata una pianticella di Stevia Rebaudiana, un arbusto che cercavo da anni e che non riuscivo a trovare da nessuna parte…

Premetto che, abitando in città ed avendo solo una modesta terrazza, mi è impossibile coltivare un orticello. Mi piacerebbe avere un orto da curare come quello di Orto weblog, ma mi devo limitare a qualche vasetto di basilico, salvia, rosmarino e poco altro. Dopo Terrafutura, ai vari vasetti presenti sul terrazzo ho aggiunto quello della Stevia Rebaudiana che ho travasato appena tornato a casa e che in questi giorni sta crescendo rigogliosamente, seguendo le precise indicazioni ricevute al momento dell’acquisto…

Ma come mai sono interessato a questa modesta pianta ornamentale originaria del Paraguay che, vedendola adesso, sembra una normalissima pianta di margherite o di crisantemi? Semplicemente perché le foglie secche della  Stevia Rebaudiana hanno un potere dolcificante che va da 150 a 250 volte il comune zucchero con la contropartita di avere zero calorie… e perciò sono un naturale sostituto dello zucchero o dei dolcificanti industriali (che hanno una bella serie di controindicazioni per la salute). La Stevia è già usata  da tempo in molti paesi, tra cui:  tutto il Sudamerica (gli indios la  usano da 1500 anni), la Svizzera, il Canada, l’Australia e  buona parte dell’Asia (in Giappone la usano per dolcificare la Diet Coke).

Non sto a farvi l’elenco dei pregi, dei difetti e delle numerose polemiche che ruotano attorno alla Stevia, anche perchè potete trovare in rete tanta documentazione da farvi da soli un’idea su questa piantina… L’unica cosa che posso dirvi è che ho assaggiato alcune foglioline secche che mi sono state donate quando ho acquistato la pianta e le ho trovate buonissime e con un leggero retrogusto di liquirizia…

Un po’ di links in merito.