XXXIX Festa della Pace a Collegalli.

Locandina dal sito del Movimento Shalom.

Locandina dal sito del Movimento Shalom.

Anche se per concomitanti impegni familiari non potrò partecipare,  vi inoltro il programma della XXXIX Festa della Pace che si terrà domani, 1° Maggio 2014 a Collegalli di Montaione (Fi) e che è organizzata dal Movimento Shalom col patrocinio del Cesvot.

XXXIX FESTA DELLA PACE – Collegalli di Montatone (Fi) – 1 Maggio 2014

Ore 9.30 Apertura stand: cultura, gastronomia e artigianato

Ore 10,30EDUCARE MIO FIGLIO” intervengono

  • Luca Martini – responsabile Commissione adozioni internazionali del Movimento Shalom
  • Giada Tessitori – psicologa
  • Testimonianze di due famiglie adottive

ore 12,00 Preghiera interreligiosa per la Pace

Pranzo sociale

ore 15,00 Conversazione sotto il tendone:
“CREDENTI E NON CREDENTI UNITI PER LA PACE
Introduzione di Bellarmino Bellucci, presidente Movimento Shalom

Intervengono:

Ore 17.00 “Dai bambini per i bambini” Concerto del Piccolo Coro Melograno. Dir. Laura Bartoli (le più famose canzoni per l’infanzia eseguite da 60 bambini dai 5 ai 13 anni)

Durante tutta la giornata: Luna Park per bambini con giochi Gonfiabili, saltimbanchi, teatrino dei burattini, Calcio Balilla Umano, Mercatino artigianato, gastronomia e prodotti tipici.

BUS NAVETTA GRATUITO DALLA LOCALITA’ DI CORAZZANO

Locandina tratta dal sito del Movimento Shalom

Locandina tratta dal sito del Movimento Shalom

XXXVIII Festa della Mondialità Shalom a Firenze.

Locandina XXXVIII Festa della Mondialità dal sito Internet del Movimento Shalom

Locandina XXXVIII Festa della Mondialità dal sito Internet del Movimento Shalom

Sabato 8 Dicembre 2012 dalle ore 15.30 si terrà a Firenze c/o l’Auditorium di Santa Apollonia, via San Gallo 25/a la XXXVIII Festa della Mondialità del Movimento Shalom che quest’anno sarà dedicata al tema

SALVIAMO IL PIANETA – Ambiente, risorse e sostenibilità

Questo è il programma del pomeriggio

Ore 15.30 Saluti

  • Massimo Toschi – Regione Toscana
  • Matteo Renzi – Sindaco di Firenze
  • Clemence Traorè Some – Ministro azione sociale del Burkina Faso

Introduzione della conferenza “Salviamo il pianeta” a cura di  Bellarmino Bellucci – Presidente Movimento Shalom.

Interverranno:

  • Gianfranco Cattai – Presidente Focsiv: “Sostenibilità ambientale e cooperazione”
  • Rosa Maria Di Giorgi – Assessore all’Educazione del comune di Firenze: “L’educazione al rispetto dell’ambiente”
  • Proiezione del video “Ngengere la pelle nera dell’anima” di Riccardo Bicicchi
  • Giovanni De Paoli – Direttore progetto Educarsi al Futuro – Enea: “Scuola, ricerca e cooperazione: insieme per un futuro sostenibile”
  • Aldo Forbice – Giornalista: “L’Africa pattumiera del mondo”
  • Moderatore Andrea Pio Cristiani – Fondatore del Movimento Shalom
  • Sarà presente anche una delegazione di studenti e professori di Taranto (tra cui figli di dipendenti Ilva) che racconteranno la loro drammatica esperienza fra lavoro, salute e tutela dell’ambiente.

Il pomeriggio sarà allietato dai canti di pace del  Coro giovanile della Collegiata di Fucecchio – direttore Stefano Boddi.

Mi auguro che gli interventi alla conferenza siano in qualche modo pubblicati o ritrasmessi online perchè per motivi familiari non potrò partecipare all’evento: in settimana mia madre è caduta ed ha un braccio al collo… Purtroppo l’unico momento libero del weekend in cui posso andare a vedere come sta è proprio domani pomeriggio… quindi devo rinunciare alla festa della mondialità, proprio nell’anno in cui viene fatta a Firenze… :-(

37a FESTA DELLA PACE a Collegalli (Fi)

Locandina "37° Festa della Pace" dal sito del Movimento Shalom

Locandina "37° Festa della Pace" dal sito del Movimento Shalom

Il prossimo 1° Maggio 2012 a Collegalli (Montaione – Fi) si terrà la

37a FESTA DELLA PACE - raduno generale Movimento Shalom

La festa è organizzata dal Movimento Shalom con la collaborazione della Fondazione Antonino Caponnetto e col patrocinio della Regione Toscana.

Programma della giornata

Ore 9.30 Apertura stand: cultura, gastronomia e artigianato.

ore 10,30 SOLIDARIETA’ e TRASPARENZA: assemblea nazionale genitori adottanti a distanza e internazionali. Con interventi di:

  • Luca Martini – responsabile Commissione adozioni internazionali
  • Silvia Lensi – responsabile Adozioni a Distanza.

ore 12,00 Preghiera interreligiosa per la Pace

Pranzo sociale & Musica con il gruppo Cover Fabrizio de Andrè

ore 15,00 Conversazione sotto il tendone: GLOBALIZZAZIONE E CRIMINALITA’

Introduzione di Andrea Sansevero, presidente Movimento Shalom

Interventi di:

Modera l’incontro Andrea Pio Cristiani, fondatore Movimento Shalom

Ore 17.00 Musica con Aren B Aretha

Con la partecipazione speciale di: Tony Maiello vincitore di Sanremo Giovani 2010 e l’attore Gaetano Gennai

Ore 17,30 Merenda del contadino (focacce e schiacciate a gogo dal forno a Legna di Shalom….)

Durante tutta la giornata: Luna Park per bambini con giochi Gonfiabili, saltimbanchi, teatrino dei burattini, calcio balilla umano, mercatino, gastronomia e prodotti tipici

BUS NAVETTA GRATUITO DA CORAZZANO (oppure, per raggiungere la festa, vi potete fare una sana passeggiata nella campagna toscana).

Colgo l’occasione per ricordare, a chi volesse,  di devolvere il proprio 5 per mille al Movimento Shalom

dalla pagina Facebook del Movimento Shalom

dalla pagina Facebook del Movimento Shalom

p.s. Io, ancora non sono sicuro di poter venire a Collegalli, per precedenti impegni familiari e sportivi… ma giuro che farò di tutto per non mancare!

Shalom: Videomessaggio sulla comunicazione on-line e XXXVI Festa della Mondialità.

Come ormai i miei lettori sanno da tempo, faccio parte del Movimento Shalom: ho due adozioni a distanza e  quando posso cerco di fare un po’ di volontariato con loro. Dallo scorso mese di Novembre il Movimento ha deciso di usare una nuova forma di comunicazione per diffondere gli ideali e le iniziative di pace, fratellanza e giustizia di cui è portatore: un video messaggio del fondatore che sarà diffuso ogni mese su Facebook e su YouTube.

Il primo messaggio, pubblicato lo scorso 22 Novembre, è proprio incentrato sui mezzi di comunicazione: dalla televisione che ormai è indirizzata solo alla disinformazione, con lo scopo di distogliere le persone dai reali problemi del paese, per arrivare fino alla rete e agli spazi di libertà che questa offre a tutti.

Se vi può sembrare strano che un prete mandi videomessaggi via rete è bene dire che Don Andrea è una personalità che va aldilà dell’abito che porta: prima di essere un prete è un uomo di grande cultura e sensibilità e allo stesso tempo è una persona schietta e semplice che quando parla dice “pane al pane e vino al vino”. Semplicemente quella del videomessaggio mensile è una delle tante idee che Don Andrea e i vulcanici membri di Shalom si inventano per diffondere i propri ideali e le proprie iniziative di solidarietà. Buona visione (il filmato dura circa 7 minuti)

Se siete interessati a partecipare all’incontro di Prato di cui parla Don Andrea questi sono i dettagli dell’inziativa:

8 Dicembre 2010 – Sala sant’Agostino – Piazza sant’Agostino – Prato

Dove vanno a finire i soldi della cooperazione internazionale ?

Programma

Ore 15.30 Saluti delle autorità

Introduzione della conferenza Andrea Sansevero, presidente Movimento Shalom

Interventi di:

Moderatore Andrea Pio Cristiani, fondatore di Shalom

Come raggiungere la sede dell’incontro:

  • In treno: stazione Porta al Serraglio di Prato dista poco più di 100 mt dalla sala
  • In auto: Uscita Prato Ovest dell’autostrada A1, seguire le indicazioni della cartina sottostante fino a Piazza del Mercato Nuovo, dove è possibile parcheggiare. Proseguire a piedi per piazza Sant’Agostino.
Piantina Prato dal sito di Shalom

Piantina Prato dal sito di Shalom

I padroni del mondo.

337/365: The Big Money

foto "337/365: The Big Money" by DavidDMuir - flickr

In questo blog ho fatto una categoria chiamata “Consumi ed Economia” dove raggruppo un po’ di articoli dedicati all’economia e all’impatto che questa ha con i nostri consumi familiari e viceversa di come i nostri consumi (o non consumi) familiari possono incidere sull’economia, ponendo attenzione ad una più equa e solidale distribuzione delle ricchezze, soprattutto a favore dei popoli e delle classi più povere.

Vi metto un articolo molto interessante apparso sul numero di Maggio 2010 del bimestrale del Movimento Shalom, scritto  D. Andrea Pio Cristiani e dal titolo eloquente: “I padroni del mondo”. A parte il cappello iniziale dedicato alla ricorrenza della Pasqua, il resto dell’articolo offre una drammatica, asciutta e (purtroppo) veritiera immagine della situazione economica attuale.  Fortunatamente il pezzo si chiude con uno spiraglio di speranza… se riusciremo a modificare i nostri consumi verso uno stile di vita più sobrio e responsabile, forse la situazione potrà migliorare per tutti… e magari  anche questa crisi non sarà stata inutile…. Buona lettura!

I padroni del mondo

E’ passata da qualche giorno la Pasqua di Resurrezione, vero inizio di un nuovo ordine mondiale, manifestazione definitiva dell’unico Signore della storia per mezzo del quale “tutte le cose sono state create per noi uomini”.

Se ci domandassimo a chi appartiene il mondo, ci renderemmo conto dello scippo che viene quotidianamente perpetrato sulla pelle di miliardi di esseri umani. Gli uomini eletti a figli di Dio, intelligenti, liberi e responsabili, creati per un viaggio meraviglioso sul nostro pianeta si ritrovano a vivere soggiogati da una piccola parte egoista e prepotente dei loro simili. Se facessimo la somma di tutti i beni materiali, di tutti i terreni privati, di tutti i patrimoni, di tutte le ricchezze che si trovano sulla terra, ci accorgeremmo che il 2% della popolazione adulta possiede più del 50% del patrimonio privato mondiale. Ciò significa che i ricchi possiedono più della metà dei beni che Dio ha creato per tutti. E’ ancora più strabiliante sapere che il 10% della popolazione più abbiente  arriva addirittura a possedere l’85% del patrimonio di tutto il mondo. Alla metà più povera della popolazione mondiale appartiene, invece, circa l’1% di tutti i beni del pianeta, come se 50 persone dovessero spartirsi tra di loro qualcosa che in realtà è destinato ad una sola. Questo significa che il mondo appartiene a pochi ricchi, produttori di petrolio e proprietari delle multinazionali. Fra di essi, secondo i ricercatori dell’ONU, cinquecento hanno un reddito annuale maggiore della somma dei redditi di circa cinquecento milioni dei più poveri della terra. Secondo la medesima ricerca, ci vorrebbero solo 300 miliardi di dollari americani per alzare il reddito del miliardo di persone che vivono in povertà estrema, con una spesa di appena il 10% del patrimonio degli otto uomini più ricchi del mondo.

I super-ricchi in realtà sono “ingrassati” da noi consumatori che acquistiamo i prodotti scintillanti con le marche imposte dalla macchina pubblicitaria. Telefonini, computers, scarpe, abiti, giocattoli, e generi alimentari  sono frutto del lavoro sottopagato di donne e bambini del terzo mondo al servizio delle ricche multinazionali, che condizionano la politica mondiale e detengono il monopolio dell’informazione. Questi “signori” ignorano i fondamentali diritti umani e distruggono l’ambiente in una corsa inarrestabile e sconsiderata verso il profitto. Ognuno di noi, ne sono profondamente convinto, potrebbe contribuire ad una giusta  ridistribuzione della ricchezza se non ci lasciassimo manovrare dalle mode imposte dalla società, fossimo più sobri negli acquisti, più consapevoli dei meccanismi adottati dagli affamatori dei popoli, più attenti a come ci vestiamo, ci calziamo e mangiamo. Il nostro imperativo è, sempre e ovunque, la verità, il coraggio di denunciare le ingiustizie, la sobrietà nello stile di vita così da essere veramente solidali con gli ultimi.

Articolo di D.Andrea Pio Cristiani, fondatore del Movimento Shalom, pubblicato a pag.1 e 2 del numero di Maggio 2010 del bimestrale “Shalom”.

Buon Natale!

In questi giorni il blog ha avuto un po’ di stasi… alcuni  piccoli problemi con WordPress e poi i classici impegni prenatalizi che coinvolgono chiunque,  mi hanno tenuto lontano dal blog e così siamo arrivati alla vigilia di Natale…

Colgo perciò l’occasione per augurare un Felice Natale a tutti i miei lettori (quei 4 gatti che, non avendo di meglio da fare, si soffermano ogni tanto su queste pagine) e non avendo particolare fantasia negli auguri, prendo in prestito alcune riflessioni di D. Andrea Pio Cristiani per augurare un Buon Natale a tutti voi e alle vostre famiglie!!!

Buon Natale!

E’ Natale?

L’omologazione alla cultura dominante, consumistica, egocentrica ed egoistica ha finito per stravolgere anche il senso del Natale che è divenuto la frivola “festa di inverno”, la fantasiosa ricorrenza del Babbo Natale, l’occasione per un sentimentalismo effimero, perdendo così il suo vero significato, quello della nascita di “Uno” che è venuto e sempre viene a salvarci. L’idiozia contemporanea si è spinta a tanto che, in alcune scuole, in nome di un insensato laicismo, si rinuncia anche al presepe e ai canti di Natale, quasi a voler rimuovere la storia.

La società di oggi, con la sua cultura del nulla, condiziona le nuove generazioni, non colpevoli ma vittime e le rende esseri privi di radici e di valori. L’infernale macchina del profitto ha scippato la verità rivoluzionaria del Natale e cioè che Dio in Gesù Cristo rivela al mondo il suo amore di Padre ed eleva gli uomini alla dignità incomparabile di figli suoi. L’attuale “scandaloso” Natale, malgrado la crisi contingente, esprime ancora il primato delle cose, dell’abbondanza materiale.  Spesso si assiste ad ostentazioni sfacciate, a sprechi incalcolabili, frutto di vere ingiustizie sociali.

A tanta povertà, non solo lontana, ma anche vicinissima, fa riscontro un’omicida indifferenza.

La condivisione fraterna è l’imperativo del Natale,  la conseguenza obbligata dell’incarnazione di Cristo nell’umanità. Questo Natale 2008 manifesta l’aspetto tragico-comico dell’economia liberista dei nostri paesi occidentali, basata sul capitalismo selvaggio. L’altalena delle borse, il crack delle banche la regressione economica generale smascherano clamorosamente la truffa. Il gigante aveva i piedi d’argilla!

A partire dal senso teologico e sociale del Natale va ripensata l’economia mondiale, per evitare che interi popoli, cancellati dai progetti e dai bilanci dell’economia globale, siano confinati nelle retroguardie della storia.

Il nuovo progetto politico universale dovrà essere fondato sul bene comune, sulla giustizia e sulla pace dei popoli. Le rozze trame di false democrazie e di regimi malvagi disseminati sul pianeta non possono farci tacere; noi speriamo che grazie alla forza che sprigiona il Natale, essi crolleranno.  L’amore che Dio infonde nel cuore delle sue creature, la luce della ragione e la forza vincente di un debole bambino nato a Betlemme travolgeranno le ingiustizie e si affermerà la cultura della solidarietà fra i popoli. Invito coloro che avranno la pazienza di leggermi a vivere il Natale con i sentimenti di Francesco d’Assisi, e affascinati dal mistero dell’Incarnazione, a porre al centro la Parola di Dio, i sacramenti e l’amore per i piccoli, gli esclusi e i poveri.

Andrea Pio Cristiani (tratto dal n°6 del bimestrale “Shalom” di Dicembre 2008 )

*** foto on the mantel by withrow – flickr