Il podista disubbidiente… non si fa prendere per il naso…

***

Ieri la mia squadra podistica è andata alla corsa della “Fettunta”, gara di 18 km a Mezzomonte (Impruneta).  Io ho preso una decisione inusuale,  personale e autonoma: ho deciso di disubbidire alla mia società e di andare alla corsa “Insieme per Telethon” organizzata ottimamente dagli amici del G.S. Club Ausonia al Girone, come unico rappresentare della mia compagine podistica…

Purtroppo lo scorso anno ho fatto la corsa di Mezzomonte e visto che fu un’esperienza da incubo, ho deciso di farci sopra una grande croce  e di non farmi più prendere per il naso… Non vi saprei dire come è andata quest’anno, ma vorrei ricordare l’edizione del 2007 che, secondo il mio modestissimo parere, è stata la corsa organizzata peggio che abbia mai disputato.

Fino alla partenza (ricordo ancora che parlo dell’edizione del 2007) sembra una corsa regolare.  Al primo incrocio seguo il gruppone e giro dietro a tutti, al secondo incrocio idem ma mi accorgo che il percorso non è frecciato (per percorso frecciato intendo fatto con le frecce di vernice dipinte in terra ad ogni incrocio).  Passando i km il gruppo si sgrana e ad un certo punto mi trovo ad un incrocio, non frecciato e non presidiato, insieme ad una ragazza e a 3 o 4 podisti della Misericordia Aglianese. Siamo al freddo, sotto la pioggia e siccome per tutti è la prima volta che facciamo questa gara, nessuno sa dove andare… Con l’intuito dei boyscout decidiamo di prendere tutti la stessa direzione sperando di non perderci… e con un colpo di fortuna scegliamo la strada giusta… La cosa si ripete a quasi tutti gli altri incroci che nella maggioranza dei casi non sono presidiati. Ad un certo punto arrivo in Piazza dell’Impruneta, non capisco dove devo andare e mi tocca chiedere ad un vigile da che parte continua il percorso  della gara…

All’arrivo, dopo il danno (18 km corsi sotto l’acqua in strade molto trafficate,  molto poco presidiate e per niente frecciate)  arriva la beffa: il ristoro è composto da un po’ di thè tiepido e da una fetta di pane con l’olio e che sia una fetta sola! Un podista della Misericordia Aglianese prova a prendere una seconda fetta di pane con l’olio e viene quasi mangiato da uno degli organizzatori tanto che, se non fossero intervenuti altri podisti, si sarebbe arrivati presto alla rissa. In compenso accanto c’è un tavolo con tanti dolci casalinghi: purtroppo, caso unico in 5 anni di gare fatte quasi tutte le domeniche, si tratta di un vergognoso ristoro a pagamento: 1€ per 1 fetta di dolce… Trovo questa operazione offensiva per tutti i podisti che hanno corso e perciò vado via dal circolo, prendo la macchina e faccio colazione al primo bar che trovo lungo la strada, pensando al luculliano ristoro che, anche nel 2007, la domenica precedente ci avevano offerto gli amici della Maratonina del Vitello d’Oro di Ellera.

Non capisco perchè nel 2007 la Uisp abbia permesso una corsa così male organizzata, ma capisco da lontano mille miglia che chi ha organizzato la corsa di Mezzomonte non ha mai fatto una gara perchè altrimenti non avrebbe esposto i podisti a tali pericoli e rischi e non li avrebbe beffati con un ristoro a pagamento.

Quest’anno decido, prima per la mia incolumità e poi per non essere di nuovo preso per il naso, di disobbedire al mio presidente e di andare alla corsa “Insieme per Telethon” che si svolge presso il centro sportivo Anchetta al Girone… Piccolo riepilogo della gara: organizzazione perfetta curata dal gruppo “G.S. Club Ausonia” di Sesto Fiorentino, percorso di 8 km (un po’ corto ma condito di salite non indifferenti) totalmente presidiato e frecciato in ogni incrocio, ristoro ottimo e abbondante con un po’ di tutto (the, frutta, acqua, lattini e cioccolatine in brick mukki, panettone etc…) e pacco gara interessante.

Tenuto conto che parte della quota di iscrizione della gara è stata devoluta alla Unione Italiana Lotta alla  Distrofia Muscolare per Telethon ho avuto un motivo in più partecipare a questa gara. Meglio iscriversi ad una gara per aiutare la ricerca e il volontariato, piuttosto che per farsi prendere per il naso da certi organizzatori da… 1 fetta di ciambellone per 1€!

*** foto  Gli organizzatori della Gara “Insieme per Telethon” by Denise Quintieri